venerdì 27 agosto 2010

Melanzane sott'olio di Gisella

Photobucket

Pelo le melanzane (uso quelle viola chiaro, tonde); le taglio prima a fette alte un dito e poi a bastoncini; metto sotto sale grosso per una giornata, quindi scolo, strizzo, e passo per un'altra giornata sotto aceto di vino bianco; scolo, strizzo e dispongo a strati in barattoli, alternando con fettine di aglio e origano. Copro con olio, controllando, per qualche giorno, la discesa dell'olio, aggiungendone altro se serve e tenendo immerse le melanzane con un pressino. Le conservo al buio e sono pronte per Natale.
Dimenticavo... uso lo stesso procedimento anche per i peperoni gialli e rossi. In questo modo le verdure si conservano croccanti e non fermentano. Per il sale e l'aceto, anche il botulino è fuori gioco!

giovedì 26 agosto 2010

spaghetti aglio, olio e friggitelli di Aurora

Photobucket

Ingredienti:
320 g di spaghetti
un bel mazzo di prezzemolo
1 o due spicchi d'aglio a piacere
3 o 4 filetti d'acciuga come sopra
4 o 5 friggitelli tagliati ad anelli sottili
olio exv


Mettere sul fuoco una pentola per bollire gli spaghetti e buttarli nell'acqua salata che bolle.
Intanto in una larga pentola mettere un giro di olio exv, una parte del prezzemolo tritato con un spicchio d'aglio, le acciughe e i friggitelli tagliati.
Fare rosolare per bene intanto che gli spaghetti cuociono e quando sono lessati scolarli e molto ben scolati versare gli spaghetti nella padella.
Saltare per bene e mettere nei piatti spolverando con l'altra parte di prezzemolo tritato senza aglio.

Riso in rosa di Aurora

Photobucket

Questo piatto è nato da due ingredienti vaganti trovati nel frigo in campagna.

Ingredienti per 4 persone

320 g di riso carnaroli o vialone nano
1 confezione di pancetta dolce a cubetti
1 confezione di prosciutto cotto a cubetti
1 porro
1 bicchiere piccolo di vino rosè o bianco
parmigiano grattugiato
una bella noce di burro
farina q.b.
olio exv
sale e pepe
Brodo vegetale q.b.

Affettare sottilmente il porro e farlo rosolare in un po' d'olio, aggiungere la pancetta e far rosolare ancora.
Aggiungere il riso, tostare per bene e sfumare con il vino.
Aggiungere il brodo fino a coprire il riso, mescolare e mettere il coperchio.
Dopo 7/8 minuti aprire, ma potete aprire e controllare che non sia troppo asciutto, mescolare, aggiungere un paio di mestoli di brodo, mescolare un paio di volte e procedere fino a cottura mescolando il meno possibile.
Nel frattempo rotolare nella farina la noce di burro.
A cottura quasi ultimata aggiungere il burro infarinato, mescolare per un minuto, spegnere, aggiungere il prosciutto a dadini e il formaggio.
Lasciar riposare un paio di minuti e servire

Melanzane grigliate di Maria

Potete conservarle in freezer oppure si mantengono in frigo per una diecina di giorni
anzi sono piu gustosi dopo 2 gg si saranno insaporiti alla perfezione

Melenzane
per antipasto, li cucino alla griglia,
le metto sotto peso e sale per una oretta+
li condisco dopo grligliate,

in una ciotola adeguata alla quantita'
devono stare strette, uno strato di melenzane, un trito
abbondante; di;
aglio prezzemolo e origano sale e pepe
un filo di olio un ...goccio... di aceto
unaltro strato di melenzana, se son pochi prendete un contenitore di plum cake,
quindi, una fetta di melanzana per volta!

qui una foto quanto per dare l'idea ma non fatecci caso della mia quantita industriale ,
quando li faccio (li facevo) erano per tutti , figli, frezer e vicinato Laughing

Quiche ai fiori di zucca ripieni di Azalea

Per la pasta:
250g farina,
1 cucchiaino sale,
1 cucchiaino lievito istantaneo per torte salate,
100 ml acqua calda,
100 ml olio di semi.

