sabato 31 gennaio 2009

Pasta al tartufo finto di Mylly

2 confezioni di champignon sodi sani e freschi
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
burro q.b.

sale
pepe nero macinato al momento
spaghetti alla chitarra
parmigiano a scaglie (facoltativo)

Pulisci i funghi con un canovaccio pulito, quindi separa le cappelle dal gambo. Questi ultimi surgelali, potrai utilizzarli per preparare un buon risotto!
In uno scolapasta grattugia le cappelle dei funghi, quindi riponi in frigo (anche per una notte), con un piatto sotto per raccogliere eventuale acqua di vegetazione, fino a quando non saranno diventate completamente nere!
In una pentola metti lo spicchio d’aglio, l’olio e la noce di burro, fai scaldare e, prima che l’aglio prenda colore, versaci i funghi ormai anneriti e ben sgocciolati dall’acqua. Fai cuocere a fuoco dolce, regola di sale e pepe.
Nel frattempo cuoci la pasta in abbondante acqua salata, scolala bene e versala nella pentola con il sugo.
Amalgama bene e servi subito.
Se piace puoi aggiungere qualche scaglia di parmigiano, ma è facoltativa.

Pasta alla Norma.... dietetica di Mylly

4-5 pomdori sodi e maturi da sugo
2 melanzane
1 manciata di foglie di basilico
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
ricotta salata
350 gr. di pasta tipo Mafaldina corta

Per prima cosa lava e asciuga le melanzane, poi tagliale a fette spesse 1 cm e grigliale, senza sale e senza olio. Tieni da parte. Immergi i pomodori per qualche minuto in acqua bollente, quindi leva la pelle e i semi e lasciali appassire in una padella antiaderente con lo spicchio d'aglio. Quando l'acqua dei pomodori si è ben asciugata spegni e aggiungi il basilico e un filo d'olio extravergine. Aggiungi le melanzane grigliate al sugo. Cuoci in abbondante acqua salata la pasta, scolala al dente e versala nella padella con il sugo, mescola e spolvera con ricotta salata grattugiata al momento.

Pasta al forno con asparagi di Valentina

Ho cotto una pasta formato conchiglie, condita con olio.
Poi ho preparato una besciamella (100g burro, 100g farina, 1l latte) a cui ho aggiunto 2 tuorli e 200ml di panna fresca, formaggio gratuggiato, sale, pepe e noce moscata.
Ho cotto 2 mazzi di asparagi al vapore, tagliati a tocchetti e saltati in padella 10 minuti con sedano, carota e cipolla, 100gr di prosciutto crudo a pezzetti.
Poi ho assemblato il tutto, spolverato di parmigiano e gratinato in forno.
Non la solita pasta al forno e piaciuta moltissimo.

Pasta alla caprese di Aurora

E' un piatto conosciuto, facile, veloce e molto estivo.

Penne rigate
polpa pronta o pomodorini "schiattati"
mozzarella tritata con il coltello
basilico fresco spezzettato con le mani

Mettere a lessare la pasta in acqua bollente salata.
In una larga padella mettere un pochino di olio exv, la polpa pronta o i pomodorini, un cucchiaino di dado e far scaldare... il sugo non deve cuocere.
Quando la pasta è cotta, scolarla e rovesciarla nel sugo, aggiungere la mozzarella, il basilico, mescolare e servire subito

Mezze penne con salsiccia e fagioli di Giovanna

per 4 persone

300 gr mezze penne
150 gr fagioli già cotti, anche in scatola vanno bene
150 gr salsiccia
250 gr. pomodoro maturo a pezzettoni(anche in scatola)
prezzemoli
uno spicchio d'aglio
vino bianco q.b.

Cuocere la pasta al dente e intanto rosolare aglio e prezzemolo e unirvi la salsiccia sbriciolata tirandola col vino.
Aggiungere il pomodoro e cuocere qualche minuto, poi unire i fagioli ed insaporire. Far saltare la pasta nel sugo. Se piace, aggiungere parmigiano e mantecare subito prima di servire.
L'ho servito come piatto unico seguito solo da carciofi al tegame.

Mezze penne al sugo freddo di Gisella

x 4:
400 g di mezze penne
4 pomodori rossi, grossi, ramati o casalini
una mozzarella piccola, ben scolata
2 cucchiai di olive nere
origano
2 cucchiai di olio extra
sale e, se piace, uno spicchio di aglio.

La salsa può essere preparata anche il giorno prima, si insaporisce di più.
Pelare ed eliminare i semi dai pomodori, quindi frullarli.
Versare la polpa in una ciotola, unire l'origano, le olive tagliate a rondelle, l'eventuale aglio a fettine, l'olio e il sale. Mescolare accuratamente e mettere in frigo.
Quando è tempo, cuocere la pasta al dente e nel frattempo passare la mozzarella allo schiacciapatate a fori larghi (o tagliatela a cubettini, ma con lo schiacciapatate viene meglio...) e mescolarla al sugo freddo. Versare la pasta, mescolare bene e servire.

Mezze penne alle verdure di Gisella

x 4:
320/400 g mezze penne
150 g piselli freschi sgranati
200 g fave fresche sgranate e sbucciate
4 carciofi medi o 2 grandi tagliati a fettine sottili
1 peperone rosso a dadini
1 zucchina a dadi (per tutti, tranne che per Aurora)
1 pomodoro ramato pelato e a dadolata
1 porro
2 cucchiai di olio
1 o 2 bicchieri di brodo vegetale.
basilico a piacere

appassire nell'olio il porro fatto a rondelle; aggiungere fave, piselli, carciofi, peperone e zucchina.
Portare a cottura col brodo.
A fine cottura unire il pomodoro e cuocere per altri 2 minuti.
Versare le penne e spadellarle, aggiungendo, se serve, un poco di acqua di cottura, quindi unire il basilico spezzettato, mescolare
e servire con grana grattugiato.

maniche di frate o..crespelle della pozza di Gelcor

1/2 litro di latte
250 gr farina
noce moscata sale zucchero
4 tuorli d'uova
50 gr di burro
300 gr ricotta
200 gr di spinaci
panna
parmigiano
Basciamella
Preparare con mezzo lito di latte e 250 gr di farina le crepes;
mescolare latte e farina, aggiungere 1 cucchiaino di zucchero e 1 di sale, un profumo di noce moscata:
Mescolare bene, alla fine aggiungere i 4 tuorli di uova uno alla volta; mescolare bene.
Fondere a parte 50 gr di burro e quando è tiepido unirlo al composto, mescolare, in caso di grumi passare la pastella con il colino.
Fare riposare per un'ora. Intanto:
-lessare gli spinaci strizzarli bene e tritarli a poltiglia quando sono tiepidi mescolarli alla ricotta aggiungendo qualche cucchiaio di basciamelle
e un po' di parmigiano
-preparare la besciamelle quando è fredda aggiungere la panna
-preparare le crespelle (io uso la crespelliera della krupps): in ogni crespella mettere un cucchiaio di farcia
in una pirofila versare un pò di basciamelle, sul fondo adagiare le crepes e coprirle di basciamelle
muovendo la pirofila in modo che la besciamella penetri bene sopra mettere parmigiano!!
infornare finchè si forma crostina dorata

Maltagliati e broccoli di Aurora


La ricetta per 3 persone

Un broccolo romano, pulito e tagliato
olio exv
1 spicchio d'aglio tritato
2 acciughe sott'olio
mezza bottiglia di salsa di pomodoro

Per la pasta:

200 g di farina
2 uova intere.

In una larga pentola, mettere l'olio (io ne ho messi 2 cucchiai) l'aglio e le acciughine. Quando l'aglio è rosolato e l'acciuga si è disfatta aggiungere il broccolo a pezzetti e dopo poco anche la salsa diluita con acqua.
Intanto che il broccolo cuoce, preparare i maltagliati
Impastare nel robot 200 g di farina con 2 uova. Tirare la sfoglia e poi con una rotella tagliapizza tagliare la pasta in maniera irregolare. (metterò lo foto in ricette passo passo).
Aggiungere i maltagliati e lasciar cuocere per qualche minuto.
Servire con un po' di formaggio se lo si desidera.

Lasagne con scarola e crescenza di Mylly

1 cespo di scarola
2 patate medie
crescenza q.b.
parmigiano grattugiato
burro q.b.
sale
pepe nero
lasagne pronte

Per la besciamella:
50 g di burro
50 g di farina
1/2 l di latte intero

Lava le patate e lessale. Quindi tienile da parte.
Pulisci la scarola, cuocila e lasciala a bagno nell'acqua fredda per un po', quindi scola bene tutta l'acqua.
Prepara la besciamella.
Imburra leggermente una pirofila da forno, stendi sul fondo un velo di besciamella e sistema un primo strato di lasagne.
Disponi la scarola strizzata, spolvera un po' di sale e pepe, poi ancora tocchetti di crescenza, alcune fette di patata,
spolvera di parmigiano e ancora un po' di besciamella.
Continua così fino ad esaurire gli ingredienti, facendo un ultimo strato di besciamella e parmigiano.
Copri con alluminio e inforna in forno già caldo a 180°C per il tempo di cottura delle lasagne.
Negli ultimi 5 minuti elimina l'alluminio e fai gratinare.
Spegni il forno, lascia lo sportello aperto e lascia riposare per 10 minuti, quindi servi in tavola.

Lasagne carasau di Fiorella


un po' di pane carasau
melanzane grigliate ( ho usate quelle surgelate )
passata di pomodoro
mozzarella di bufala
basilico
olio e sale
un pomodoro rosso per guarnire

ho ammollato un po' il pane in acqua ( ma poco )
strato di pane, passata, basilico, melanzane, mozzarella a pezzi
olio evo.
altro strato uguale.
ho guarnito con fette di pomodoro e infornato per una ventina di minuti a 200°
in quelle di fabio non ho messo pomodoro, e al posto del basilico ho messo origano

Lasagne al radicchio di Treviso di Mylly

1 cespo grande di radicchio di Treviso
lasagne
50 g di burro
500 ml di latte
50 g di farina
3 cipolle (possibilmente di Tropea)
olio extravergine di oliva
sale
pepe
parmigiano grattugiato
vino rosso di buona qualità

Ho prima fatto appassire le cipolle tagliate molto sottilmente, leggermente salate. Poi ho aggiunto il radicchio fresco tagliato a julienne sottile.
Ho regolato di sale e pepe e lasciato cuocere finché il radicchio non è diventato morbido.
A questo punto ho sfumato il sugo con del buon rosso. Ho fatto evaporare e lasciato raffreddare.
Nel frattempo ho preparato la besciamella con burro, farina e latte.
Quindi ho condito la lasagna alternando besciamella e "sugo" di radicchio, spolverando ogni strato con parmigiano grattugiato.
L'ultimo strato solo con besciamella e parmigiano, qualche fiocchetto di burro e in forno per 20-25 minuti.

Lasagne al pesto di Aurora

Dosi per 6 persone

Lasagne preparate con la sfoglia di un uovo per etto di farina oppure comprate fatte.
1 besciamella preparata con 50 g di farina, 50 g di burro e mezzo litro di latte.
Salare la besciamella e aggiungere a fuoco spento, un vasetto di pesto.
Le dosi dipendono da quanta lasagna preparare eventualmente raddoppiare tutte le dosi.
Lessare e tagliare a tocchi 4 patate.
Lessare 600 g di fagiolini verdi.
Lessare le lasagne, ricordando di mettere nell’acqua un cucchiaio di olio.
Scolarle una alla volta su un canovaccio e cominciare a fare gli strati: uno di besciamella sul fondo, uno di lasagne,
uno di patate, uno di fagiolini, coprire con la besciamella verde, spolverare di parmigiano e ricominciare.
Terminare con la besciamella, fiocchetti di burro e formaggio.
Infornare a 180° per circa 30’.

La regola non vorrebbe che il pesto si cuocia, ma queste lasagne io le trovo buonissime lo stesso.

