giovedì 23 luglio 2009

Tonno di coniglio di Tiziana



Ho preso un coniglio, tagliato a pezzetti e messo a bollire in acqua con sedano , carota, cipolla e chiodo di garofano, sale e lasciato cuocere per 3 ore. Poi l'ho fatto raffreddare nella sua acqua, quindi l'ho spolpato. Ho riposto la polpa in una terrina (sarebbe andato in un vasetto, ma lo consumavo dopo due gg, quindi ho ripiegato così), gli ho cosparso sopra uno spicchio di aglio tritato e una foglia di salvia, poi l'ho coperto con olio di oliva, rifatto lo strato e ripetuto il tutto. Coperto e messo in frigo. Al momento di servire l'ho messo su un letto di insalata fresca

Pane allo speck di Tiziana


500 gr farina
20 gr strutto
70 gr burro
5 cucchiaini di zucchero
100 gr acqua
100 gr latte
40 gr lievito di birra
120 gr speck a dadini
Fare la fontana e mettere al centro il latte tiepido in cui prima avrete sciolto zucchero e lievito. Aggiungere il burro a pomata e lo strutto. Impastare bene aggiungendo via via l'acqua, fino ad esaurirla. Mescolare bene fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Incorporate lo speck tagliato a dadini. Mescolate ancora un pò e fare la palla. Incidete a croce e fate lievitare per due ore circa. Riprendere l'impasto, sgonfiatelo e fatelo lievitare per un'ora e mezza.
Riprendetelo e formate un filone. SPennellatelo con il latte e fatelo riposare 30 minuti prima di infornarlo a 220 gradi per circa 20/30 minuti.

Torta dolce di zucchine di Azalea

Quando mi è stata data questa ricetta mi è stato detto che è tipica di Viareggio.
Esistono due versioni di "Scarpaccia", quella dolce (viareggina) e quella salata (lucchese).
Io l'ho fatta diverse volte, e solo alla fine svelo l'ingrediente, sennò non tutti si azzardano ad assaggiarla...

Torta dolce di zucchine (Scarpaccia toscana)

600g zucchine
150g farina
150g zucchero
2 uova
50g burro
1 bustina vanillina
mezzo bicchiere di latte
olio d'oliva
sale e pepe

Ridurre le zucchine a scaglie o a rondelle.
Sbattere le uova con lo zucchero, poi unire la vanillina, la farina, il burro fuso e il latte tiepido versato a filo.
Aggiungere al composto un pizzico di sale, pepe, quindi unire le zucchine e mescolare bene tutti gli ingredienti.
Versare in una tortiera imburrata e infarinata, o in alternativa ricoperta con carta da forno, irrorare con un filo d'olio e infornare a 180°C per un'ora.
Toglierla dal forno, farla intiepidire, sformarla e servirla spolverizzata a piacere di zucchero a velo.

Biscottini salati di Tiziana


BISCOTTINI SALATI AL FORMAGGIO

150 gr di farina
80 gr di burro
80 gr parmigiano grattugiato
un uovo più uno per dorare i biscotti prima di infornare
sale q.b.
Riunire tutti gli ingredienti sulla spianatoia e amalgamare velocemente come per una pasta frolla.
Stendere la pasta alta circa mezzo cm e ritagliare in forme a piacere. Spennellare con l'uovo sbattuto e fare cuocere in forno a 170 gradi per circa 15-20 minuti. Servirli caldi (io li ho serviti freddi!)

BISCOTTINI SALATI ALLE ERBE

150 gr farina
80 gr burro
un uovo
sale
un trito di rosmarino, salvia oppure erba cipollina, timo, maggiorana...

Sorbetto al limone di Tiziana



Ricetta del mio amico Fausto, il marito della mia amica Tiziana.
3 confezioni di sorbetto al limone se lo trovate Siviero
1 confezione di gelato alla panna

lasciare intenerire un poco i gelati, unirli e frullarli bene. RImetterli in freezer poi lasciarlo sciogliere prima di servirlo e ritornare a frullare

Zucchine ripiene di Alma


8 zucchine di media grandezza
1 uovo
2/3 cucchiai di parmigiano e pecorino grattugiato
mollica di un panino ammollata nel latte
50 gr. prosciutto cotto
sale
pane grattugiato q.b.
burro

Lessare le zucchine circa a metà cottura. Tagliarle a metà, con un coltellino affilato togliere la parte centrale.
Prendere la parte centrale delle zucchine e tritarla assieme alla mollica di pane strizzata ed al prosciutto cotto, mettere tutto in una terrina, aggiungere l'uovo, il formaggio grattugiato, un po' di sale (poco perchè il formaggio ed il prosciutto sono salati).
Con questo composto riempire le zucchine.
Passarle nel pane grattugiato, metterle in una teglia che vada in forno, aggiungere qualche fiocchetto di burro. Cuocere in forno a 180° per20/25 minuti.
Le zucchine si possono svuotare con un levatorsoli lasciandole intere, si riempiono, si tagliano a tocchetti, si fanno cuocere come sopra.