Per la farcia:
16 fiori di zucca
100 g prosciutto cotto
100 g provola fresca o altro formaggio analogo
2 cucchiai parmigiano grattugiato
1 cucchiaio prezzemolo tritato
200 ml panna da cucina
2 uova
1 albume
1 bustina zafferano
olio
sale e pepe

Tritare nel mixer il prosciutto, la provola a dadini, 2 fiori di zucca, il prezzemolo e il parmigiano.
Aggiungere al composto l'albume appena battuto con una forchetta, sale e pepe.
Togliere il pistillo ai fiori di zucca rimasti e farcirli con un cucchiaino di ripieno.
Impastare gli ingredienti per la pasta e stendere la pasta ottenuta in una tortiera foderata con carta da forno, poi adagiarvi sopra i fiori, ben vicini l'uno all'altro.
Sbattere le uova con una forchetta, unire la panna, lo zafferano, sale e pepe.
Versare il composto sui fiori di zucca e infornare a 180°C per 40-45 minuti.

Preparazione: 25 minuti
Cottura: 40-45 minuti
_________________

Pasta fuori dalla Norma di Aurora



Questo piatto prende lo spunto dalla famosa Pasta alla Norma siciliana, ma essendo io andata per la tangente ovviamente è un piatto fuori dalla Norma... è n'ata cosa.

Ingredienti

320 g di molle
1 bella melanzana
pomodori da sugo frullati (con buccia e semi)
olio exv
un cespo di radicchio rosso (quello precoce, quindi cicciottello e lungo)
parmigiano grattugiato
basilico
aglio

Frullare i pomodorini e tenerne da parte una tazza.
Tagliare a cubetti la melanzana e farla soffriggere dolcemente con olio exv e un spicchio d'aglio tritato.
Dopo qualche minuto aggiungere il radicchio tagliato a pezzetti. Far cuocere fino a quando è tutto ben rosolato.
Versare ora i pomodori frullati, salare e far cuocere il tutto, aggiungendo in ultimo qualche fogliolina di basilico.
Lessare al dente la pasta e versarla ben scolata nella padella. Far saltare per bene, spegnere il fuoco e versare la tazza di pomodoro crudo.
Mettere nei piatti cospargendo di parmigiano e decorare con foglie di basilico.

Gelo di fichi d'India

Photobucket

1 litro di acqua
500 gr fichidindia puliti
60 gr zucchero
30 gr amido

Dopo avere tagliato a pezzetti i fichidindia metterli in una terrina e versarci sopra l’acqua bollente e lasciarli finchè l’acqua sarà fredda, così facendo i frutti si ammorbidiranno; quindi (utilizzando il passa pomodoro) passare i frutti per eliminare i semini e filtrare eventualmente con un colino a maglie fitte. Mescolare all’acqua così ottenuta lo zucchero e l’amido evitando i grumi e lasciare cuocere a fuoco moderato finchè il composto avrà raggiunto la consistenza del budino, basteranno un paio di minuti!!!
Versare in coppette e lasciare raffreddare.
Poiché i fichidindia contengono pectina, per la preparazione del gelo non è necessario usare tanto amido per assumere la consistenza del budino.
Questo gelo non è dolce ed è piacevole e delicato da assaporare; io l'ho preparato solo con i frutti rossi infatti è del colore che vedete, ma anche con gli altri due colori è buono!!!

Lasagna con zucchine e fiori di zucca di Azalea

Lasagne con zucchine e fiori di zucca

150 g lasagne fresche all'uovo
1 kg zucchine novelle
40 fiori di zucca
650 g ricotta
150 ml latte
2 spicchi d'aglio
60 g parmigiano grattugiato
1 mazzetto erba cipollina
60 g burro
olio
sale e pepe

Rosolare in padella le zucchine affettate con 30 g di burro e l'aglio tritato; regolare di sale e pepe e cuocere per 10 minuti, poi unire l'erba cipollina tagliuzzata.
Pulire i fiori di zucca, togliere il pistillo, spezzettarne una trentina e mescolarli con la ricotta, il latte, 40 g di parmigiano, sale e pepe.
Lessare le lasagne in acqua bollente salata, poi scolarle e stenderle su un telo.
In una pirofila unta di burro disporre una sfoglia di pasta, coprirla con un po' di zucchine, quindi con qualche cucchiaiata di ricotta.
Proseguire fino ad esaurire gli ingredienti, terminando con uno strato di zucchine e di ricotta, sul quale sistemare i fiori di zucca interi, il restante parmigiano e il burro rimasto a fiocchetti.
Infornare a 180°C per 30 minuti.