Lasagne alle zucchine a modo mio di Angela

Ho preparato una salsa semplicissima: in un tegame ho messo dell'olio evo, un pizzico di sale, fatto imbiondire un po' di cipolla tagliata sottile
e poi ho aggiunto della passata di pomodoro, ho allungato con un dito d'acqua e insaporito con dell'erba cipollina.
L'ho fatta cuocere circa un quarto d'ora, badando che rimanesse piuttosto liquida.
Ho tagliato a rondelle delle zucchine e le ho fritte.
Ho preso una pirofila, ho messo un po' di besciamella, uno stato di lasagne (preferisco cuocerle comunque prima),
la salsa, uno strato di zucchine fritte, una sottiletta, la besciamella, un'altra lasagna.
Ho fatto quattro strati e alla fine, sull'ultima lasagna, un po' di salsa, un po' di besciamella ed una bella spolverizzata di parmigiano grattugiato.
In forno a 180° per 20 minuti, si può preparare anche la sera prima e poi passare un minuto al microonde prima di servirla.

Lasagne ai carciofi di Maria Pia

Cuocere i carciofi tagliati sottili in padella con aglio intero, cipolla tritata e olio exv ,
devono rimanere asciuti e croccanti.
Aggiungere sale e pepe e prezzemolo tritato.
Fare una besciamella con 1 litro di latte, 50g di burro e 50g di farina, alla fine aggiungere noce moscata e pepe bianco.
Fare la pasta all'uovo con il rapporto classico di 1 uovo per ogni 100g di farina e un pizzico di sale.
lessare la pasta e metterla in acqua e ghiaccio e poi su canovacci bagnati e strizzati.
Nella pirofila mettere burro a fiocchetti, quindi la pasta, in ogni strato mettere i carciofi a coprire tutto, abbondante parmigiano e besciamella.
Fare 4 strati
chiudere con la pasta.
Cospargere di fiocchetti di burro
Forno a 180° x 30 minuti, se si cuoce subito, se si fa il giorno prima e si conserva in frigo cuocere per 40 minuti

Lasagna al radicchio di Aurora

Pasta sfoglia sottilissima fatta in casa o comprata (Sfogliavelo secondo me va benissimo).

radicchio
Pasta fresca
olio exv
pancetta
1 scalogno
Taleggio
Sale
grana e burro per gratinare

Besciamella

Rosolare il radicchio tagliato a striscioline in poco olio insieme allo scalogno e qualche dadino di pancetta.
Preparare una besciamella molto morbida, mettendo alla fine del taleggio tagliato a pezzetti.
Alternare fogli di pasta con il radicchio e besciamella e ricominciare da capo.
Finire spolverando con grana e fiocchetti di burro e infornare a 180°.
Se si lessa la pasta, fare una besciamella più soda.

I pizzocheri di Aurora


Ingredienti per 6 persone

Per la pasta:
500 g di farina di grano saraceno
150 g di farina 0
acqua q.b.

Per il condimento
250 g di foglie verdi di verza tagliate grossolanamente
250 g di patate tagliate a tocchetti
200 g di burro
200 g di formaggio valtellinese Bitto
100 g di formaggio grana grattugiato
2 spicchi d'aglio
sale
pepe

Versare nell'impastatrice le due farine,un primo bicchiere di acqua e far girare a vel. 1.
Mentre l'impastatrice gira aggiunge un altro bicchiere d'acqua, ma piano piano;
non aggiurnere altre se la prima non è assorbita.
Quando l'impasto è compatto, metterlo sulla spianatoia infarinata
e tirare la sfoglia che non deve essere troppo sottile, 3 mm circa.
Tagliare delle strisce larghe circa 8/10 cm spolverarle di farina,
sovrapporle e tagliare di nuovo delle striscette larghe 5 mm.
Personalmente trovo che questo lavoro sia da fare a mano:
la farina di grano saraceno è senza glutine quindi pochissimo elastica e nella nonna papera rischia di rompersi.
Mettere in una larga pentola in acqua bollente salata le verze e le patate,
lasciar cuocere 15 minuti e nel frattemo tagliare a dadini il bitto e mescolarlo con il formaggio grattugiato.
Aggiungere all'acqua i pizzocheri, mescolare delicatamente e mettere in
una padella il burro con l'aglio che deve diventare marrone e poi essere tolto.
Preparare un grande piatto, e con la schiumarola (mai nello scolapasta)
togliere pasta e verdura dall'acqua bollente e metterla nel piatto,
aggiungere i due formaggi, ricoprire di nuovo con pizzoccheri e verdura e formaggio.
Versare il burro bollente su tutto il piatto, spolverare di pepe e portare in tavola

Insalata di zucchine e menta di Azalea

Tagliate a fette oblique non troppo sottili 4 zucchine e grigliatele.
Poi mettetele in un piatto e conditele con sale, 5 -6 foglie di menta fresca tagliate a filini,
un cucchiaio di aceto di mele (o limone), uno spicchio d'aglio tagliato a metà e 4 cucchiai d'olio.
Lasciate marinare per mezz'ora in un luogo fresco.
Nel frattempo bollite l'acqua per la pasta insieme al sale e a una bustina di zafferano,
buttate la pasta (pasta corta tipo penne, mezze penne, fusilli, eliche...),
cuocetela al dente e fate raffreddare sotto l'acqua corrente.
Conditela con le zucchine preparate, grana grattugiato e primosale o feta a scagliette.

Insalata di pasta saporita di Mylly

500 g di pasta tipo farfalle
1 melanzana viola
300 g di pomodori maturi e sodi
1 peperone
2 cucchiai di capperi sotto sale
3 cucchiai di olive nere snocciolate
2 pizzichi abbondanti di origano
5-6 foglie di basilico
2 spicchi d'aglio privati del germoglio
1 cipolla di Tropea
1 limone non trattato
olio extravergine d'oliva
sale
pepe nero (in alternativa peperoncino)

Affetta sottilmente la cipolla e falla rosolare in 3 cucchiai d'olio,
quindi unisci la buccia grattugiata di mezzo limone,
aggiungi la melanzana tagliata a tocchetti.
Continua la cottura per altri 10 minuti a fuoco vivace, mescolando spesso. Abbrustolisci il peperone, poi privalo della pelle, dei semi e dei filamenti
interni, taglialo a pezzettoni.
Sbollenta i pomodori, sbucciali, privali semi e tagliali in 4 pezzi.
Sciacqua molto bene i capperi sotto l'acqua corrente, strizzali leggermente, asciugali.
Metti tutti gli ingredienti preparati in una grande insalatiera,
unisci l'origano, le foglie di basilico spezzettate e l'aglio.
Condisci con l'olio, sale e pepe nero (o se preferisci peperoncino).
Mescola e lascia raffreddare

Fusilli ai fiori di zucca di Azalea

320g fusilli
12 fiori di zucca
300g polpa di pomodoro a pezzettoni
1 spicchio d'aglio
1 cipolla piccola o 1 scalogno
4 cucchiai d'olio d'oliva
mezzo dado
1 rametto basilico fresco
mezzo cucchiaio d'origano secco
sale e pepe

Tagliare a listarelle i fiori di zucca puliti e privati del pistillo.
Tritare aglio e cipolla e soffriggerli in una padella antiaderente con l'olio,
aggiungere la polpa di pomodoro, il dado sbriciolato,
pepe e origano e cuocere per 10 minuti a fuoco medio.
Unire al sugo, verso la fine della cottura, 4-5 foglie di basilico
tritate o stracciate con le mani.
Lessare i fusilli al dente, scolarli tenendo da parte 3 cucchiai
d'acqua di cottura che unirete al sugo.
Buttare la pasta nella padella del sugo, padellare tutto insieme per
qualche istante e servire ben caldo.

Fregola sarda con zucca, piselli e spinaci di Taty

Ingredienti:

fregola sarda grossa
zucca
spinaci
piselli
latte
pecorino sardo
olio
sale

Preparazione:
In un padella anti-aderente, metto la zucca fresca tagliata a dadetti, gli spinaci (in casa avevo quelli in foglia congelati), piselli (anche questi congelati), olio, sale e latte (mi piace perchè ammorbidisce molto e il sapore è buono). Sono x la cucina salutare quindi metto tt a crudo e nn soffriggo ..
Faccio cuocere a fuoco moderato, nn ci vuole molto, 15 minuti circa. Nel frattempo metto l'acqua per la pasta, butto il sale grosso e poi la fregola quando bolle .. Scolo leggermente al dente, aggiungo la fregola nella padella anti-aderente, grattugio un po' di pecorino sardo et voilà ...

Farfalle con pomodorini arrosto, rucola e ricotta salata di Mylly


per 4 persone:
30 pomodorini ciliegino
2 mazzetti di rucola
sale
pepe nero
olio extravergine d'oliva
scaglie di ricotta salata
300 g di farfalle
Accendi il forno a 200°C, sulla placca da forno stendi un foglio di
carta forno bagnato e strizzato e poi disponi in fila ordinata i pomodorini
lavati e tagliati in 2, quindi spolverizza con sale, pepe nero
e abbondante olio extravergine (servirà per condire la pasta!).
Inforna il tutto per 30 minuti o fino a quando i pomodori non risultano ben cotti.
Nel frattempo lava e asciuga la rucola, tienila da parte.
Metti sul fuoco la pentola della pasta e, quando bolle, sala e cuoci la pasta.
Ora i pomodorini saranno pronti, non ti resta che condire la rucola,
scolare la pasta, metterla in una zuppiera, versarci sopra i pomodorini
ancora caldi con tutto il sughetto che hanno estratto, aggiungere la rucola
condita, qualche scaglia di ricotta salata, mescola velocemente e servi.

Crespelle al pesto di zucchina di Gisella

x 4:
Per 16 crespelle:
3 uova medie
180 g farina
400/500 g latte
1 cucchiaio di olio extra
sale q.b.
Battere bene le uova; amalgamarle alla farina aggiungendo il cucchiaio di olio;
diluire col latte fino a formare una pastella liscia non troppo densa; aggiustare di sale.
Ungere il padellino da crepes ogni volta che si cuoce la crespella.
Impilarle sul piatto.

per il pesto:
2 zucchine piccole (crude!)
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di grana
8 foglie di basilico
1/2 spicchio di aglio
olio extra q.b.
qualche grano di sale grosso.
Eliminare la parte spugnosa coi semi e frullarle assieme al resto,
aggiungendo solo l'olio necessario ad avere una crema molto densa.
besciamella fatta con 40 g di burro, 40 g di farina e 250 g di latte
e fatta poi raffreddare.
50 g di crescenza (o stracchino, o squaquerone)
grana per spolverare
Mescolare il pesto di zucchina con la besciamella.
Mettere qualche fiocchetto di burro sul fondo della teglia;
coprire con due crespelle appaiate, spalmare con la salsa;
proseguire aggiungendo, ogni due strati, qualche fiocchetto di crescenza.
Cospargere l'ultimo strato con solo grana.
Cuocere a 200°, coperto di stagnola per 15';
scoprire e terminare la gratinatura per altri 10/15 minuti.

Crepes ai formaggi di Ezia

Prepara le crepes con 2 cucchiai di farina ogni uovo ed 1 tazza di latte.
Sbatti bene e lasci riposare, cuoci le crepes un pochino più grossette delle solite,
altrimenti con il sapore del formaggio non si sentono...
Fai la besciamella e ci aggiungi un pezzo di montasio, uno di emmental e fontina
e non deve mancare il gorgonzola..magari anche un pezzetto di quello piccante..
Fai sciogliere bene e poi farcisci le crepes le metti nella teglia dove sotto avrai messo un po della farcitura
e il rimanente lo metti sopra e inforni.

Couscous d'estate di Gisella

x 4:
2 bicchieri di couscous precotto
4 grossi pomodori ramati o casalini, maturi
2 cucchiai di olio extra
Verdure:
mezzo peperone verde a cubetti
mezzo peperone giallo a cubetti
6 pomodorini ciliegino a cubetti
mezzo cetriolo a cubetti
50 g di emmenthal a cubetti
50 g olive verdi o nere a rondelle
4 o 5 foglie di basilico tritate
sale q.b.

Spellare i pomodori ramati e frullarli; versarli sul couscous, unire l'olio e mescolare bene.
Lasciare in frigo per un'ora, mescolando ogni tanto.
Aggiungere le verdure e il formaggio, quindi il basilico tritato, cospargere con un filo di olio, salare.
Lasciare insaporire per una ventina di minuti e servire.