Patate e squaquerone di Fiorella

Comperate dell'ottimo squaquerone e del favoloso aceto balsamico di Modena.
Lessate al dente qualche patata e lasciatela intiepidire
Distribuite nel piatto di ogni commensale qualche fetta di patata, salate
con moderazione, aggiungete un filo ( veramente un filo) di olio evo.
Accostare una bella cucchiaiata di squaquerone e sporcare il tutto con aceto balsamico.

Mousse al caffé di TiziMi


1 uovo
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di farina 00
250 ml latte
250 ml panna da montare
3-4 cucchiaini di caffè solubile
Chicchi di caffè ricoperti di cioccolato

In un tegame, battere il tuorlo con lo zucchero, aggiungere la farina quindi il latte intiepidito, mettere il tutto su fuoco dolce e cuocere finchè non si sente più il gusto della farina (saranno sufficienti 5-7 minuti). Aggiungere il caffè solubile alla crema calda e mescolare fino a completo scioglimento quindi raffreddare bene il tutto.
Montare la panna molto soda ed incorporarla delicatissimamente alla crema al caffè quindi versare in coppette singole, decorare a piacere e mettere in frigorifero per almeno tre ore.
Con queste dosi vengono tre coppette da dessert o 6 bicchierini come quello della foto.

pesche Arlecchino di Tiziana


1 kg pesche noci
100 gr pinoli
20 amaretti
zucchero
limone
Pulire e lavare le pesche, affettarle sottilissime o tagliarle a dadini, aggiungere i pinoli e gli amaretti spezzettati grossolanamente. A piacere aggiungere zucchero e limone
le quantità sono mooolto a occhio....

Panini morbidissimi di Karlin


(la foto, i commenti e l'esecuzione sono di Tiziana)
Ingredienti per 17 panini

150 gr. farina integrale
250 gr. farina tipo 0
600 gr. farina 00
1 cubetto di lievito di birra sciolto in un po’ di acqua
1 cucchiaino di malto d’orzo
1 cucchiaino di sale fino (o più se piace il pane salato)
2 tazzine da caffè (quelle da bar) piene di olio e.v.o.
acqua appena tiepida q.b.
farina di semola di grano duro per la placca

Mettere le farine a fontana sulla spianatoia e al centro versarvi il malto e il lievito sciolto nell’acqua.
Impastare aggiungendo altra acqua tiepida e incorporando poi il sale e l’olio; deve risultare un impasto molto morbido.
Lavorare a lungo energicamente per ca. 20/30 min., sbattendo ripetutamente la massa sul tavolo, raccogliere a palla, fare un taglio a croce e coprire a campana.
Lasciare lievitare fino al raddoppio del volume, poi sgonfiare la massa senza lavorarla e staccare dei pezzetti di pasta da 100 gr. ciascuno.
Personalmente preferisco fare i panini perché mi tornano comodi al momento del consumo, nulla però vieta di fare 2 pagnotte grandi.
Rifare il taglietto a croce e adagiare sulla placca del forno coperta da carta forno, spolverare leggermente con semola di grano duro, coprire con un tovagliolo.
Quando sono belli gonfi cuocere in forno preriscaldato a 210° con dentro un tegame di acqua, fino a doratura, poi abbassare a 185° fino a completa cottura.
I panini già cotti vanno poi messi sopra una gratella, coperta da un tovagliolo bianco, sopra mettere un secondo tovagliolo e infine una copertina di lana. Lasciare raffreddare completamente.
Note
Non usare semola di grano duro nell’impasto perché toglie morbidezza al pane.
I quantitativi delle altre farine si posso gestire a piacere

Carla in quelli che mi fece assaggiare ci aggiunse pure le noci!! io li ho fatti senza perchè sono a dieta...

Pici ai gamberi di Maria Pia

x2
pici 200g
1 cipolla rossa tritata
2 zucchine romanesche piccoline
10 pomodorini datterini a fettine
300g di gamberi precotti
1 limone succo
olio exv
pecorino grattugiato
prezzemolo e basilico tritati

Togliere ai gamberi il carapace e la testa, metterli in una ciotola con acqua fredda a ricoprire e il succo di 1 limone. Fare macerare per 30 minuti.
Cuocere i pici per 20 minuti( purtroppo hanno una lunga cottura quelli secchi)

In una padella mettere olio e cipolla, dopo poco le zucchine a rondelle,fare cuocere con l'aggiunta di acqua salata, alla fine i pomodorini e i gamberi scolati.
Fare saltare la pasta nel sugo , una spolverata di pecorino e prezzemolo e basilico tritati.
_________________

Biscotti senza uova e burro di Maria Pia


1 kg di farina( 200g di kamut, 200g integrale, 600g farina 00)
1 bustina e un quarto di ammoniaca per dolci
200g di olio exv leggerissimo( ho usato un olio sardo), va bene anche il ligure o del lago di garda
250g di zucchero muscovado
50g di zucchero vanigliato
1 limone della costiera scorza e succo
2 arance succo
50g di latte leggero
eventualmente poca acqua

Mettere nel ken le farine , l'ammoniaca con la frusta a K, mescolare bene, poi aggiungere lo zucchero di canna e il semolato, l'olio.
Cambiare la frusta con il gancio e mettere i succhi di limone e arance, il latte e lavorare fino ad avere un composto molto omogeneo, che non si attacca.
Staccare dei pezzi e stendere con le mani come fossero gnocchi e formare piccoli bastoncini , ritagliare a piacere, oppure stendere con il matterello e ritagliare con formine
Forno ventilato a 180° fino a quando sono dorati 15 minuti circa

Torta di fichi e prugne di Azalea

Una torta rustica per golosi: il ripieno di frutta è cotto in uno sciroppo al vino rosso e racchiuso in una morbida pastafrolla. Se avete problemi di tempo potete preparare pasta e ripieno il giorno prima di cuocerla!