Preparazione: 45 minuti
Cottura: 40 minuti

________________

broccoli e calamari

Photobucket

1kg di broccoli fresche
2 tubi di calamari pure fresche
2 cucchiai di aglio e prezzemolo tritato assieme
1 noce di burro
2 cucchiai di panna da cucina

Lavati e tagliate i broccoli a pezzetti da tipo fiorellini
Tagliati i calamari a anelli o a striscette a piacere
Tritate l’aglio e il prezzemolo assieme.
In una pentola scottate e cucinate al dente i broccoli , scolateli e lasciateli da parte.
In una padella capiente mettete il burro e il trito d’aglio e prezzemolo
Appena avrà preso colore buttateci dentro i calamari , spadellate a fuoco forte .
A meta cottura aggiunngete i broccoli spadellate per qualche minuto,
Aggiustate di sale e pepe aggiungete la panna, appena si amalga bene e si riduce un po' di liquidi, il piatto è pronto

Insalata di pomodori e robiola d'Alba di Azalea

600 g pomodori "cuore di bue"
2 cetrioli piccoli
20 olive
basilico
1 cipolla rossa
250 g robiola d'Alba
1 cucchiaino origano secco
1 spicchio d'aglio
aceto
olio
sale e pepe

Tagliare la robiola a spicchietti e condirli con 2 cucchiai d'olio, uno spruzzo d'aceto e 3 foglie di basilico spezzettato.
Coprire con la pellicola e mettere in frigo.
Spremere sul fondo di una insalatiera lo spicchio d'aglio con lo spremiaglio, aggiungere 2 cucchiai di aceto, 5 di olio, sale, pepe, origano e mescolare bene finchè il sale si sarà sciolto del tutto.
Tagliare i pomodori a pezzi regolari e metterli nell'insalatiera, unire la cipolla affettata fine e i cetrioli sbucciati e tagliati a rondelle sottili.
Aggiungere una manciata di foglie di basilico spezzettate, le olive snocciolate, mescolare bene e mettere in frigo per mezz'ora.
Al momento si servire unire all'insalata di pomodori la robiola, amalgamare bene il tutto e portare in tavola.

_________________

Ravioli di pesce spada e melanzane di Rosalbafr

Non è di mia invenzione,l'ho mangiata una volta in un ristorante e l'ho rifatta cambiando il condimento.Troppo buona.Le dosi naturalmente in base alla vostra produzione
Melanzane nere
pesce spada
pinoli
parmigiano
basilico (o menta)aglio
sale pepe
vino bianco

Preparare la pasta all'uovo e mentre si riposa preparare il ripieno. Togliere la buccia alle melanzane,tagliarle a cubetti e rosolorle in padella calda con oilio e poco aglio.Salarle e metterle da parte.Tagliare a cubettini piccoli il pesce spada e rosolarlo in olio e aglio,sfumare e salare.Metter da parte.Quando le melanzane sono fredde frullarle per ottenere una crema,aggiungere il p.spada freddo,il basilico, il parmigiano, i pinoli tostati,un po di pepe nero e se serve aggiustare di sale.Tirare la pasta,mettere un cucchiaino di ripieno al centro e chiudere.Fare cosi fino a finire tutto.In una padella fare un sughetto leggero con i pomodorini,cuocere la pasta e tuffarla nel sughetto.Buon appetito

Cotolette di melanzane di Serafina

Photobucket


Pochi ingredienti: melanzane, formaggio (ho usato galbanino), prosciutto cotto, uova, pangrattato e olio di semi di arachide.
Affettare le melanzane con la mandolina per averle tutte della stessa grossezza, metterle in acqua salata per 15 minuti circa, sciacquare e asciugare; disporre su ogni fetta di melanzana una fettina di formaggio e una di prosciutto, coprire con un'altra fetta di melanzana, passare nell'uovo sbattuto e quindi nel pangrattato, lasciare riposare in frigo anche mezz'ora, quindi friggerle, disporle su carta da cucina per fare assorbire l'unto.