Couscous con le verdure mediterranee di Aurora


Ho tagliato a dadini 1 peperone giallo, 1 peperone rosso, 2 zucchine, 2 carote.
Le ho messe a cuocere nel wok con 1 cucchiaio d'olio, qualche foglia di
basilico e maggiorana, un cucchiaio raso di dado casalingo o vegetale.
Sempre a fuoco spento, ho messo 200 g di cous cous in una padella molto larga, l'ho mescolato con 2 cucchiai scarsi di olio e fatto riposare
un paio di minuti.
Ho aggiunto 200 di acqua calda e un cucchiaino raso di sale.
Ho mescolato con cura sempre con una forchetta sgranando bene il cous cous.
Ho fatto riposare coperto per circa 4 minuti.
Ho versato il cous cous nel wok insieme alle verdure, ho aggiunto il peperoncino,
ho mischiato di nuovo e ho coperto e lasciato riposare per altri 4 minuti circa.

Conchiglie fredde alla ricotta di Ezia

400 gr. di pasta formato conchiglie
400 gr. di ricotta
5 di zucchine
2 o 3 di peperoni
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Fai cuocere in una padella antiaderente, le zucchine tagliate a dadini e i
peperoni tagliati a listerelle, con sale e un paio di cucchiai di olio.
Lascia raffreddare. Cuoci le conchiglie.
In una insalatiera condisci la ricotta con olio, sale e pepe girandola fino ad avere una crema.
Una volta cotte le conchiglie raffreddale sotto l'acqua, unisci la ricotta, aggiungi le verdure e se serve un po' di olio.

Cavatelli in salsa fresca di zucchine di Aurora









Tagliare a fettine o a cubetti 3/4 zucchine e farle stufare coperte, in una padella inaderente con appena un cucchiaio di olio.
Mettere nel robot o mixer, una bella manciata di basilico, una manciata di pinoli, qualche mandorla, parmigiano grattugiato,
sale e le zucchine cotte in precedenza.
Azionare il mixer e aggiungere a filo l'olio, fino ad avere un salsa piuttosto consistente.
Mettere la salsa densa ottenuta in una ciotola grande da tavola.
Mettere ora nel mixer dei pomodori perini maturi, azionare di nuovo il
mixer e poi far scaldare questa salsa o per un paio di minuti al MO oppure
5 minuti sul gas.
Mettere i cavatelli, lessati in abbondante acqua salata, nella ciotola insieme al sugo di zucchine, versare sopra il sugo fresco di pomodoro
e mescolare accuratamente.
Servire con un paio di foglie di basilico sul piatto.

cannelloni di trevisana e formaggio latteria di Maria Pia

8 pezzi di pasta all'uovo
radicchio tardivo 1 cespo
150g di formaggio latteria a cubetti
burro
parmigiano
noce moscata
besciamella 300g
poca panna fresca o latte
sale e pepe

Lessare x 2 minuti le sfoglie di pasta e metterle ad asciugare su un canovaccio .
Tagliare il radicchio a julienne sottile
Mettere in una ciotola il radicchio, il formaggio, il parmigiano, la metà della besciamella, sale pepe e noce moscata.
Suddividere il ripieno sui rettangoli di pasta e avvolgerli a cannelloni.
Imburrare una pirofila e disporre in un unico strato.
Coprire con la besciamella resa più fluida con la panna o latte e parmigiano grattugiato
Forno cottura automatica per cibi gratinati x 12 minuti o 180° x 20 minuti

Cannelloni ricotta e spinaci di TiziMi


700g spinaci freschi
500g ricotta
200g prosciutto cotto (i fondi vanno benissimo )
50g parmigiano
1 uovo
500g besciamella
brodo qb
sale, pepe, noce moscata

Pulire e lessare gli spinaci, scolarli molto bene e metterli in una terrina sminuzzandoli con una forchetta.
Tritare il prosciutto cotto e unirlo agli spinaci.
Unire la ricotta, il parmigiano, l'uovo e mischiare molto bene.
Aggiungere il sale e gli aromi a piacere.
In una teglia mettere qualche cucchiaiata di besciamella sul fondo e
disporre i cannelloni, riempiti con l'aiuto di una sac a poche,
in un unico strato. Se si utilizza pasta secca, coprire a filo lo strato
di cannelloni con del brodo vegetale bollente e lasciare trascorrere
circa 30 minuti prima di ricoprire i cannelloni con la besciamella
rimanente ed una abbondante grattata di parmigiano.
Infornare per 45 minuti a 180°, se la superficie tende ad asciugarsi troppo, coprire con alluminio.

Bigoli ricotta, noci, zucchine di Fiorella

icotta buonissima
noci
un paio di zucchine
olio evo
sale, pepe qb
pasta a piacere

ho lavorato bene la ricotta e ridotta a crema, aggiungendo olio evo.
Ho tritato le noci e unite alla ricotta. ho tagliato le zucchine a fiammifero
grosso ( insomma, no a julienne), le ho saltate in padella con poco olio
fino a farle croccanti, salate con sale aromatico di aurora.
Ho unito la ricotta e, mentre cuocevo i bigoli, aggiunto al sugo acqua di cottura.
saltati in padella e mangiati

Tortellini della mamma di Giovanna

Ripieno per 1 uovo di sfoglia:
100 gr lombo o polpa di maiale
100 gr prosciutto (gambuccio)
100 gr mortadella
50 gr parmigiano reggiano di almeno 24 mesi
1 uovo
Noce moscata q.b.

Rosolare le fettine di lombo salandole poco (io uso la salamoia bolognese, sale misto a spezie da arrosto) e, a cottura, lasciar raffreddare. Tagliare a cubetti e tritare la carne.
Tritare finemente anche il prosciutto , la mortadella ed infine il parmigiano. Unire tutte le parti tritate, aggiungere l'uovo e noce moscata quanto piace. Amalgamare tutto insieme fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciar riposare in frigo fino al giorno dopo.

Tortellini in brodo di cappone di Fiorella

per il brodo:
un quarto di cappone
un pezzo di manzo gelatinoso ( ossobuco, copertina)
una carota
un gambo di sedano
una cipolla ( se piace)
mettere tutti gli ingredienti in acqua fredda, portare a bollore schiumare e salare ( con moderazione). continuare a bollore minimo per tre ore. colare con un colino fitto

per i tortellini ( x4) come li faceva mamma zina

sfoglia sottile preparata con 5 uova e 500 gr. farina.
per il ripieno:
100 gr. vitello, 100 gr. maiale, 50 gr. prosciutto 50 gr. mortadella ( tutto macinato finissimo). 100 gr. parmigiano grattugiato 1( o 2) uovo. una noce di burro, noce moscata.
rosolare bene la carne nel burro, spegnere il fuoco e aggiungere il prosciutto e la mortadella. amalgamare l'uovo ( potrebbe servirne un secondo), il parmigiano e una grattatina di noce moscata. lasciare raffreddare.
taglaire la sfoglia a quadri di circa 4 cm di lato. inserire un po' di pesto e chiudere il tortellino girandolo sul dito.
mettere a bollire il brodo necessario e cuocere i tortellini al dente ( assolutamente al dente).
servire con parmigiano grattugiato a parte.

Struccolo di carne o spinaci ricotta di Ezia

1 kg. di patate
2 uova
250 gr. di farina
parmigiano
Ragù di carne o spinaci al burro e ricotta

Bollire le patate, schiacciarle come per fare gli gnocchi , poi le
lasci raffreddare, ci unisci le uova, il sale e la farina e la stendi
come fosse una sfoglia alta circa 1 cm o a piacere. ci aggiungi sopra
il ragù possibilmente asciutto una manciata di parmigiano e arrotoli
la sfoglia in uno strofinaccio stando attenta a chiusere bene. Cuoci
a fuoco basso in acqua bollente per 1 oretta,lo tagli a fette e lo
condisci con un po' di burro e salvia.....

Spatzli di Alma


250gr. farina
150gr. latte
50 gr. grana
2 uova
sale q.b.
noce moscata q.b.

x verdi 250gr. di spinaci lessati e strizzati
x gialli 1 bustina di zafferano
x rossi salsa di pomodoro o barbabietola

Mettere nella terrina o nel Braun tutti gli ingredienti e lavorare energicamente il composto fino ad ottenere una pasta morbida.
Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua e salarla; mettere l’impasto nell’apposito utensile sulla pentola e far scendere gli Spatzli nell’acqua.
Scolarli appena vengono a galla e condirli con il condimento.
Per il condimento:
1)100 gr. di speck in una sola fetta, 1 mazzetto di erba cipollina, 1 cipolla piccola, 2 cucchiai di formaggio grana, 5 cucchiai di olio extravergine, sale, pepe.
Tagliare a striscioline lo speck , polire la cipolla, lavarla e tritarla finemente, metterla in un tegame con l’olio, farla appassire senza farla colorire; unire le striscioline di speck e farle appena scaldare; salare e pepare. Aggiungere infine l’erba cipollina lavata e tritata, e gli Spatzli e farli scaldare mescolandoli con un cucchiaio di legno; unire qualche cucchiaio di acqua di cottura degli Spatzli se necessario.

2)300 gr. di spinaci, 70 gr. di speck tagliato in una sola fetta, 4 cucchiai di panna, 1 mazzetto di erba cipollina, 1 scalogno, 13 cucchiai di olio extravergine, 3 cucchiai di vino bianco secco, sale, pepe.
Lavare e asciugare gli spinaci e tagliarli a listarelle. Sbucciare lo scalogno e tritarlo finemente. Metterlo in un tegame con l’olio e farlo appassire senza farlo colorire; versare il vino bianco e farlo evaporare a fuoco vivace; unirvi l’erba cipollina tritata, gli spinaci e farli rosolare 5’ a fuoco moderato; insaporire con sale e pepe e frullare il composto. Versarlo nello stesso tegame di cottura, unirvi la panna e farla ridurre a metà; salare e pepare se necessario.
Nel frattempo tagliare a dadini lo speck e metterlo in una padella antiaderente e farlo rosolare finché sarà leggermente croccante; incorporarlo quindi alla salsa a fine cottura.

3)4 porri, 30 gr. burro, ½ bicchiere di vino bianco secco, 4 cucchiai di panna, 1 pizzico di pistilli allo zafferano (oppure una bustina), sale, pepe.
Privare i porri delle radici, della parte esterna e della parte verde più dura, lavarli asciugarli e tagliarli a rondelle sottili. In un tegame far sciogliere il burro , aggiungervi i porri e farli appassire senza farli colorire; insaporire con sale e pepe ed irrorarli con il vino bianco e continuare la cottura a fuoco dolce con il tegame coperto, per 20-30 minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A metà cottura aggiungere lo zafferano ammorbidito (o stemperato) in un mestolino di acqua calda.
Scolare 1/3 di composto di porri e tenerlo da parte; frullare i porri rimasti con la panna fino ad ottenere una salsa omogenea; versarla nel tegame di cottura ed aggiungervi il composto di porri tenuto da parte.

Spaetzli e Valtellina di Aurora


La ricetta degli spaetzli me l'ha passata Gisella.
Spaetzli di grano saraceno:

Farina di grano saraceno 120 g
farina bianca 120 g
latte 120 g
2 uova
sale

Ho messo tutto nel Braun e ho fatto girare fin quando è diventato bello denso, ma non troppo; l'impasto deve rimanere morbido e scendere agevolmente dalla ciotola del Braun all'attrezzo degli spaetzli senza l'aiuto della mano, perchè la mano serve a muovere l'attrezzo apposito.
L'attrezzo è posato sulla pentola che contiene acqua bollente salata.
Quando gli spaezli sono venuti a galla e cioè subito, li ho fatti bollire 1 minuto e poi li ho scolati con la schiumarola, messi in una ciotola caldissima di ceramica. Ho versato sopra burro fuso rosolato con aglio e cubetti di bitto o casera.
Ho spolverato di parmigiano, mescolato e servito.