• 150 gr. di farina 00
• 150 gr. di farina di mais finissima
• 250 gr. di zucchero
• 170 gr. di burro
• 2 tuorli
• 1 uovo intero
• 1 limone
• lievito in polvere
• vanillina
• cannella in polvere
• 350 gr. di fichi freschi
• 250 gr. di prugne fresche
• 1 chiodo di garofano
• 1 bicchiere di vino rosso
• 4 amaretti (o 3 savoiardi)

Preparazione
Setacciare insieme le due farine, una punta di lievito, la vanillina e aggiungere il burro leggermente ammorbidito e tagliato a pezzetti piccolissimi tenendolo nella farina, senza manipolarlo.
Lavoratelo poi insieme alla farina con la punta delle dita in modo da ottenere tante briciole.
Unite 150 gr. di zucchero, la scorza grattugiata del limone e 2 tuorli (tenete da parte un albume)e impastate velocemente il tutto.
Appena la pasta riesce a stare insieme, formate un panetto e mettetelo in frigo per circa 40 minuti.
Dividete i fichi in 4 parti e le prugne a spicchi.
Versate il vino in una larga padella, unite lo zucchero rimasto, una punta di cannella e il chiodo di garofano e fate restringere fino a consistenza sciropposa.
Unite fichi e prugne e cuocete per 10 minuti finchè si sarà consumato tutto il liquido, poi fate raffreddare.
Imburrate e infarinate una tortiera e stendete 2 terzi della pasta in un disco spesso circa 3 mm e rivestite la tortiera lasciandolo sbordare. Spennellate la superficie con poco albume, punzecchiatela e sbriciolatevi sopra i biscotti.
Versare la frutta sulla pasta e livellatela, ricoprite con la pasta rimasta stesa in un disco e sigillate con la pasta che sborda.
Mettete in forno già caldo a 190°C, abbassate subito a 180C e cuocete per circa 50 minuti.
Servite la torta tiepida o fredda.

Torta fichissima di Azalea


300g farina
250g zucchero
3 uova
1 bustina lievito
100 ml olio di semi
200 ml latte
1 grosso limone non trattato
10 fichi freschi
zucchero a velo
sale

Sbattere i tuorli con lo zucchero fino a che saranno spumosi, aggiungere l'olio, la farina e il lievito versando man mano il latte; aggiungere la buccia grattugiata del limone e il succo.
Infine montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e aggiungerli al composto, mescolando bene.
Versare nella tortiera, in cui avrete messo della carta da forno, e appoggiarvi i fichi, con la buccia, tagliati a metà con l'interno rivolto verso l'alto.
Infornare a 180C per circa 35 minuti.
A cottura ultimata far intiepidire e cospargere di zucchero a velo.

Crescentine di Tiziana


1 kg farina
sale q.b.
latte temperatura ambiente
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiaino lievito per dolci
un filino ino di olio

strutto per friggere

Impastare il tutto fino ad ottenere un impasto soffice, liscio, compatto.Tirare l'impasto ad uno spessore di mezzo centimetro, ritagliare dei rettangoli e friggere.
SEGRETI per la frittura:
la zia di mio marito diceva che per friggere bene le crescentine ci volevano 3 cose:
- della pasta che ce ne sia
- della fiamma che vada
- tanto strutto nella padella
Quando buttate la crescentina nello strutto ben caldo, muovetela con una forchetta,senza forarla, scossatela. Poi la girate e continuate a scossare, proprio un movimento di dondolamento:-)
Farà un bellissimo palloncino gonfio, che la renderà soffice soffice.Appena dorata sgocciolatela su carta gialla da macellaio.

Accompagnatele con salumi, formaggi teneri o marmellata.

Semifreddo di ricotta e lamponi di Azalea


500g ricotta,
60g zucchero a velo,
un vasetto di yogurt naturale,
un vasetto di yogurt alla fragola o ai frutti di bosco,
un cestino di lamponi ( o di fragole).

Dividere la ricotta in parti uguali in due terrine.
In una aggiungere metà zucchero a velo e lo yogurt naturale.
Nell’altra aggiungere lo yogurt alla frutta, lo zucchero rimasto e i lamponi tagliati a pezzetti.
Mescolate bene i due composti, foderate uno stampo con pellicola trasparente, versare sul fondo metà del composto bianco, stendendolo bene, su questo fate uno strato con la ricotta alla fragola e terminate con la ricotta bianca.
Mettete lo stampo in frigo per almeno 8 ore, ma in questa stagione è meglio 3 ore in freezer, poi sformate e decorate a piacere con la frutta fresca.

