mercoledì 18 febbraio 2009

Gli struffoli di Aurora



Gli struffoli sono i dolci più napoletani che ci siano a pari merito con babà e pastiera, ma non li hanno inventati i napoletani bensì i greci... forse.
L'etimo della parola ha tanti genitori c'è chi dice da strongoulos, che chi dice da strutto, c'è chi dice da strofinare la delizia sul palato così come gli struffoli sono ben noti in tutta l'Italia centro-meridionale e a volte lo stesso dolce a nomi diversi: in Umbria e in Abruzzi si chiama cicerchiata.
Lo struffolo deve essere piccino piccino... se la pallina è grossa, diffidate, perchè il rapporto pasta-miele non è favorevole.
800 g di farina 0 (non incorporare tutta la farina, ma solo quella che basta ad avere un impasto morbido che non si attacchi alle mani)
8 uova intere se piccole 9
50 g di strutto o 80 g di burro
1 bcchierino di limoncello o di rum
1 pizzico di sale
50 g di zucchero (o 3 cucchiai di agave)
scorza di 2 arance grattugiate
1 pizzico di bicarbonato
250 g di miele all'arancia
diavoletti, cucuzzata e confettini colorati
Mettere tutto, fino al pizzico di bicarbonato, nell'impastatrice e azionare a vel 1 e poi 2. Impastare fino ad avere un impasto morbido e lavorabile. Mettere l'impasto sulla spianatoia, impastare poco, coprire con una pentola calda e lasciar riposare per 40 minuti.

Riprendere l'impasto e con l'aiuto del mattarelo stenderlo un pochino, lasciandolo alto circa 2 cm e poi tagliare delle striscie. (Consiglio di fare poche strisce alla volta, lasciando l'impasto sotto la pentola, magari scaldata di nuovo)
Assottigliare le strisce come il dito mignolo e tagliare dei pezzettini molto piccoli, spolverandoli via via di farina. (Se si riesce a fare tutto il lavoro senza aggiungere farina è molto meglio perchè così si evita troppa schiuma durante la frittura).
Quando tutto l'impasto è stato tagliato, versare dell'olio di arachide nel wok e friggere pochi struffoli alla volta, dopo averli messo in un setaccio per togliere l'eccesso di farina. E' importante!!!
Adagiare via via gli struffoli su carta assorbente e quando tutti gli struffoli saranno fritti, versare il miele in una padella larga e grande insieme alla scorza della seconda d'arancia. Quando il miele è sciolto e liquido, versare gli struffoli e spegnere il fuoco.
Mescolare con attenzione, versare un po' di diavoletti colorati e mescolare ancora.
Adagiare gli struffoli su un piatto da portata dando la forma di cupola e cospargere di diavoletti e confettini colorati.

Aggiornamento: si possono mettere 50 g di lievito madre al posto del bicarbonato e il risultato è ottimo.

Nessun commento:

Posta un commento