Gnocchi ripieni di taleggio in spuma di zucca di Maria Pia

di Heinz Beck, liberamente rifatti da me

Gnocchi: Cuocere a MO le patate pulite con poca acqua e coperto con la pellicola apposita x 12 minuti.
Passare al passapatate e versare sulla spianatoia con 200g di farina di semola rimacinata, 1 uovo. Impastare e formare un rotolino come si fa per gli gnocchi, spianare con il matterello in modo da formare un rettagolo, una striscia.
Taleggio passato 40sec a MO.
Mescolare bene e versare nel sac a poche con il foro più piccolo.
Spremere sul bordo della striscia e arrotolare in modo da chiudere e riformare il rotolino, anzi allungarlo anche di più.
Tagliare gli gnocchi piuttosto allungati

Spuma
Cuocere a MO la zucca quasi mezza di quella mantovana x 10 minuti. Togliere la buccia, i semi e i filamenti e tagliare a quadratoni.

In una padella filo olio e 1/2 cipolla tritata, versare la zucca e far insaporire, poi sfumare con vino bianco e finire a cuocere con un po' di brodo. La zucca è cotta quando il liquido si è ritirato.
Versare il contenuto della padella nel mixer, aggiungere 1 tuorlo e 50g di panna fresca. Frullare bene.
Montare 100g di panna fresca.
versare in una terrina la zucca frullata e mescolare la panna

Lessare gli gnocchi
Piatto: Un mestolo di spuma e sopra gli gnocchi

Gnocchi ripieni di Mylly

1 kg di patate
4 uova
3 etti di farina
½ etto di burro
½ etto di parmigiano
1 etto di magro di vitellone
1 etto di magro di maiale
1 etto di petto di tacchino
1 etto di prosciutto magro
un pizzico di noce moscata

Fai rosolare in metà burro tutta la carne e il prosciutto, quindi macinala finemente con l’aggiunta di qualche cucchiaio di parmigiano, due uova e una generosa grattugiata di noce moscata.
Prepara gli gnocchi nella maniera classica, aggiungi le altre due uova, il rimanente burro e parmigiano. Confezionali come grissini e tagliali lunghi 3 cm.
Tagliali per metà spessore, nel centro, dove andrà posto l’impasto, quindi farcisci gli gnocchi, richiudili e cuocili in acqua bollente salata.
Condisci con sugo a piacere.

Gnocchi di zucca di Gisella

x 6 persone
500 g di zucca pulita e cotta al forno avvolta in stagnola e fredda
500 g di patate da gnocchi, passate e lasciate raffreddare
200 g farina 0
1 uovo grande
a piacere, nell'impasto, si può aggiungere del parmigiano o grana grattugiati (2 cucchiai colmi) e della noce moscata.
Si procede come per i normali gnocchi di patate, sia nell'impasto che nella cottura, quindi si servono al burro e salvia.

Gnocchi di zucca di Ezia

Per mezzo chilo di polpa di zucca cotta
100 gr. di farina
1 uovo
un po di noce moscata

Passi la polpa ci metti la farina l'uovo e la noce moscata con un cucchiaino metti gli gnocchi in acqua bollente (io provo sempre con uno prima se la farina basta dipende dall'umidità della zucca)..
poi burro e salvia e una grattata di ricotta affumicata e seccata....

Gnocchi di Serafina

Riscaldare l'acqua quasi a bollore, aggiungere il sale e lo stesso peso dell'acqua di farina, esempio: 1/2 litro di acqua + 500 gr farina ( del tipo 00 e grano duro insieme), mescolare velocemente, spegnere il fuoco e lasciare intiepidire. Impastare con le mani formando una palla e dopo averla coperta lasciare a riposo x mezz'ora .
Formare gli gnocchi, lessarli e condirli a piacere .

Gnocchi di ricotta di Ezia


300 gr di ricotta
100 gr di farina circa...
8o gr di parmigiano
1 uovo intero e 1 tuorlo
sale

Passi la ricotta al setaccio...poi amalgami tutti gli ingredienti....la farina è bene metterne un po' alla volta e vedere quanto assorbe l'impasto...Devono venire un pochino più morbidi di quelli di patate....
Fai i rotoli come quelli di patate li tagli alla grandezza desiderata....li metti a bollire nell'acqua salata. Quando vengono a galla li togli e li condisci...con burro e salvia è più che sufficiente...anche al pomodoro.... ma possibilmente con sughi che non tolgono il sapore del gnocco ...

Gnocchi di polenta di Ezia

250gr di farina di polenta (mais)
1 l. di latte
50 gr. di burro (avvolte non lo metto)
80 gr. di prosciutto crudo a cubetti
3 tuorli
120 gr. di parmigiano
sale pepe e noce moscata

Metti bollire il latte e mescolando aggiungi la farina a pioggia.
Aggiungi il burro, la noce moscata, sale, pepe. e continua la cottura...
Quando è pronta aggiungi 2 cucchiai di parmigiano i tuorli ed il prosciutto mescola bene e versa il tutto su un piano di marmo e spianala allo spessore di 1 cm. lasciala raffreddare.
Ora con uno stampino tonto ricava dei dischetti che metterai in una teglia imburrata ci versi sopra un po di burro fuso magari con la salvia e il restante parmigiano....inforni finchè è ben dorato....

Gnocchi di patate di Gisella

Per gli gnocchi di patate servono patate a pasta bianca, farinose, tipo olandesi; non devono essere nuove, perché troppo ricche di acqua. Io le cucino a vapore, le passo e le lascio raffreddare, perché se sono impastate da calde, assorbono troppa farina e gli gnocchi non sono buoni.
Le proporzioni in genere sono:

500 g di patate passate
200 g di farina

Se non si è convinti della tenuta delle patate, si può aggiungere un uovo, ma se le patate non sono nuove e vengono impastate da fredde, non sorgono problemi.

gnocchi di castagne di Simonag

2 hg di farina di castagne, 1 hg di farina 00, 1 patata bollita grossa, acqua caldissima qb, sale

impastare il tutto fintanto che la patata e' caldissima, fare dei cilindretti, tagliarli a tocchettini di 1 cm efare il gnocco il piu' sottile possibile
condire poi con pesto genovese

Gnocchi di castagne 1 e 2 di Ezia

Ingredienti: 300 gr. farina di castagne - 100 gr. di farina bianca - 1 bicchierino di grappa - acqua - sale q.b.

Impasti assieme le farine con la grappa e aggiungi acqua finchè diventa una pasta di gnocchi normali. Li tagli come i normali gnocchi di patate . Sarebbe ottimo cucinarli in brodo di carne poi li condisci con burro fuso e formaggio.

Ingredienti: 700 gr. di patate - 80 gr. di farina - 120gr. di farina di castagne - 1 uovo - sale q.b.

Lessi le patate le schiacci nello schiacciapatate e prosegui come nella ricetta degli gnocchi normali unendo le due farine. Sono buoni con burro e salvia o con pancetta o guanciale soffritto...

Gnocchetti di ricotta di Azalea

600 gr. ricotta,
150 gr. farina,
2 uova,
parmigiano,
sale
pepe
noce moscata,
4 zucchine,
400 gr. pomodorini,
1 cipollotto,
peperoncino (facoltativo)
basilico.

Mescolare la ricotta con la farina, le uova, sale, pepe, due cucchiai di parmigiano, una grattata di Noce moscata fino a formare un composto uniforme.
Metterlo nella tasca per dolci con la Bocchetta larga e con il coltello tagliare gli gnocchetti e farli cadere sulla Spianatoia infarinata, spolverizzandoli delicatamente con la farina in modo che non attacchino.
In una padella far Rosolare due cucchiai d'olio con il cipollotto, tagliare le zucchine a julienne ed aggiungerle al Soffritto, cuocendole coperte per 10 minuti.
Nel mentre tagliare a dadini i pomodori dopo aver tolto i semi ed aggiungerli alle zucchine.
lessare gli gnocchetti in abbondante acqua salata e fateli saltare delicatamente nella padella con le verdure, aggiungendo basilico tritato e , se piace, peperoncino.
Servire subito, ben caldi.

venerdì 30 gennaio 2009

Tagliatelle in salsa verde di Azalea

Ingredienti
• 350 gr di tagliatelle
• 200 gr di calamaretti già puliti
• 200 gr di code di gambero sgusciate
• 50 gr di panna
• 100 gr di erbette
• 100 gr di piselli sbollentati
• 50 gr di rucola
• 1 cipollotto
• 2 spicchi d'aglio
• maggiorana
• olio
• sale
• pepe

Soffriggere in olio il cipollotto tritato, unire le erbette precedentemente scottate e la rucola tagliuzzate, salare, bagnare con un mestolino d'acqua e cuocere per 5 minuti.
Aromatizzare 60 ml d'olio con gli spicchi d'aglio e la maggiorana, unire i calamaretti tagliati a rondelle e ciuffetti, i piselli, sale, pepe e cuocere per 15 minuti a fuoco vivo, mescolando spesso.
Aggiungere i gamberi a pezzetti e cuocere ancora 2 minuti.
Passare al colino l'intingolo, separando la parte densa dal sugo. Quest'ultimo lo frullerete insieme alle erbette e alla rucola, ottenendo una salsina verde; versarla in una larga padella, riscaldarla con la panna, quindi saltarvi le tagliatelle lessate, nel frattempo, al dente.
Trasferire nella zuppiera di portata e completare con la parte densa del sugo, tenuta al caldo, mescolando bene.
Servire subito, ben calde.

Tagliatelle con mazzancolle di Maria Pia

Con una forchetta ho tolto il budellino nero, il lavoro più lungo,
poi ho tolto le teste e il carapace, ho lasciato 4 gamberi interi per ogni piatto, gli altri li ho fatti a pezzi.
In una ciotola ho messo i pomodorini fragolini tagliati in quarti, foglioline di origano e basilico, peperoncino e sale.Far riposare.
Fumetto
in una pentola ho messo una carota a pezzi, 1/2 cipolla anch'essa a pezzi e poco olio, quindi i carapaci e le teste dei gamberi, ho fatto rosolare fino a che i gamberi sono diventati rossi, ho ricoperto di acqua.Schiumare e far bollire 30 minuti.
Ho fatto le tagliatelle con 3 uova, 200g di farina di semola di grano duro e 100g di farina 0.
In una padellona ho messo olio e 2 spicchi d'aglio, poi i pomodori e 2 mestoli di fumetto passato con il cinese.
Quando si è ritirato mettere i gamberi interi e a pezzi e prezzemolo tritato
Versare la pasta scolata e farla saltare

Spaghetti vongole e zucchine di Donatella

questa ricetta l'ho rubata su FacileTV:
Ho preparato una crema, frullando delle zucchine passate in padella con olio evo e aglio.
Ho messo in un saltapasta dell'olio evo e aglio. Ho aggiunto le vongole sgusciate, bagnato con vino bianco e fatto evaporare.
Intanto ho lessato gli spaghetti. Scolati molto al dente li ho saltati con le vongole e aggiunto la crema di zucchine. Servito con una spolverata di bottarga di tonno.

Spaghetti alla busara di Aurora


Ricetta imparata in Croazia da ristoratori e pescatori del luogo.
Prendere una grossa cipolla dolce (o due), tagliarla a fettine sottili e farla cuocere dolcemente in olio exv di oliva in una pentola molto grande che poi deve andare in tavola.
Quando è ben rosolata, bionda evanescente, che sta quasi per svenire, aggiungi gli scampi (è buona anche con i gamberoni), far cuocere per 5 minuti circa, sfumare con un dito di vino bianco, poi aggiungere la salsa di pomodoro, salare, aggiungere peperoncino o pepe e far cuocere facendo asciugare un tantino la salsa.
Lessare gli spaghetti al dentissimo e quando sono pronti, scolarli e versarli nella pentola del sugo. Spolverare con prezzemolo tritato finissimo.
Girare, mescolare per bene e portare la pentola in tavola...
Attenzione ai vestiti
Volendo si può sostituire la cipolla con l'aglio: ha un altro sapore, ma è altrettanto buona.