Gratin di zucchine in bianco di Azalea

Gratin di zucchine in bianco

4 zucchine medie
olio
200 g pecorino giovane
10 foglie d'alloro
250 g bacon a fette
40 g pecorino grattugiato
40 g pangrattato
timo

Affettare sottilmente le zucchine nel senso della lunghezza e farle dorare in una padella antiaderente con due cucchiai d'olio.
Nel frattempo tagliare il pecorino a fette sottili e ungere d'olio una pirofila.
Disporre sul fondo della pirofila le foglie d'alloro, distribuirvi sopra uno strato di zucchine, salarle leggermente, coprirle con uno strato di fette di bacon e pecorino e proseguire così, terminando con le zucchine e il bacon.
Mescolare il pecorino grattugiato col pangrattato, spolverizzarlo sulla superficie della teglia, irrorare con un filo d'olio e foglioline di timo.
Infornare a 180°C per 10 minuti, poi gratinare sotto il grill per 5 minuti, lasciar intiepidire e servire subito.

Torta-budino al cacao di Azalea

E' chiamata così perchè si separa in strati mentre cuoce, formando da sè la propria salsa.

Torta-budino al cacao

70 g cacao amaro
120 g farina
2 uova
1 cucchiaino di lievito
200 g zucchero semolato
50 g burro fuso
125 ml latte
1 bustina vanillina
60 g noci tritate
170 g zucchero di canna
sale
panna montata per guarnire

Mescolare farina, lievito, metà cacao, la vanillina e un pizzico di sale.
A parte lavorare le uova con lo zucchero semolato, il burro fuso e il latte; unire il composto di farina e mescolare fino ad amalgamare il tutto.
Aggiungere all'impasto le noci, rovesciare in una teglia rettangolare foderata con carta da forno (sarà più facile estrarre la torta dopo la cottura) livellando bene.
Mescolare il cacao rimasto con lo zucchero di canna e 250 ml abbondanti di acqua bollente, versarlo sopra l'impasto nella tortiera e infornare a forno caldo a 190°C per 35-40 minuti (fare la prova stecchino).
Servire la torta preferibilmente calda, accompagnata con panna montata dolce.

Scaloppine alle zucchine di Azalea

4 belle scaloppine di carne a scelta
2 zucchine medie
una fetta di pancetta dolce stesa
farina
100 ml di brodo (anche di dado)
1 cipolla
1 cucchiaio grana grattugiato
30 g burro
sale
pepe
menta fresca (facoltativa)

Rosolare in metà burro il trito di cipolla e pancetta, unire le zucchine tagliate a julienne, salare e far insaporire per qualche minuto.
Togliere le zucchine dalla padella, sciogliere il burro rimasto nel fondo di cottura e dorarvi le scaloppine infarinate, 2-3 minuti per lato.
Aggiungere le zucchine nella padella con la carne, bagnare col brodo caldo e far asciugare un poco: salare, pepare e completare con grana e menta tritata.
Servire subito ben calde.

Preparazione: 20 minuti
Cottura: 12 minuti

Ciambella agli anici di Gisella

Photobucket

Ciambella agli anici o all'uvetta

500 g di farina per lievitati
200 g latte appena tiepido
80 g di burro morbido
80 g di zucchero (nulla vieta di aumentare lo zucchero a 100/120 g)
1 busttina di lievito di birra liofilizzato, tipo Mastrofornaio
3 tuorli di uovo più uno per spennellare, amalgamato a poco latte
un cucchiaio di semi di anice o 100 g di uvetta ammollata in acqua tiepida
1 bicchierino pieno di Marsala secco
un pizzico di sale.

Setacciare la farina e metterla nell'impastatrice assieme a tutti gli altri ingredienti, tranne il sale, che andrà aggiunto dopo qualche minuto di impastatura.
Far lavorare l'impastatrice col gancio per una decina di minuti, a velocità due: ne risulterà un impasto molto morbido, ma lavorabile. Togliere l'impasto e sistemarlo in una teglia a ciambella, unta ed infarinata. Far lievitare, coperto con un canovaccio e un panno di lana, fino al raddoppio.
Una volta lievitato, scaldare il fornetto, tenendo chiusi i fori del coperchio, mentre si spennella la ciambella col tuorlo battuto col latte; mettere la teglia nel fornetto e chiudere lasciando anche i fori chiusi. Far andare 10 minuti a fiamma media, quindi abbassare al minimo e far cuocere per 40/50 minuti.