Tigelle modenesi di Paolo

Le tigelle modenesi si mangiano calde con salumi o formaggi teneri.

Dose: 6 persone

Ingredienti
farina: 1 kg
latte
lievito di birra: 2 cubetti
olio extravergine di oliva: 3 cucchiai (o meglio, l'equivalente di strutto)
sale

Preparazione

1. Far sciogliere il lievito in un bicchiere di latte tiepido e amalgamarlo con la farina, l'olio, il sale e tanto latte basta per ottenere un impasto morbido. Impastare bene e far lievitare per almeno due ore.
2. Porre la padella per le tigelle sul fuoco e lasciarla scaldare per almeno un'ora.
3. Stendere la sfoglia alta mezzo cm e tagliarla a piccoli dischi. Cuocere nella tigelliera.

Torta fritta parmense di Tiziana

non pensate a qualcosa di dolce, sono delle crescentine un pò diverse:-)

La ricetta tradizionale (ovviamente casa per casa ne ha una sua) è questa:

1 kg farina
3 cucchiai di olio
sale
1 bustina lievito per pizza
1 uovo
latte per impastare

Si impasta, si tira e si frigge.

ORTA FRITTI LIVI (la mia amica:-))
1 kg farina
2 hg stracchino
1 uovo
2 cucchiai olio oliva
sale un pizzico
1 dose di lievito per salati
Impastare con latte appena scaldato a bagno maria (non chiedetemi il perchè ma si è raccomandata al telefono:-), forse perchè così non si attacca al tegame..mah!._))
Ovviamente mangiate con prosciutto di Parma o culatellO:-))

mercoledì 22 luglio 2009

zuppa inglese di TiziMi




1 uovo
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di farina 00
250 ml latte
250 ml panna da montare
Pan di spagna (pds)
Rum e alckermes
Baccello di vaniglia
In un tegame, battere il tuorlo con lo zucchero, aggiungere la farina quindi il latte intiepidito in cui è stato messo in infusione il baccello di vaniglia, mettere il tutto su fuoco dolce e cuocere finchè non si sente più il gusto della farina (saranno sufficienti 5-7 minuti).
Montare la panna molto soda ed incorporarla delicatissimamente alla crema, velare il fondo delle coppette singole con un cucchiaino di crema, disporre uno strato di pds bagnarlo con la bagna al rum (2 parti di rum + 1 parte di sciroppo di zucchero) quindi una cucchiaiata di crema poi ancora pds bagnato con la bagna all’alkermes (2 parti di alkermes + 1 parte di sciroppo di zucchero) terminare con crema e decorare la superficie a piacere.

Gelatina al vinsanto di TiziMi




1 lt Vinsanto
Cantuccini
10 fogli di gelatina (paneangeli)
100 g zucchero
Acqua qb

In un pentolino mettere lo zucchero e tanta acqua quanto basta per fare uno sciroppo molto denso.
In una pentola portare ad ebollizione il vinsanto e ridurlo di un terzo, in questo modo viene eliminato l’alcool e rimane solamente il gusto del vino.
Sciogliere la gelatina, preventivamente ammollata in acqua e ben strizzata, nello sciroppo di zucchero quindi unire i due liquidi e suddividerli in coppette singole aggiungendo un cantuccino in ogni porzione.

Tirtlen di Felicita (turtres in ladino)

Tirtlen di Felicita (turtres in ladino)

Pasta:
400 g farina 0 di grano tenero o metà grano tenero e metà segale
125 g latte
1 uovo
1 cucchiaio di burro fuso.
Intiepidire il latte, quindi impastare il tutto, dando la consistenza di una pasta per tagliatelle. Far riposare l'impasto al fresco.

Ripieni:
- ai crauti:
400 g di crauti (verze tagliate sottili)
1 cipolla tritata
un cucchiaio di burro
un cucchiaio di farina
mezzo bicchiere di vino bianco
erba cipollina q.b.
pepe, una bacca schiacciata di ginepro (da togliere a fine cottura)
una puntina di cumino.
Appassire la cipolla nel burro, spolverere di farina, mescolare, quindi spruzzare col vino e far evaporare. Unire gli altri ingredienti e cuocere, con poco brodo vegetale, per una mezz'oretta. (Deve rimanere asciutto)

-agli spinaci:
300 g di spinaci lessati e passati
una cipolla
150 g di ricotta
burro q.b
sale
erba cipollina
noce moscata se piace.
Appassire la cipolla tritata finissima nel burro, aggiungere gli spinaci e insaporirli. Far raffreddare, quindi mescolarvi la ricotta, il sale, la noce moscata e l'erba cipollina.
(alcuni li preparano solo di spinaci, senza ricotta; in questo caso si aumenta la cipolla)

- di patate:
200 g di patate lessate e ben schiacciate, a cui si unisce pari peso di ricotta, una cipollina tritata finissima, erba cipollina.

Prendere la pasta, farne un salamotto, tagliare dei dischi che andranno stesi, sottili, della grandezza di un piatto da dessert; spalmare sopra a metà dei dischi il ripieno scelto, senza arrivare ai bordi, che andranno spennellati con poca acqua, quindi coprire coi dischi restanti, chiudendo molto bene. Friggere in olio profondo e scolare su carta paglia.
La dose della pasta è per circa 6/8 persone.