Scialatielli canocchie e fave di Gisella

X 4
Scialatielli
400 gr. di farina
100 gr. di latte
Qualche foglia di basilico tritata finissima
2 cucchiai di olio extravergine
Un cucchiaio di pecorino (o grana) grattugiato
Sale q.b
Impastare, stendere e tagliare alla misura di tagliatelle un poco spesse, lunghe al massimo 10/15 cm
Sugo:
500 g di canocchie (o cicale di mare) tagliate a pezzi di due dita
2 chili di fave pesate col baccello
Aglio 2 spicchi
Olio extra
Brodo vegetale un bicchiere (circa)
Prezzemolo tritato
Saltare in padella, con olio e aglio le canocchie; in un altro tegame cuocere le fave sbucciate in un cucchiaio di olio, con l’aggiunta del bicchiere di brodo. Una volta stufate, unire le canocchie col loro fondo di cottura, eliminando l’aglio e mantecarvi gli scialatielli, unendo un poco dell’acqua di cottura, e spolverando, fuori fuoco, con prezzemolo tritato.

Savarin di riso alla marinara con salmone di Maria Pia


brodo: sedano, carote e cipolle in 2 litri di acqua

code di mazzancolle 500g
1 rete di vongole lupini
1 rete di cozze
2 fette di salmone fresco
besciamella: 40g di olio exv, 50g di farina, 200g di latte, 300g di brodo
400g di riso carnaroli
prezzemolo tritato
la scorza di 1 limone grattugiato

sgusciare le mazzancolle e privarle del budellino nero
mettere a spurgare le vongole in acqua e sale
pulire le cozze
ricavare la polpa di salmone e tagliarla a pezzettoni
mettere a bollire il brodo e dopo almeno 30 minuti versare le mazzancolle e farle cuocere x 2 minuti , scolarle
Passare il brodo e conservarlo
In 2 padelle aprire le vongole e le cozze, sgusciarle e conservarle con un po' di liquido
Il restante liquido delle cozze e vongole versarlo nel brodo.
nel mixer frullare il salmone con il prezzemolo, 1 albume , scorza di limone grattugiato e poco sale. Fare delle piccole polpettine e rotolarle nella farina.
Togliere 300g di brodo, il restante porlo sul fuoco e all'ebollizione cuocere le polpettine x 1 minuto.
lessare il riso in acqua bollente salata x 15 minuti deve restare al dente.
fare la besciamella partendo dall'olio e la farina, quando è pronta insaporire con il sale e abbondante prezzemolo tritato.
togliere 4-5 cucchiai di besciamella e mettere da parte.
mescolare la besciamella restante con le vongole, le cozze e polpettine.
togliere 2-3 cucchiai di ripieno e mettere da parte
imburrare uno stampo a savarin e rivestire le pareti e il fondo con il riso, pressarlo bene, poi versare il ripieno e ricoprire con il restante riso e pressare.
forno a 180° x 30 minuti
Sfornare su un piatto da portata e versare nel buco il ripieno messo a parte, distribuire la besciamella restante sul riso e servire

Ravioli ripieni di pesce di Alma


Per i Ravioli:
300 gr. di farina, 2 uova, 1 cucchiaio di spinaci lessati e strizzati, polpa di rana pescatrice o branzino 500 gr.
2 piccole zucchine
Per il condimento:
2 zucchine, 2 pomodori, 1 scalogno, 10 code di gambero, 1 calamarro.
Preparazione:
Lavorare 150 gr. di farina con un uovo poca acqua e un pizzico di sale fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Con la rimanente farina, l'uovo, gli spinaci ed un pizzico di sale fare un secondo impasto. Avvolgerli entrambi nella pellicola e lasciarli riposare.
Raccogliere in una padella la rana pescatrice a cubotti e le zucchine con un filo d'olio e farle cuocere per 7 minuti. Scolare il pesce conservando i fondo di cottura. Tritare la rana pescatrice con le zucchine ottenendo un composto non troppo fine, da utilizzare per farcire i ravioli. Tirare la pasta gialla e quella verde in due sfoglie sottili. Distribuire sulla pasta gialla porzioni di ripieno grosse come una noce (io mi sono servita del sac a poche), spenellare i bordi di acqua o albume coprire con la sfoglia verde, sigillare la pasta tutta intorno, ritagliare con l'apposita caccavella i ravioli, premere con la forchetta il bordo dei ravioli per chiuderli bene.
In una padella antiaderente capace di contenere poi ravioli, rosolare due scalogni in olio ev, aggiungere le zucchine tagliate a julienne, i calamarri tagliati ad anelli sottili, i gamberetti e far saltare il tutto per qualche minuto, aggiungere il fondo di cottura della rana pescatrice.
A parte far bollire dell'acqua e immergervi 10 secondi i pomodori quindi spellarli, privarli dei semi e tagliarli a cubetti piccoli. Aggiungerli alle zucchine un attimo prima di mettere i ravioli.
Cuocere in abbondante acqua salata i ravioli per circa 3-4 minuti, scolarli e farli saltare nel sugo. Servire

Ravioli di sogliola di Gisella


sono ravioli tipici di Pesaro
pasta:
500 g farina
5 uova
poco sale
Ripieno dei ravioli:
2 etti di filetti di sogliola (o altro pesce: merluzzo, scorfano, trota...)lessato
3 etti ricotta
prezzemolo tritato fine
un pugno di parmigiano
noce moscata
buccia di limone grattugiata
sale
Confezionare i ravioli

Salsa:
Rosolare in poco olio 1 etto di pancetta tritata e 1/2 cipolla tritata fine
Far appassire la cipolla, poi unire 2 etti e 1/2 di filetti di sogliola crudi, tagliati a coltello. Far stufare, quindi unire un bicchiere di vino bianco (da noi il Bianchello). Aggiungere 300 g di pomodori pelati passati e un cucchiaino di concentrato e far cuocere 20, 25 minuti. Afine cottura, fuori dal fuoco, aggiungere poco prezzemolo tritato.
Condire i ravioli e spolverare con altro prezzemolo.
ecco qui la foto di Fiorella:
conditi con olio evo, maggiorana, timo e salvia

Ravioli di pesce di Giolli

(per 8 persone)
4 Filetti di pesce bianco (Orata, branzino , pagello..)
1 Panino raffermo
2 uova
Maggiorana
Noce moscata
2 cucchiai parmigiano grattugiato (non indispensabile)
Latte
Olio
Sale
Pepe

Pasta
500 g semola rimacinata grano duro
1 uovo
2 cucchiai foglioline di maggiorana
2 cucchiai di vino bianco
1 cucchiaino d’olio EVO
1 cucchiaino sale
Acqua Q.B.

Per la pasta
Amalgamare tutti gli ingredienti (io uso il Bimby) cercando di realizzare un impasto piuttosto sodo e mettere a riposare coperto da pellicola al fresco, non in frigo.
Per il ripieno
Io uso i filetti surgelati di pesce pescato, non allevato, ma va bene anche fresco. Scongelare i filetti e metterli in forno a 200° in una teglia pennellati di olio, sale e pepe.
Nel frattempo mettere a bagno il pane nel latte in modo che si ammorbidisca bene.
Dopo circa 20-25 minuti il pesce è cotto, togliere la pelle e le eventuali lische residue e passarlo con il passatutto a buchi grossi. Passare anche il pane bagnato nel latte ben strizzato e la maggiorana (1 cucchiaio circa di foglioline). A questo punto amalgamare al composto le uova intere, una grattata di noce moscata, 1 spolverata di pepe, il parmigiano, 1cucchiaio d’olio e aggiustare di sale.
Tirare una sfoglia molto sottile con l’impasto (io uso il numero più basso della Nonna Papera) e su una parte disporre delle palline di ripieno distanti circa 5 cm l'una dall'altra e con l'altra parte coprite il tutto
chiudendo per bene i bordi con le mani dopo averli leggermente inumiditi con un pennellino intinto nell'acqua.
Ritagliare quindi i ravioli della forma che più aggrada.
Si possono condire con un sughetto di muscoli o di triglie.

Pastotto con gamberi rossi di Maria Pia

550g di gamberi rossi
fumetto
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla bianca
15 pomodorini divisi a metà
carapaci e teste dei gamberi
filo d'olio
brandy per sfumare

2 spicchi d'aglio
fumetto
pecorino grattugiato
250g di pasta all'uovo

rosolare le verdure a pezzi , carapaci e teste dei gamberi, sfumare con brandy e mettere i pomodorini, coprire con acqua fredda.
Schiumare e fare bollire 20 minuti
passare tutto al mulinello
in una padella mettere olio e spicchi d'aglio, versare quindi il fumetto, all'ebollizione salare e mettere la pasta, io ho usato 250g di maccheroni alla chitarra secchi, fare cuocere x 4 minuti nell'ultimo minuto mettere i gamberi. Chiudere il fuoco e spolverare con pecorino grattugiato
la pasta si è cotta nel fumetto benissimo, il sapore buonissimo

Pasticcio marinaro di Azalea

300g pasta tipo sedani rigati,
200g coda di rospo,
80g tonno fresco,
100g filetto di salmone,
700g cozze,
3 filetti d'acciuga,
2 spicchi d'aglio,
2 cucchiai polpa di pomodoro.
1 dl vino,
2 cucchiai di timo e prezzemolo tritati,
1 cucchaio farina,
erba cipollina,
mezzo bicchierino vermouth secco (o vino bianco),
4 cucchiai d'olio,
35g burro,
brodo,
sale e pepe.

Lavare bene le cozze, metterle in una padella con uno spicchio d'aglio, gli aromi e il vino (1 dl). Coprire e farle aprire a fuoco vivo, poi sgusciarle e filtrare il liquido emesso in cottura.
Scaldare l'olio col secondo spicchio d'aglio, sciogliervi dentro le acciughe, poi unire i pesci tagliati a pezzettini e farli insaporire a fiamma viva per 3 minuti.
Spruzzare col vermouth, far sfumare, unire il pomodoro, sale e pepe e cuocere per 5 minuti.
Sciogliere 20g di burro in un pentolino, stemperarvi la farina e diluire prima col liquido delle cozze poi col brodo ( in tutto 2,5 dl).
Cuocere per 7 minuti, sempre mescolando.
Lessare la pasta al dente, condirla col pesce, la salsa, le cozze, l'erba cipollina tagliuzzata e il pepe.
Mettere la pasta in una teglia da forno imburrata e cosparsa di pangrattato e infornare a 180C per 20 minuti.

Pasta con le sarde alla moda di Fiorella

per 2
2 etti di sarde pulite
uno spicchio d'aglio
capperi dissalati
2 acciughe
olive taggiasche
olio evo
pane grattugiato.
spaghetti alla chitarra

ho profumato l'olio con l'aglio, poi l'ho tolto.
aggiunto le acciughe che ho lasciato sciogliere
aggiunto le sarde, cotto per pochi minuti ( si spappolano), poi ho aggiungo
i capperini dissalati.
nel frattempo ho ridotto a crema le olive, con il mixer e ho aggiunto anche queste al sugo. poi ho spento il fuoco.
ho abbrustolito in padella, con pochissimo olio, un po' di pane grattugiato
lessato la pasta, allungato il sugo con acqua di cottura.
scolato e condito col sugo, poi spolverato col pane....