Gelato di ricotta e nutella di rosalbafr

Mi attirava l'idea del ripieno dei cannoli siciliani, ma fatti a gelato. Alla fine modificando qua e là ci sono riuscita e ho fatto dei zuccotti mono porzione.

Ingredienti
500 gr ricotta di pecora
un po' di marsala
7gr di gelatina
2 tuorli
200 gr panna montata
Zucchero sono andata ad occhio
Un pan di spagna
400 gr di nutella
200 gr di panna da cucina

Preparare ilpan di spagna e una volta freddo tagliarlo nella misura del contenitore (io ho usato gli stampini del crem caramel naturalmente rivestite con stagnola). Ho setacciato la ricotta, unito i due tuorli, il marsala, la panna montata, lo zucchero e la gelatina sciolta in un po di acqua e liquore. In un altra ciotola ho mescolato la nutella con la panna (la nutella cosi una volta congelata non diventa un mattone). Poi ho iniziato: ho preso gli stampini messo il pan di spagna, bagnato con marsala diluito con acqua e zucchero, uno strato di crema alla ricotta, uno strato di nutella, un altro strato di ricotta e chiuso con il pan di spagna sempre bagnato.Chiuso con altra stagnola e messo in congelatore.Al momento di servire, scartare il gelato, passare le due estremità nel cacao mettere nel piatto e decorare con la salsa al cioccolata.
Fa un po di impressione al pensiero della ricotta o dei tuorli crudi ma vi assicuro che è buonissimo.

Golosità in coppa di Azalea

In pratica è una coppa allo yogurt, cioccolato bianco e menta, con pallina di gelato al cioccolato fondente.
Si può fare anche con cioccolato fondente al posto di quello bianco, ma in questo caso il gelato deve essere al fiordilatte.

Golosità in coppa

100 g cioccolato bianco
100 ml latte
400 g yogurt intero naturale
50 g zucchero
4 cucchiai di sciroppo alla menta
200 g gelato al cioccolato fondente

Tritare grossolanamente il cioccolato bianco.
Portare a ebollizione il latte con lo zucchero, poi togliere dal fuoco, unire il cioccolato bianco tritato, far riposare un paio di minuti, poi mescolare fino a che si sia ben sciolto.
Far raffreddare bene il composto e incorporarvi lo yogurt.
Versare nelle singole coppette un cucchiaio di sciroppo alla menta, distribuirvi la crema preparata e conservarla in frigo.
Al momento di servire disporvi al centro una pallina di gelato al cioccolato fondente.

Torta improvvisata di mamylaura

ieri pomeriggio i bimbi avevano voglia di torta, visto che qui non ho bilancia, non ho ken, i negozi non sono dietro l'angolo mi sono arrangiata, ma il risultato è stato ottimo direi:
(come misurino ho usato una di quelle tazze da thè dell'arcopal, bianca a fiorellini azzurri che penso esista in quasi tutte le case Wink )
1 tazza di zucchero
1 tazza di latte
2 tazze e mezza di farina
1/2 tazza di olio
2 uova
1 bustina di lievito

ho mischiato gli ingredienti a partire da uova, zucchero, olio, latte, farina, lievito, ho messo nel forno sulla tacchetta 4 (che credo possa corrispondere a 180°),
per 20 minuti, è uscita una torta sofficissima e buonissima...
cosparsa di zucchero a velo... è davvero, semplice veloce e buona!!!

Torta (a caso) di pere di Asiul

Avevo voglia di una torta di pere buona, burrosa ma soffice e non avevo ricette che mi entusiasmassero, allora ho improvvisato, partendo da una 4/4:

3 uova
170 g di zucchero (forse appena meno)
130 g di farina
40 g di fecola
85 g di burro morbido
latte a occhio
mezza bustina di lievito
3 pere cosce (ho trovato queste!)

Ho montato gli albumi a neve e messo da parte, poi ho mescolato i tuorli con lo zucchero ed i burro, fino ad ottenere una bella crema omogenea. Ho unito farina, fecola, lievito e un po' di latte a filo...direi mezzo bicchiere, fino ad ottenere una bella crema, non troppo liquida. Poi ho aggiunto gli albumi montati e neve. Ho sistemato nel fornetto versilia e ci ho messo le pere tagliate a fettini sottili.
Ho cotto per un'oretta sul fuoco medio/piccolo.
L'abbiamo mangiata a colazione ma è veramente ottima!