Pasta salmone al curry di SimonaG

Pasta salmone e curry

dosi x 2 persone

100 gr di salmone affumicato
mezza cipolla
noce di burro
125 ml panna fresca
curry 2 cucc.

rosolare la cipolla tagliata sottile nel burro, aggiungere il salmone sminuzzato e far rosolare.
Aggiungere la panna e il curry, far sobbollire sino ad inspessimento.
Nel frattempo cuocere la pasta, consiglio le penne rigate, e condire con il sughetto caldo.

mercoledì 1 luglio 2009

Rotoli di melanzane farciti di Mylly

Melanzane lunghe e sode
uova di quaglia
fettine di prosciutto, tagliato molto sottile
formaggio tipo Bel Paese
salsa fresca di pomodoro pronta
basilico
parmigiano

Taglia le melanzane nel senso della lunghezza e mettile con un po' di sale, a sgocciolare l'acqua di vegetazione per una buona mezz'ora.
Intanto cuoci le uova di quaglia per soli un minuto e 53 secondi, quindi spegni il fuoco e metti sotto l'acqua fredda. Lascia raffreddare e sguscia. Tieni da parte.
Sciacqua le fette di melanzana, strizzale, aprile bene e friggile.
Quando è tutto pronto, disponi le fette di melanzana su un piano e su ognuna metti un po' di prosciutto, un po' di formaggio, una fogliolina di basilico e al centro un ovetto. Fai l'involtino e disponili in una pirofila già preparata con un po' di salsa.
Spolvera con parmigiano, copri con altra salsa e fai gratinare in forno caldo per 10 minuti, un quarto d'ora.
Lascia intiepidire e servi.

Pasta al tonno in bianco di Aurora

Pe due persone:

160 g di bigoli
1 scatoletta piccola di tonno sott'olio, ma sgociolato
1 cucchiaino abbondante di pasta di olive (io ho usata quella che mi sono fatta io con le taggiasche)
1 cucchiaio di capperi dissalati
1 spicchio d'aglio tagliato a metà
1 pizzico di origano
pepe se si può e si vuole
sempre se si può e si vuole una noce piccola di burro
olio exv

Mentre lessano i bigoli, rosolare lo spicchio d'aglio in 2 cucchiai di olio exv in una larga padella, aggiungere la pasta di olive, i capperi, il pepe, lasciar rosolare qualche minuto e aggiungere il tonno scoggiolato e sminuzzato e spolverare con un pizzico di origano.

Scolare i bigoli, unirli al tonno e mantecare aggiungendo là dove si può una noce di burro.

Una mia amica aggiunge alla mantecatura una manciata di pecorino, io non lo metto, ma se il pecorino piace ci sta bene.

marmellata di albicocche di MariaPia



3 kg di frutta lavata e privata del nocciolo
2, 400 kg di zucchero
1 limone succo

Mettere sul fuoco 1/3 della frutta in una teglia da pizza larga e bassa, con 1 tazza di acqua,cuocere per una decina di minuti fino a che la frutta diventa morbida.
Con il mestolo bucato prendere la frutta e metterla nella pentola dove si farà la marmellata
Cuocere allo stesso modo la restante frutta.
Tritare con qualche colpo di minipimer, a noi piace così.
Aggiungere lo zucchero e il limone.
Cuocere girando con il cucchiaio di legno e schiumando con il mestolo bucato
Cuocere fino alla temperatura di 105°
Versare nei vasetti, chiudere e capovolgere.

Focaccia di Aurelia di Patrizia5

250g farina di grano duro,
250g farina 00,
25g lievito di birra,
100g olio,
40g burro,
1 cucchiaino di zucchero,
sale,
Mozzarella per pizza o scamorza,
Mortadella o prosciutto cotto,
Setacciare le due farine, fare la fontana e aggiungere il lievito sciolto in 100 g di acqua tiepida , lo zucchero, il burro , l’olio.
Impastare bene e a lungo il tutto, per avere un impasto morbido (eventualmente, aggiungere altra acqua); verso la fine aggiungere il sale .
Mettere in frigo per 30 minuti.
Prendere la pasta e dividerla in due , oliare una tortiera di 26 cm. di diametro e stendere la metà , ricoprirla di mozzarella per pizza o scamorza e mortadella o prosciutto cotto, ricoprire con l’altra metà della pasta bucare con la forchetta la superficie oliata ed infornare a forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.
Se si vuole ottenere una pasta più alta e meno friabile si lascia lievitare ancora un'ora prima d'infornarla.
Molto gustosa anche con un ripieno di ricotta e spinaci
Per il ripieno:
1 Kg spinaci freschi, 3 uova intere, 300gr ricotta,
parmigiano grattugiato, sale.
Lessare gli spinaci in poca acqua salata , scolarli ,strizzarli e tagliarli grossolanamente con il coltello.
Sbattere le uova con il sale e il parmigiano , unire la ricotta schiacciata con la forchetta e gli spinaci. Poi procedere come sopra.
Insomma potete farcirla come volete.