Pasta alla spigola di Maria Pia

1 spigola o branzino sfilettato
400g di pasta all'uovo
5 cucchiai d'olio exv
1 spicchio d'aglio
scalogno
finocchietto selvatico
pomodorini 200g, ho usato i datterini
peperoncino
fumetto di pesce fatto con la testa e la lisca
cognac

Fare rosolare l'aglio con lo scalogno tritato e il peperoncino, aggiungere i filetti della spigola tagliati a dadini, cuocere 5 minuti, salare. Bagnare con il cognac, quindi versare i pomodorini tagliati in 4, finocchietto e il fumetto ottenuto bollendo per 20 minuti la testa e la lisca.
Far cuocere x altri 6 minuti.
Saltare la pasta nel sugo, un filo d'olio,
guarnire con ciuffi di finocchietto

Pasta alla crema di asparagi e gamberi di Fiorella




spaghetti di farro
asparagi
gamberoni
olio evo
sale
pepe di mulinello

cuocere al vapore gli asparagi e lasciare intiepidire.
dividere le punte degli asparagi dai gambi. mettere i gambi nel robot, con sale e olio evo, fino ad ottenere una crema.
saltare in una larga padella, con poco olio, i gamberoni sgusciati. aggiungere la crema di gamberi e cuocere per pochi minuti.
nel frattempo lessare gli spaghetti, emulsionare il sugo con qualche cucchiaio dell'acqua di cottura, scolare la pasta e saltarla in padella col
sugo, aggiungendo le punte degli asparagi. pepe a piacere

Passatelli al sugo di ceci e vongole di Gisella

Questa è una ricetta la cui ispirazione è nata dall’averla assaggiata presso l’Istituto alberghiero della mia città:

per 4 persone:
Passatelli
3 uova
150 g parmigiano grattugiato
150 g pangrattato finissimo
1 cucchiaio abbondante di farina
Buccia grattugiata di un limone
Noce moscata q.b.
Preparare l’impasto per i passatelli lavorando come fosse una pasta da sfoglia: lavorando lungamente, i passatelli rimarranno sodi senza disfarsi; in questo caso, aggiungiamo anche un cucchiaio di farina perché si tratta di passatelli asciutti, che devono quindi essere più corposi.
Andranno cotti in brodo vegetale.
Per la salsa:
200 g di ceci lessati (conservare un mestolino della loro acqua di cottura)
800 g di vongole o di lupini
Uno spicchio di aglio
Un ciuffo di rosmarino
Olio extravergine q.b.
Prezzemolo tritato

Lavare molto bene le vongole, lasciandole prima a bagno in acqua salata, in recipiente capiente, con un piattino capovolto sul fondo, onde raccogliere l’eventuale sabbia.
In una padella versare due cucchiai di olio, unire aglio e rosmarino,far prendere leggero colore allo spicchio di aglio, quindi eliminare entrambi. Unire le vongole, farle aprire; aggiungere il mestolino di acqua di cottura dei ceci e i ceci,insaporire un attimo, quindi versare i passatelli cotti e mantecarli delicatamente nel sugo. Spolverare con prezzemolo tritato e servire.

Paccheri ripieni di Fiorella






leggendo varie ricette di lasagne al pesce, paccheri ripieni di ogni delizia, ho ideati i miei paccheri ripieni di pesce, che ho preparato per la cena di
vigilia
per 10 persone:
500 gr. paccheri
500 gr. filetti di persico
200 gr. salmone fresco
200 gr, pesce spada
300 gr. salmone
500 gr. vellutata appena lenta ( preparata con farina, burro e brodo vegetale)
200 gr. di spinaci lessati e strizzati
300 gr. salmone affumicato
100 gr. mascarpone
olio evo
due spicchi di aglio
pepe
due cucchiai di pane grattugiato

ho spezzettato a piccolissimi pezzi, con le mani il persico, il ssalmone fresco e lo spada, per essere sicura che non ci fossero spine
in una larga padella ho scaldato l'olio e ho insaporito con l'aglio ( che ho levato prima che colorisse). aggiunto il pesce e cotti per una decina di minuti, giusto il tempo che cambiasse colore, salato e pepato.
ho messo da parte in una ciotola, aggiungendo al pesce gli spinaci tritati fini.
mentre cuocevano i paccheri, al dente, mi raccomando, ho frullato il salmone affumicato con il mascarpone, poi l'ho unito alla vellutata.
scolare i paccheri e passarli sotto l'acqua fredda.
con la mia personalissima sac a poche ( le mani!!!), ho riempito i paccheri col composto di pesce e spinaci
ho ricoperto il tutto con la vellutata rosa, cosparso di pane grattugiato e infornato per quindici minuti a 180°

Minestra con le vongole di Taty

Minestra con le vongole
Mettere le vongole a spurgare in acqua x 24 ore.
Dopo tale periodo le vongole vengono poste in un tegame dove si apriranno a fuoco lento.
Togliere i molluschi dal guscio e lasciarne alcune con il guscio.
Fare un battuto con 4 cucchiai di olio, 1/4 di cipolla tritata sottile, del prezzemolo e uno spicchio d'aglio,
si soffrigge il tutto in un ampio tegame aggiungendo la polpa tritata di 4 pomodori secchi che erano stati sbollentati e privati dei semi.
Lasciare cuocere per 20 minuti, aggiungere le vongole lasciandole rosolare,
aggiungere dopo qualche minuto acqua calda sufficiente per la minestra, regolare il sale al bollore versare la fregola grossa per qualche minuto.

Lasagne totani e ricotta di Azalea

Dose per 4 persone:
12 fogli di pasta fresca, 700g totani puliti, 1 cipolla, 150g ricotta, 150g pomodori, mezzo bicchiere vino bianco, 30g capperi, erba cipollina, prezzemolo, sale e pepe.

Rosolare nell'olio la cipolla tritata, aggiungere i totani a pezzetti e spruzzare col vino, facendolo evaporare.
Unire sale, pepe, prezzemolo tritato e cuocere per circa 15 minuti.
Trasferire il tutto in una ciotola, unirvi la ricotta, i capperi e l'erba cipollina tritati e mescolare bene.
Disporre in una teglia imburrata 4 fogli di pasta, spalmare con metà del composto, fare un altro strato di pasta, spalmare col composto rimasto e finire con i rimanenti fogli di pasta.
Distribuire sulla superficie i pomodori tagliati a dadini, salarli leggermente e infornare a 180C per 15 minuti.

Lasagne salmone e caviale rosso di Mariapia


1 confezione di sfogliavelo Rana
caviale rosso o uova di lompo
salmone affumicato a fettine sottili
parmigiano
besciamella
750 cc di latte leggero
40g di burro
40g di farina
noce moscata
ho lessato le sfoglie in acqua salata e le ho stese su un unico canovaccio
Ho preparato la besciamella che dal bollore ho fatto cuocere x oltre 10 minuti
ho versato nella besciamella il caviale rosso
Imburrata la teglia ho fatto 5 strati, ogni strato con qualche fettina di salmone e besciamella, parmigiano grattato al momento con la microplane
Cottura in teglia su griglia cottura bassa, funzione aria ventilata a 200° e MO 160W x 24 minuti

Lasagne leggere ai gamberi di Azalea

Queste lasagne sono molto buone, molto leggere e contengono solo 190 calorie a porzione...

6 fogli di pasta fresca per lasagne
2 dl latte scremato
100g gamberi sgusciati e lessati
150g brodo di pesce preparato col dado
20g farina
4 cucchiai yogurt magro
1 cucchiaio grana grattugiato
1 ciuffo basilico
1 cucchiaio prezzemolo tritato
un cucchiaio olio
sale

Scaldare l'olio, unire la farina, farla tostare, diluire col latte e, mescolando, portare a ebollizione.
Salare, unire il brodo e dopo due minuti togliere dal fuoco.
Frullare il basilico con lo yogurt e aggiungerlo alla besciamella preparata.
Lessare le lasagne in acqua salata e scolarle.
Spalmare sul fondo di una pirofila due cucchiai di besciamella, coprire con uno strato di lasagne e uno di gamberi, fare altri strati terminando con la besciamella.
Spolverizzare con il grana e il prezzemolo e infornare a 200° per circa 30 minuti.

Insalata ai frutti di mare e di pesce di Azalea

300g riso per insalate
1 Peperone Giallo
1 Peperone Rosso
1 Carota Bollita
300 G Cozze
300 G Vongole
500 G Pesce Con Polpa Bianca E Soda
8 Code Di Scampi
2 Cucchiai Olio D''oliva
1 Cipolla Tritata

Per Il Condimento:
peperoncino tritato
2 Cucchiai Aceto Di Vino Bianco
6 Cucchiai Olio D''oliva
Sale
2 Cipollotti Tritati
2 Cucchiai Erbe Fresche Tritate (prezzemolo, Menta)

Lessate al dente il riso in una pentola con acqua bollente, scolatelo e passatelo sotto l''acqua corrente per raffreddarlo e bloccarne la cottura. Lavate i peperoni, privateli dei semi e delle membrane bianche interne, infine riduceteli a striscioline.
Tagliate a rondelle la carota bollita.
Pulite le cozze e le vongole, ponetele in una casseruola con il coperchio e fatele cuocere 15 minuti a calore moderato.
Tagliate a pezzetti la polpa del pesce; lavate le code di scampi ed eliminate le interiora.
Fate soffriggere la cipolla in una capace casseruola con l''olio, a calore moderato per 4-5 minuti.
Unite il pesce e gli scampi e fateli cuocere per 10 minuti, dopodichè toglieteli dal recipiente con un mestolo forato e lasciateli raffreddare.
Fate ridurre il loro fondo di cottura a circa un quarto della quantità iniziale, quindi mettetelo da parte..
Mescolate sei cucchiai del fondo di cottura del pesce, l''aceto, l''olio,il peperoncino, il sale necessario, le erbe e i cipollotti tritati.
Mescolate con cura, in modo da ottenere una salsetta omogenea. Raccogliete in una piccola insalatiera il riso, le cozze e le vongole complete di guscio, i pezzi di pesce, le code degli scampi, le striscioline di peperone e le rondelle di carota, cospargete il tutto con la salsetta preparata e mescolate in modo che il condimento possa distribuirsi uniformemente. Fate riposare l''insalata in frigorifero per un''ora prima di servire.

Fagioli, castagne e calamaretti di Maria Pia

E' una ricetta di Bobo, uno chef che mi piace molto
l'ho già fatta 2 settimane fa e ora la sto preparando per stasera, è piaciuta moltissimo
x4
400g di fagioli tondini lessati
pomodorini 220g
calamaretti 400g
150g di castagne secche lessate, io uso le castagne già lessate sottovuoto che compro all'Slunga
aglio
olio exv
peperoncino
sale
origano
rosmarino
maggiorana

In una pentola mettere olio exv, aglio tritato, peperoncino, fare rosolare, quindi aggiungere pomodorini tagliati in 4, dopo i fagioli, di cui una parte schiacciati, le castagne e gli odori
fare cuocere fino ad avere una consistenza cremosa, alla fine i calamaretti, che cuoceranno pochi minuti.

Crespelle di mare di Azalea

Per le crespelle:
500 ml latte
250g farina
20g burro fuso
4 uova

Per il ripieno:
200 ml panna da cucina
16 code di gambero già pulite
2 filetti di sogliola
1 albume
sale e pepe
brodo vegetale

Sbattere con una frusta le uova con la farina setacciata e poco sale, unire il latte a filo e il burro sciolto.
Versare un mestolino di pastella in una padella antiaderente unta, ben calda.
Cuocere la crepes da entrambe le parti, trasferirla in un piatto caldo e ripetere l'operazione per altre 11 volte, ottenendo così 12 crepes.
Frullare nel mixer le code di gambero con i filetti di sogliola, sale, pepe, l'albume e la panna fino ad ottenere un composto omogeneo.
Suddividerlo e disporlo al centro delle 12 crepes: chiuderle a fagottino e legarli con fili d'erba cipollina sbollentati.
Scaldare il forno a 180°.
Versare 2 cm di brodo in una piroflia, disporvi i fagottini, coprire con alluminio e infornare per 25 minuti circa.
Servire ben calde.

Chitarrina con scampi di Maria Pia

x 4
500g di scampi freschi

In una ciotola condire i pomodorini tagliati in 4 parti, un pizzico di origano, diverse foglie di basilico tagliato a filetti, peperoncino, sale.
Preparare un fumetto: in una casseruola far rosolare carota e cipolla a pezzi, gusci e teste degli scampi, ricoprire di acqua, schiumare e fare bollire 20 minuti.
In una padella mettere olio, 2 spicchi di aglio e farli dorare, poi i pomodorini e 2 mestoli del fumetto. Quando è ritirato si mettono gli scampi e poi a mestoli tutto il fumetto.
La pasta scolata va messa nella padella a saltare.
A fuoco spento pecorino grattugiato. Pecorino anche sul piatto.
Con il pesce il pecorino ci sta benissimo

Cavatelli al sugo di pesce di Fiorella


500 gr. polipetti
300 gr. seppioline
400 gr. ciuffi di calamaro
500 gr. pomodorini
olio evo
peperoncino
sal eq.b

ho pulito i pesci e li ho messi nel MO per cinque minuti.
nel frattempo ho tagliato a peta' i pomodorini e li ho messi
nel wok, con olio evo e un po' di sale, a fuoco allegro, fino a che non hanno iniziato ad ammorbidersi.
ho scolato l'acqua dai pesci, e li ho uniti ai pomodorini.
li ho lasciati cuocere per una mezz'oretta... ci ho aggiunto
peperoncino. ..e il gioco, anzi il sugo, è fatto.
p.s. dopo averci saltato dentro la pasta, ci sta bene un giro di
olio crudo e del prezzemolo tritato

Bavette in bellavista di Mylly

18 vol-au-vent del diametro di 8 cm
300 g di bavette all’uovo
200 g di salmone affumicato
400 g di zucchine
1/2 scalogno
50g di burro
100 g di panna
200 g di erba cipollina
sale
Riduci le zucchine a fettine sottili, aggiungi lo scalogno tritato, qualche pizzico di sale e poi rosola il tutto nel burro, allungando con un po’ d'acqua. Tieni il soffritto così sul fuoco per una decina di minuti, poi unisci la panna e il salmone e prolunga la cottura per altri 5 minuti sempre mescolando. Lessa le bavette e nel frattempo metti nel forno già caldo i vol-au-vent e falli intiepidire per circa 5 minuti. Quando le bavette saranno pronte, scola e condisci con il sugo, quindi cospargile con l'erba cipollina tagliata finemente. Per finire riempi con le bavette così condite tutti i vol-au-vent e servili avendo cura che siano ben caldi

Uova fantasia di Mylly



Cosa occorre:
uova sode già sgusciate (dipende da quante persone)
burro
filetti d'acciuga
capperi
tonno sott'olio
gamberetti lessati e sgusciati
prosciutto cotto
gorgonzola dolce
panna
gherigli di noce
aglio
tomato ketchup
prezzemolo
olio d'oliva
peperone
Worchester
pomodoro
sedano
mascarpone

Tagliare le uova a metà e togliere i tuorli.
Prima preparazione: schiacciare il tuorlo e mescolarlo ad una noce di burro ed un cucchiaio di tonno tritato con un filetto d'acciuga e qualche cappero, con questa farcia ricomporre l'uovo.

Seconda preparazione: amalgamare il tuorlo schiacciato con un pizzico di sale, un cucchiaio di maionese, uno di panna e uno di tomato ketchup. Ricomporre l'uovo.

Terza preparazione: amalgamate il tuorlo con un cucchiaio di prezzemolo tritato con l'aggiunta di una grattugiata d'aglio, capperi, con l'aggiunta di un goccio d'olio. Ricomporre l'uovo.

Quarta preparazione: schiacciare il tuorlo con un cucchiaio di prosciutto cotto tritato, un cucchiaio di panna e due gocce di Worchester. Ripetere come sopra.

Quinta preparazione: mescolare il tuorlo schiacciato con un po' di gorgonzola, un cucchiaio di mascarpone e un gheriglio di noce tritato. Ripetere come sopra.

Sesta preparazione: mescolare un cucchiaio di maionese all'aglio e un pizzico di prezzemolo tritato. Ricomporre l'uovo. Disporre sul piatto da portata alternando le mezze uova su di un letto di insalata.

Tortino a modo mio di Azalea

100g mortadella tagliata sottile
4 albumi
una melanzana
150g scamorza affumicata
20g pistacchi
burro
timo, prezzemolo e basilico
grana grattugiato
olio
sale
Tagliate la melanzana a cubetti, metteteli su una placca foderata con carta da forno, condite con 4 cucchiai d'olio, le erbe tritate, salate e cuocete in forno per 10 minuti sotto il grill del forno riscaldato a 180°.
Affettate grossolanamente la scamorza (in alternativa potete usare qualsiasi formaggio che fonda bene, es la fontina, la mozzarella ben scolata...)e tritatela fine nel mixer fino a renderla granulosa: mescolatevi gli albumi e un cucchaio di grana e sbattete bene per amalgamare gli ingredienti.
Imburrate una terrina (o una tortiera antiaderente) di 18 cm di diametro e foderatela con le fette di mortadella (tranne una) facendole sbordare; alternatevi, a strati, le melanzane, il composto di formaggio (che dovrà coprire bene le melanzane) e i pistacchi tritati grossolanamente; chiudete con l'ultima fetta di mortadella e con quelle che sbordano.
Sigillate la terrina con un foglio d'alluminio e infornatela a 180° per 20 minuti.
Lasciatela riposare prima di sformarla e servitela tiepida.

Tomini elettrici di Alma

Tomini freschi
peperoncino piccante
prezzemolo tritato
aglio tritato
olio extra vergine di oliva
sale

Preparare un trito finissimo di aglio, peperoncino e prezzemolo.
Salare i tomini, cospargerli con il trito ed aggiungere abbondante olio (devono essere quasi coperti).

torta tramezzino di Mariella


non c'è una ricetta vera e propria, ho solo messo nel tritatutto del formaggio cremoso (ma si può usare della ricotta asciutta)con del prosciutto cotto ed ho tritato fino ad avere una crema rosa;per quella quella verde ho aggiunto degli spinaci cotti ben strizzati e un po' di parmigiano grattugiato. Poi ho fatto gli strati con il pane con tramezzini, alternando le due creme di formaggio. Naturalmente si può fare con altri ripieni ai funghi, al tonno. Io ho voluto accoppiare due colori contrastanti e molto allegri. Devo dire che era più buona il giorno dopo perchè si è compattata meglio.
Alla fine ho guarnito con la siringa per dolci usando le due creme e dei pomodorini tagliati a spicchi, ma usando la fantasia si può guarnire in mille modi

Stuzzicastomaco di mamma Zina di Fiorella

per ogni stuzzicadente:
1 stuzzicadenti
2 quadretti di emmental ( o fontina, o montasio o scamorza...)
1 quadretto di mortadella
inoltre. uova e pane grattugiato q.b
olio per friggere
infilare sullo stecchino un quadro di formaggio, uno di mortadella e un altro di formaggio
passare nel,uovo sbattuto, nel pane, quindi friggere in olio profondo.

Spiedini tricolori di Mylly

Cosa occorre:
10 fette di pancarré
250 g di mozzarella
5-6 pomodori perini
1 mazzetto di basilico fresco
olio extravergine d'oliva q.b.
sale
Accendi il forno a 150°C.
Elimina la crosta al pancarré e da ogni fetta ricavane quattro quadrati; sistemali sulla placca del forno, rivestita di cartaforno, pennellali con l'olio e inforna per 5 minuti. Sforna e fai raffeddare.
Lava i pomodori e tagliali a fette, quindi mettili in una ciotola e salali leggermente.
Lava il basilico, asciugalo delicatamente, poi stacca le foglie.
Taglia la mozzarella a fette.
Ora che hai tutto pronto togli gli spiedini dall'acqua e inizia infilzando un quadrato di pancarré, una fetta di mozzarella, una di pomodoro, e via così fino a terminare con un quadrato di pancarré.
Sistema gli spiedini nuovamente sulla placca da forno, sempre con carta forno, e inforna per 10 minuti, sempre alla temperatura di 150°C. Sforna e servi subito.

Sformatini di taleggio e gorgonzola di Alma

40 g burro
40 g farina 00
3 uova + 1 tuorlo
taleggio e gorgonzola 130 g ciascuno
250 ml latte caldo
Preparare la besciamella, far fondere il burro e incorporare la farina, aggiungere il latte a filo amalgamando con una frusta, mettere sul fuoco per circa due minuti, aggiungere i formaggi a dadini e farli sciogliere.
Fuori dal fuoco aggiungere uno alla volta le uova e il tuorlo amalgamando bene.
Versare in stampini monouso o in stampini per muffin rivestiti da carta forno, infornarli per 30 min. a circa 200° (a me sono bastati 25 min.).
Spolverare di pepe a piacere
Vengono ottimi anche con altri formaggi, vanno benissimo per finire gli avanzi di formaggio in frigorifero.

Sfogliette con emmentaler, prosciutto e pomodoro di Mylly

Cosa occorre:
250 g di pasta sfoglia già pronta e stesa
80 g di prosciutto cotto in una sola fetta
150 g di emmentaler
passata di pomodoro q.b.
sale
pepe nero
olio extravergine d’oliva
1 uovo

Come si prepara:
Per prima cosa accendi il forno a 180° C.
In un tegame dai bordi alti metti la passata di pomodoro, regola di sale e pepe e fai cuocere per almeno 10 minuti, poi lascia raffreddare.
Stendi la sfoglia e con l’aiuto di un coltello ritaglia dei quadrati. Taglia a dadini sia il prosciutto che l’emmentaler e metti su ogni quadrato di sfoglia un po’ si salsa, un cucchiaio di formaggio e uno di prosciutto. Chiudi i quadrati a mo’ di triangolo, facendo molta attenzione che dai bordi non fuoriesca il ripieno. Disponili in una teglia da forno rivestita con carta forno e pennellali con il tuorlo d’uovo leggermente battuto. Cuoci in forno per 15-20 minuti.

Sfoglia di stracchino di Maria Pia

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare di agricoltura biologica surgelato
pochi semi di sesamo
150g di stracchino o crescenza
3 cucchiai di parmigiano
timo tritato
5 pomodorini datterini a metà
spalmare sulla sfoglia la crescenza, il parmigiano, il timo, ripiegare all'interno i bordi e passarli con tuorlo sbattuto e con i semini di sesamo.
Cottura forno a 200° x 15 minuti, io ho usato la cottura automatica per pizze e quiche fresche del mio forno MO.
Ha impiegato 10 minuti.
Togliere dal forno e mettere in gratella. Mettere sopra al centro e ai 4 vertici i pomodorini a metà
ho diviso in quadrotti

Rustici al gorgonzola di Azalea

300g gorgonzola dolce e cremoso
2-3 pere
una ventina di gherigli di noce
8 fette di pane casereccio
burro
pepe
Tostate leggermente il pane poi dividete le fette a metà.
Spalmatele leggermente di burro.
Lavate e asciugate le pere, tagliatele a fettine nel senso della lunghezza senza sbucciarle.
Lavorate delicatamente il gorgonzola con una noce di burro e pepe, incorporate 4 gherigli di noce spezzettati.
Su ogni fetta di pane mettete formaggio, fettine di pera e un gheriglio intero.
Se vi piace potete spruzzare il composto di formaggio con vodka o con grappa di pere.

Rotolo salato di Mylly


130 g di farina
3 uova piccole
2 cucchiai di zucchero
60 g di spinaci
½ cucchiaino di lievito in polvere
4 cucchiai di burro
250 g di ricotta romana
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
40 g di spinaci
60 g di prosciutto cotto a dadini
2 pizzichi di sale fino
pepe a piacere
Come si fa:
Metti la ricotta in una ciotola, aggiungi il formaggio grattugiato, i dadini di prosciutto e regola di sale e pepe. Amalgama bene, copri con pellicola e riponi in frigo.
Pulisci gli spinaci, asciugali bene e stacca le foglie. Mettile nel mixer, aggiungi 30g di farina e trita. Unisci la farina rimasta miscelata al lievito. Otterrai un composto farinoso verde.
Accendi il forno a 200°C.
Sciogli in un tegamino il burro, spennella una placca da forno, rivesti con carta forno e imburrala.
Bagna e strizza un telo da cucina.
Separa i tuorli dagli albumi in 2 ciotole. Monta gli albumi con un pizzico di sale. Monta i tuorli con lo zucchero. Incorpora ai tuorli montati la farina agli spinaci facendo attenzione a non far sgonfiare l’impasto. Incorpora gli albumi montati a neve ben ferma e versa il tutto sulla placca preparata in precedenza..
Cuoci per 13 minuti circa. Capovolgi sul telo, togli la placca e spennella la carta con acqua fredda, in modo che si stacchi con più facilità.
Staccata la carta e spalma il biscotto con la ricotta. Arrotolalo aiutandoti con il telo.
Fallo intiepidire, tenendolo dentro il telo, poi mettilo in frigorifero per almeno un’ora.
Trascorso il tempo di riposo, togli il telo e appoggialo sul piano di lavoro e taglialo a fette, sistema le fette sul piatto da portata e guarnisci con verdure.