Mattonella al ciok bianco di Azalea

180g cioccolato bianco
5 tuorli
100g zucchero a velo
150 ml panna fresca montata

Fondere il cioccolato a bagnomaria.
Lavorare i tuorli con la frusta elettrica finchè diventeranno densi e chiari.
Portare a ebollizione 4 cucchiai d'acqua con lo zucchero e far sobbollire per 3 minuti.
Incorporare questo sciroppo ai tuorli, sbattendo sempre con la frusta elettrica fino a che diventerà tiepido.
Aggiungervi il cioccolato fuso, la panna montata e, dopo aver amalgamato il tutto, versare in uno stampo da plumcake foderato con pellicola trasparente.
Coprire con altra pellicola e mettere in congelatore per tutta la notte.
Poi sformarlo su un piatto da portata, tagliarlo a fette e servire.

Preparazione: 20 minuti
Cottura. 3 minuti
In freezer: una notte

Pasta alla norma di Aurora


Ingredienti:

2 melanzane di quelle lunghe e scure tagliate a cubetti e fatte scolare in uno scolapasta con un pugno di sale sopra. Le melanzane si possono o forse si devono affettare, ma io così l'ho mangiata e così ho fatto.
Tortiglioni
1 spicchio di aglio
olio exv
basilico
sale e pepe
salsa di pomodoro
ricotta salata da grattugiare (io la conservo sempre in congelatore perchè ammia mi pare che si grattugi meglio)

Friggere, ma sarebbe meglio dire rosolare per bene i cubetti di melanzane in un po' di olio exv. Se invece le tagliate a fette, friggetele poco alla volta.
Nel frattempo preparare un salsa se possibile con olio exv, pomodoro fresco, aglio, basilico, sale e pepe, altrimenti usare salsa in bottiglie.
Quando le melanzane sono belle cotte scolare eventuale olio in più e aggiungere alle melanzane la salsa di pomodoro, far insaporire il tutto e lasciare in caldo.
Lessare la pasta al dente, scolarla e versarla nel sugo di melanzane.
Mescolare per bene e mettere nei piatti grattugiando sulla pasta una generosa dose di ricotta salata grattugiata e decorare con un ciuffetto di basilico.

Pesche grigliate di Azalea

Pesche grigliate

4 pesche sode
180 ml yogurt bianco
2 cucchiai di menta fresca tritata
4 cucchiai succo d'arancia
50g zucchero di canna

Tagliare le pesche a metà e togliere il nocciolo.
Immergere queste mezze pesche nel succo d'arancia e cospargerle con lo zucchero di canna.
Grigliarle su una bistecchiera calda per 4 minuti per lato.
Servirle tiepide cospargendole col succo d'arancia rimasto e accompagnarle con lo yogurt alla menta, preparato precedentemente mescolando lo yogurt con la menta e messo per una decina di minuti in frigorifero.
In alternativa, potete servirle con una pallina di gelato.

Gelato alle fragoline di bosco di Mariella


ho messo in gelatiera 200 gr di latte, 200 gr di panna, 140 gr di zucchero e un pizzico di sale; ho fatto partire la gelatiera e quando si è incominciato ad addensare ho aggiunto le fragoline di bosco. Non so la dose, non ho pesato, era una vaschetta comprata al mercato. E' venuto un gelato buonissimo. Le pale della gelatiera hanno schiacciato al maggior parte delle fragoline, ma alcune sono rimaste intere, buono davvero

Budino di biscotti di Azalea

500 ml latte
100g biscotti secchi
80g zucchero
60g amido di mais
4 tuorli
1 bicchierino rum
ciliegine candite per decorare

Sbattere i tuorli con lo zucchero, unire l'amido di mais e il latte, poco alla volta, e amalgamare bene fino ad ottenere un composto liscio.
Portare il tutto a ebollizione, mescolando continuamente (circa 15 minuti) per fare addensare la crema.
Togliere dal fuoco, unire i biscotti tritati finemente e il rum.
Se piace potete aggiungere ai biscotti anche qualche amaretto sbriciolato fine.
Versare il composto in uno stampo per budino, far raffreddare e mettere in frigo
per almeno 2 ore, ma più ci sta, meglio è.
Sformare il budino su un piatto da portata e decorare con le ciliegine.

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 15 minuti
In frigo. almeno 2 ore

Torta di ricotta al sassolino di Tiziana


Pasta:

350 gr farina
100 gr. burro (sciolto a bagnomaria)
200 gr. zucchero
2 uova intere
1 bustina di lievito per dolci

Ripieno:
600 gr ricotta
150 gr zucchero
1 bicchierino di sassolino

Stendere in una teglia imburrata e infarinata poco più di metà della pasta, stendervi sopra il ripieno e ricoprire con il rimanente impasto utlizzando l’arnese dei passatelli. Infornare nel forno preriscaldato a 160°-180° per 35-40 minuti. Finchè la torta è calda grattugiarvi sopra del cioccolato fondente e a freddo lo zucchero a velo.