Rotolo di frittata soffice di Lunablù48

ingredienti:
20 gr di farina
sale, pepe
3 uova
maionese
prosciutto cotto
peperoni sott'aceto
lattuga
procedimento:
Si comincia dividendo i tuorli dagli albumi,i tuorli si sbattono con sale e pepe,si aggiunge la farina - i bianchi si montano a neve, poi si incorporano ai tuorli,il composto va versato in una teglia, io avevo quelle d'alluminio usa e getta mi sembra 33x20 (la dimensione non è molto importante) ricoperta da carta da forno,
cuocere a 190° per circa 13-15 min,io ho fatto la prova stecchino -
far freddare
quando è fredda si spalma di maionese si mette la lattuga, sale prosciutto cotto peperoni
e si avvolge bene in carta di alluminio poi va in frezeer per almeno un paio di ore -poi andrà tagliata.

Rotolini di prosciutto di Mylly

Cosa occorre:
1 peperone rosso
1 peperone verde
1 peperone giallo
125 g di formaggio cremoso
25 g di parmigiano grattugiato
2 cipollotti tritati finemente
3 cucchiai di origano fresco tritato
1 cucchiaio di capperi sgocciolati e tritati
1 cucchiaio di pinoli tritati
12 fette di prosciutto crudo sottili
erba cipollina per legare
Dividi in 4 i peperoni e privali dei semi e dei filamenti bianchi, falli abbrustolire sotto il grill del forno con la buccia rivolta verso l'alto. Quando sono anneriti e gonfi mettili in un sacchetto da freezer, lasciali intiepidire e poi spellali. Mescola il formaggio con il parmigiano, l'origano, i pinoli, i cipollotti e i capperi. Ritaglia le fette di prosciutto della stessa dimensione delle falde dei peperoni. Stendi su ogni fetta di prosciutto la crema di formaggio, adagiaci una falda di peperone, quindi una generosa spalmata di crema di formaggio. Arrotola in modo compatto iniziando dalla parte più stretta. Disponi i rotolini in un piatto, copri con pellicola e lascia rassodare in frigo per 1-2 ore. Taglia delle rondelle spesse 1 cm e ferma con uno stelo di erba cipollina.

Rotolini di fioacciugata di Fiorella

per una ventina di girelle:
un rotolo di pasta sfoglia ( ma sarebbe meglio fosse rettangolare)
10 filetti di acciuga sott'olio
100 gr. tonno al naturale
3 carciofini sott'olio
due cucchiaini di capperi dissalati
un paio di cucchiai di senape di djonnaise
albume
scaldare il forno a 180°
tritare nel mixer acciughe, tonno capperi e carciofini, fino a renderli
una crema. aggiungere la senape e spalmare il tutto sulla pasta sfoglia.
arrotolare e far riposare in freezer per una decina di minuti.
quindi tagliare i rotolini ( girelle) e sistemarli sulla placca del forno, coperta con carta forno. spennellare con un po' di albume e cuocere per una ventina di minuti, sino a che non sono belli dorati

Polpettine di mozzarella di Mylly


300g di mozzarella per pizza
1 uovo
100g di parmigiano grattugiato
un mazzetto di odori (basilico, prezzemolo)
sale e pepe
pangrattato
olio di arachidi per friggere
Asciuga bene la mozzarella, tritala e mettila nel frullatore con l'uovo, il parmigiano e il misto di odori.
Regola di sale e pepe.
Forma delle polpettine piccole, passale nel pangrattato e friggile in olio caldo.
Servi subito

pate' di fegato di vitello di Mariapia


L'ho preparato poco fa, è semplicissimo
L'ho visto fare da Stefano e Monica di alice tv

500g di fegato di vitello
burro 180g
100g di panna fresca
200g di prosciutto cotto
2 foglie di salvia
1 scalogno tritato
1 foglia di alloro
1 bicchierino di marsala secco
1 bicchierino di cognac
sale qb
per la gelatina
1/2 litro di brodo di carne
4 fogli di gelatina
Con 1/2 bicchierino di marsala marinare le fettine di fegato x 30 minuti
In una padella antiaderente versare una noce di burro, lo scalogno tritato, le foglie di salvia e alloro fare rosolare la carne , bagnare con il restante marsala e il cognac continuare la cottura fino a che è evaporato l'alcool.
Versare nel mixer tutto il contenuto della padella senza foglie di salvia e alloro, il resto del burro a pezzi, il prosciutto cotto a pezzi, la panna e il sale
frullare bene e passare al setaccio, io non l'ho fatto.
Versare in uno stampo da plumcake foderato con alluminio.
Mettere in frigo
Domani quando avrò il brodo, farò la gelatina da versare sopra-
il patè è ancora in frigo
Si serve tagliato a fette

Panini farciti di TiziMi


Per l'aperitivo ho preparato questi panini utilizzando l'impasto di Maria Pia per panini semidolci:
Panini semidolci con lm
500g di farina forte
150g di lm
5g di l di birra
100g di acqua
2 uova
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di sale
90g di latte
100g di burro
1 uovo e poche gocce di latte

Sera ore 21
Mettere nell'impastatrice 150g di lm, 100g di acqua e 100g di farina forte. Frusta a k per 1 minuto.Chiudere con il coperchio.

Mattina ore 9
Versare 400g di farina forte, 2 uova, 2 cucchiai di zucchero.Lavorare con il gancio fino a incordare, poi pian piano versare poco latte fino a un max di 90g e 5g di l di birra.
L'impasto è morbido, ogni tanto fermare la macchina e con una spatola capovolgere l'impasto.
Lavorare bene alla fine aggiungere il sale e 100g di burro morbido a pezzetti un pezzetto alla volta fino a completo assorbimento.
La vel. dell'impastatrice deve essere sempre a 1 e portata anche a vel più sostenuta.
Lasciare l'impasto nell'impastatrice x 30 minuti.
Fare i cornettini tagliando i triangolini con la rotella tagliapizza.
Metterli a lievitare su una placca ben distanziati x 4 ore. Spennellare con uovo sbattuto + poche gocce di latte e mettere in forno a 180° x 15 minuti
e li ho farciti con fette di salame spalmate con una farcia fatta usando 1 carota, 1 zucchina, 1 peperone rosso piccolo, 4 pomodori perini, 2 uova sode (Tagliare a dadini piccoli la carota, la zucchina ed il peperone e farli saltare in una padella antiaderente per qualche minuto con un cucchiaio di olio, unire fuori dal fuoco il pomodoro tagliato anche lui a dadini piccoli e le uova sode passate allo schiacciapatate)

Verdure fresche per pinzimonio di Azalea

Per SALSA AGRA:
100g ricotta
50g sbrinz grattugiato
succo di un limone
1 cucchiaio d'olio
una falda di peperone sott'aceto a dadini piccoli
1 cipollina sott'aceto tritata
una carota grattugiata
sale e pepe

Per SALSA ROSA:
50g crescenza
30g grana grattugiato
2 cucchiai fiocchi di latte o ricotta
1 cucchiaio aceto
1 cucchiaino olio
2 cucchiai Ketchup
un filetto d'acciuga sott'olio tritata
sale

Amalgamate i rispettivi ingredienti ottenendo così due salse separate che servirete con le verdure fresche porzionate.

Tortino al sesamo di Fiorella

400 gr. melanzane
6 uova
latte
burro
semi di sesamo
sale e pepe
taglia le melanzane a fette alte circa un dito e falle spurgare.
asciugale e falle grigliare sui due lati.
sbatti le uova con mezzo bicchiere di latte, sale e pepe.
imburra uno stampo versal il composto di uova, quindi stendici le fette di melanzana facendole affondare.
spargi con abbondante semi di sesamo e metti in forno a cuocere a 180°
per circa 20 minuti. lascia intiepidire, sforma e taglia il tortino
a quadrotti.

Soufflè di avocado di Mylly

Cosa occorre:
2 avocado
50 g di burro più un po' per ungere la teglia
50 g di farina
3 dl di latte
pepe di Cayenna q.b.
7 gocce di Tabasco
50 g parmigiano grattugiato
4 uova
sale
pepe
semi di sesamo tostati
Preriscalda il forno a 200° C. Spennella col burro 6 pirofile piccole da forno, possibilmente di forma ovoidale. In un tegame piccolo fai fondere il burro a fuoco lento per 1 minuto. Allontana dal fuoco, aggiungi il latte e amalgama con l'aiuto di una frusta, rimetti sul fuoco e porta a bollore, sempre mescolando. Allontana dal fuoco e, sempre mescolando aggiungere il pepe di Cayenna, il Tabasco, 40g di parmigiano, sale e pepe. Sbatti i tuorli ed incorporali al burro aromatizzato. Metti da parte. Sciacqua gli avocado, dividili a metà, eliminare il nocciolo (puoi metterlo in acqua o direttamente in terra, verrà fuori una bella piantina!!!), elimina la buccia e schiaccia la polpa fino ad ottenere una purea. Aggiungi il composto di uova amalgamando bene. Monta a neve ben soda gli albumi e incorporali piano, piano fino ad ottenere un composto omogeneo. Distribuiscilo nelle 6 formelle da forno fino a riempirle. Trucchetto: fai scorrere la lama del coltello intorno al bordo affinché il soufflé si gonfi. Mescola il sesamo col parmigiano avanzato e distribuiscilo a pioggia sui soufflé. Infornare per 15-20 minuti. Fai cuocere con lo sportello leggermente aperto affinché rimangano gonfi. Servi subito.

Spiedini di melanzane di Azalea

• 2 melanzane
• 200 gr. di prosciutto crudo o speck
• 300 gr. di provolone
• olio
• aglio
• origano
Tagliare a fette le melanzane e grigliarle. Tagliare a julienne il provolone e condirlo con un filo d'olio, origano e aglio. Su ogni fetta stendete una fettina di prosciutto o speck e un cucchiaio di provolone condito. Avvolgerle su se stesse fino a formare degli involucri e infilzarli 4 a 4 negli spiedini. Preriscaldare il forno a 200°C e, dopo averli adagiati in una teglia leggermete oliata, passarli sotto il grill per 5 minuti. Servirli ben caldi.

Sformatini di pomodoro di Azalea

250g ricotta
4 pomodori sodi, di forma regolare e di media grandezza
un ciuffo prezzemolo
erba cipollina
4 cucchiai d'olio
sale e pepe
Lavate i pomodori, togliete le calotte e dividetele a dadini, eliminate una fettina alla base quindi tagliate il resto a fette spesse mezzo cm.
Tritate fine il prezzemolo e l'erba cipollina, lavorateli in una terrina con la ricotta, l'olio, sale e pepe, quindi aggiungete i pomodori a cubetti.
Foderate 4 stampini da porzione a pareti lisce con la pellicola trasparente, adagiate sul fondo una fettina di pomodoro, coprite con un pò di ricotta e formate gli altri strati allo stesso modo, terminando con il pomodoro.
Mettete gli stampini in frigo per almeno un'ora, poi sformateli e servite.

Salvia in carrozza di Mylly

Cosa occorre:
36 foglie di salvia gigante
18 fettine di mozzarella ben sgocciolata
18 fettine di zucchine
3 uova
una tazza di farina
una tazza di pangrattato
olio di arachidi per friggere
sale
Scegli delle foglie di salvia grandi (almeno 8 cm circa), lavale e asciugale accuratamente.
Dalle zucchine ritaglia solo la parte verde, con l' aiuto di un pelapatate, in modo da ottenere delle strisce sottili, di uguale dimensione delle foglie di salvia.
Tuffale per 2 minuti nell' acqua bollente e poi asciugale bene.
Con un coltellino ritaglia le fettine di mozzarella leggermente più spesse di quelle delle zucchine.
Prendi due foglie di salvia e farciscile con una fettina di mozzarella e una di zucchina. Chiudi a sandwich fissandole con un stecchino e passale prima nelle uova battute, poi nella farina, quindi nuovamente nell' uovo battuto e per ultimo nel pangrattato.
Friggile in abbondante olio e, quando sono belle dorate, scola bene su carta assorbente in modo da togliere l' unto in eccesso. Al momento di servire togli con delicatezza gli stecchini e regola di sale