Pane integrale allo yogurt di Giusi

200 gr di acqua
100 gr di yogurt
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero
200 gr di farina 00
100 gr manitoba
300 gr di farina integrale
50 gr di farina di semola
50 gr burro
½ cubetto ldb

Sciogliere il lievito con il cucchiaino di zucchero in poca acqua presa dai 200 gr, aggiungere nella ciotola del ken le farine, l’acqua e lo yogurt, far lavorare sino a che si amalgami bene, aggiungere il burro e il sale e continuare a impastare per almeno 15 minuti.
Lasciar riposare la palla d’impasto in una ciotola coperta e al caldo.
Passato il tempo riprendere l’impasto e dare la forma desiderata senza lavorare troppo, far lievitare per un’ora e comunque dipende dalla stagione, infornare a caldo e lasciar cuocere per un’oretta (ognuno di noi però conosce il proprio forno)
_________________

Crescente soffice di Tiziana





1 kg farina 00
12 gr lievito birra
acqua
4 cucchiai colmi di olio
100 gr ricotta
sale
150 ml di latte di capra
cipolla
fiori di zucca
Ho fatto una piccola biga con circa 200 ml di acqua dove ho sciolto il mezoz cubetto di lievito di birra insieme ad una puntina di zucchero. Poi ho aggiunto circa 150 gr di farina, e lasciato lievitare.Nel frattempo ho messo a soffriggere delle cipolle tropea affettate con dei fiori di zucchina.Appena la biga aveva raddoppiato il volume ho impastato tutti gli ingredienti insieme ottenendo un impasto molto soffice.
L'ho lasciato così.
L'ho messo nella teglia e lasciato lievitare circa 50 minuti (fa molto caldo, lievita velocemente), poi l'ho passato in forno caldo a 200 gradi per 40

Semifreddo di prugne in salsa ciok di Azalea

400g prugne
150g panna montata
75g zucchero
6 uova
2 cucchiai kirsch

Per la salsa:
150g cioccolato fondente
25g burro
acqua

Cuocere per 3 minuti lo zucchero con 100 ml d'acqua, poi unirvi le prugne divise a metà e senza nocciolo, cuocerle ancora per qualche minuto, poi toglierle dal fuoco, unirvi il liquore, lasciar raffreddare e infine togliere le prugne.
Battere i tuorli, unirli allo sciroppo di cottura delle prugne, cuocere questo composto a bagnomaria, sbattendo energicamente q.b. per addensare e raddoppiarne il volume (è una specie di zabaglione), ci vorranno circa 10 minuti.
Poi togliere dal fuoco, unirvi la panna montata, le prugne e 3 albumi montati a neve.
Versare il composto in uno stampo rettangolare, tipo plumcake, leggermente inumidito, e metterlo in freezer per almeno 2 ore.
Sformare e servire subito, accompagnando le fette con la salsa di cioccolato calda, preparata sciogliendo il cioccolato a bagnomaria col burro e poca acqua.
Quando la salsa è pronta, versatene un cucchiaio nei piatti individuali e sopra disponete 2 fette di semifreddo ciascuno.

Pollo mezzo orientale di Carlala

mezzo peperone rosso, mezzo giallo,
una zucchina piccola,
400 gr di petto di pollo ridotto a striscette,
sale,
curry, 1 cucchiao di mascarpone.
In una larga padella mettere mezza cipolla e un cucchiaio di olio su fuoco basso, unire su un angolo il pollo a strisce e far insaporire per minuti girando solo un po' per non far colorire troppo solo un lato, unire i peperoni a strisce, cuocere per qualche minuto a fuoco medio perchè si insaporiscano e si ammorbidiscano un po' facendo attenzione anon mischiarli al pollo per non confondere i sapori, unire la zucchina a strisce e procedere come per i peperoni lasciando sempre lontano dagli altri due ingredienti. CUocere bagnando un po' con del brodo ( poco) e quando tutto è cotto unire un cucchiaino di curry, sciogliere il mascarpone in mezzo bicchiere di brodo e finire la cottura insaporendo tutto per un minuto,unire delbrodo se ascuiga troppo e correggere di sale. andrebbe servito con del riso bianco, noi abbiamo servito con penne corte condite con zucchine e ricotta di pecora.

Crema di tonno di Nenne

Anche questa universalmente nota. Ho cominciato a prepararla per far mangiare il formaggio alle figlie, aggiungendo anche il limone che fa sempre bene. L'ho chiamata Spunty spacciandola per quella che si trova al super.
- tonno sott'olio
- ricotta o philadelphia o stracchino o simili
- limone
- alici sotto sale o sott'olio
- capperi
Mischiare il tutto e aggiustare di sapore con qualche goccia di limone

Spezzatino di piovra e patate di Aurora


1 kg di piovra sarda fresca e congelata da me per un paio di giorni
1 kg di patate pelate e tagliate a tocchi
1 spicchio di aglio
olio exv
mezzo bicchiere di vino bianco secco o mezzo bicchierino di grappa
sale o dado di pesce
3 cucchiai di salsa di pomodoro
prezzemolo tritato

Far rosolare l'aglio tagliato finissimo nell'olio exv. Aggiungere la piovra tagliata a pezzetti, far rosolare e sfumare con il vino, aggiungere mezzo bicchiere di acqua, il sale o il dado, le patate a tocchetti e i 3 cucchiai di salsa di pomodoro.
Chiudere la pentola, dare 20 minuti di cottura dal fischio.
Sfiatare, aprire e lasciar cuocere ancora 5 minuti a cielo aperto e far riposare 5 minuti a fuoco spento.
Aggiungere il prezzemolo e servire.

Pasta e ceci alla romana di Nenne

Altra ricetta classicissima, qui a Roma almeno
- ceci preferibilmente ammollati oppure in scatola
- aglio
- alici sotto sale o sott'olio
- rosmarino
- peperoncino se piace
- olio extra vergine

Nella pentola a pressione metto un po' d'olio (tanto da coprire appena il fondo), uno spicchio d'aglio grosso (altrimenti due piccolini), due o tre filetti di alici (se sotto sale ben sciacquati), le foglioline di un rametto di rosmarino (diciamo un cucchiaino scarso) faccio scaldare e metto i ceci sciacquati. Per salare io uso un po' di Dialbrodo. Chiudo la pentola e al fischio faccio cuocere per 40-45 minuti.
poi fate voi:
- se volete una minestra brodosa aggiungete la pasta nella pentola e portate a cottura
- se volete il passato (come piace ai miei) andate di Minipimer. In questo caso la pasta la cuocio a parte per non rischiare la bruciatura.
- a me piace a zuppa. Tosto del pane rifatto lo sfrego con un poco d'aglio e ci verso i ceci.
Sopra al piatto ci sta divinamente il classico giro d'olio buono.

Salsa rosa di Nenne

E' una salsa che preparo specialmente d'estate. Io pensavo che fosse universalmnente nota ma ho scoperto che pochi la preparano così, semplicemente. Ve la propino, nel caso fosse un doppione cancellatela pure. Bando alle ciance
Ingredienti
maionese
salsa ketchup
arancia
Mi mescola il tutto cominciando dalla maionese poi il ketchup poi si diluisce con il succo di mezza arancia. Ovviamente niente dosi, tutto a occhio.

Zuppa di pomodoro Elisa di Azalea

400g fagioli bianchi di Spagna in scatola
500 ml brodo vegetale
2 zucchine
4 pomodori belli grossi e maturi
basilico
sale

Pelare, tagliare a pezzetti i pomodori togliendo i semi e cuocerli con un bicchiere d'acqua per circa 15 minuti, poi frullare.
Unire il brodo, le zucchine tagliate a dadini, i fagioli scolati e regolare di sale.
Portare a ebollizione e far sobbollire per 10 minuti.
Guarnire col basilico spezzettato e servire caldo.

Insalata di pollo e fichi di Azalea

500g di petto di pollo a fette
5 fichi tagliati a metà (per il lungo)
150g primosale
un mazzetto rucola
1 limone (o un'arancia9
sale

Cuocere le fettine di pollo su una bistecchiera oliata finchè saranno ben cotte.
In una insalatiera amalgamare la rucola spezzettata, il formaggio a cubetti, il succo e la scorza grattugiata dell'agrume e un pizzico di sale.
Grigliare anche i fichi per 2 minuti per lato, per farli ammorbidire leggermente, unirli all'insalata insieme alle fettine di pollo ridotte in striscioline.
Mescolare bene e servire.

Insalata di patate al forno di Azalea

3 peperoni
2 grosse patate
un mazzetto rucola
olio
sale
parmigiano a scaglie

Arrostire i peperoni nel forno a 200° per 30 minuti (oppure per 10 minuti nel microonde al max), poi pelarli, togliere i semi e i filamenti e ridurli in striscioline.
Tagliare a rondelle spesse circa 2 cm le patate sbucciate e arrostirle nel forno, disposte sulla placca oliata, per circa 15 minuti, fino a che saranno tenere e dorate.
In una insalatiera mescolare le patate coi peperoni, la rucola tagliuzzata, sale e un filo d'olio, aggiungendo il parmigiano a scaglie per ultimo.
Servire subito.

Brioche allo yogurt per colazione di Gisella

500 g farina manitoba
100 g latte (più un poco per sciogliere il lievito)
100 g zucchero
125 g yogurt
1 uovo grande
80 g burro morbido
1 pizzico di sale
buccia di un limone, grattugiata
1 cubetto di LdB
1 tuorlo mescolato a poco latte per spennellare

Mescolare la farina con lo zucchero e il pizzico di sale, nell'impastatrice. Unire il Ldb sciolto nel latte, l'uovo battuto, il latte e lo yogurt; impastare molto bene, quindi aggiungere poco alla volta il burro; infine, unire la buccia di limone.
Impastare bene a lungo e lasciar lievitare.
Imburrare e infarinare uno stampo da cake o degli stampi per muffins; dividere l'impasto in 12 palle da disporre, due a due, nello stampo da cake o da mettere da sole in quello da muffins.
Lasciar lievitare per circa un'ora, quindi spennellare con il composto di latte e tuorlo e infornare in forno caldo a 180°, per circa 40'; se si tratta delle brioscine, bastano 20/25'. (controllare la cottura)