Polpette di pane di Rosalbafr

Per reciclare il pane avanzato

Le dosi sono tutte ad occhio e a proprio gusto.

Prendere la mollica del pane avanzato, metterlo in una ciotola,aggiungere basilico sminuzzato, aglio, pepe nero, parmigiano e se si vuole un po' di pecorino e del sugo, fino ad ottenere un impasto morbido, ma non troppo appiccicoso.
Mettere un po' di impasto nel palmo della mano ed appiattirlo, mettere nel centro un po' di mozzarella e chiudere con altro impasto. Dare la forma di polpetta e friggere in olio caldo.

giovedì 19 agosto 2010

Semifreddo al torrone di Tizimi

150 g torrone (mandorla-nocciola-al cioccolato .... in pratica quello che preferite!)
4 uova medie freschissime
500 ml panna da montare
100 g zucchero (meglio se finissimo tipo Zefiro)

Ridurre in briciole abbastanza fini il torrone, io ho utilizzato il batticarne. In una ciotola lavorare i tuorli con lo zucchero ed unirli agli albumi montati a neve molto soda. Montare la panna ed unirla al composto facendo attenzione a non smontare il tutto, unire anche due terzi del torrone sbriciolato.
Rivestire uno stampo da plumcake con un foglio di alluminio quindi spolverare il fondo con il tottone rimasto e riempire lo stampo con il composto montato.
Riporre in freezer per una notte o più, al momento di servire capovolgere su un piatto e affettare il tutto con un coltello tiepido.

bread and butter pudding di Maruzze'



1 filone di pane casareccio
Meglio se e dal giorno prima
Tagliato a fette di,1 cm
Burro sufficiente ad inburrare tutte le fette di pane

1 litro e mezzo di latte scremato
300cl di panna magra fresca
½ tazza di zucchero o piu se havete il dentino dolce,
4 uova intere
Vanilla essenze
½ tazza di uva sultanina ammollata in acqua calda, strizzata
1 cucchiaio di liquore, strega o Galliano (optional)
Il succo di un limone e un pezzetto di limone con la buccia
Uno stanpo rettangolare rivestito con carta forno

Spalmate il burro sulle fette di pane con tutta la crosta se; e’ tenera,
Adagiatele nello stampo ,
Sparpagliate sopra l’uva,
Nel frattempo in una ciotola capiente metteticci il resto degli ingrediente, sbattetele con una frusta a mano,
Levate il limone e versate il latte sul pane
Il latte deve coprire il pane, se non e sufficiente aggiungete un altro po’
Il pane tende a stare a galla, con un cucchiaio pressatelo giu’
A questo punto tenetelo a riposo per 2-3 ore in un luogo fresco (direi in frigo,)
cosi il pane assorbe tutto il liquido, ogni tanto pressatelo giu’ con il cucchiaio
in modo che il pane non si asciughi alla superficie, copritelo con la la carta forno
lasciata abbondante a proposito,

Preriscaldate il forno a 190 gradi,
Infornate per 45minuti circa , controllate, se e troppo chiaro
Scoprite , lasciate dorare per altre 10 minuti
Deve apparire, come un pane biscottato,
Lasciatelo riposare x 20 minuti tagliatelo a pezzi,
servite ancora caldo con un ciuffo di panna montata
o un cucchiaio di gelato con sciroppo di frutti di bosco , il contrasto del caldo e freddo lo rende una vera delizia!

Biscotti con i corn flakes di Cris







mezza scatola di Corn Flakes
3 uova separate
100 gr zucchero
250 gr farina
100 gr burro
1 bustina di lievito
1 buccia di lmone grattuggiata
50 gr di cioccolato fondente (io invece ho messo l'uva sultanina avanzata)
un pizzico di sale

Montare i bianchi a neve. Nel frullatore versare il burro morbido a cubetti, lo zucchero e montare a crema. Aggiungere i tuorli, uno alla volta, e continuare a montare aggiugnendo la scorza di limone gratuggiata e la farina setacciata con il lievito. Quando è tutto miscelato aggiungere i bianchi e mescolare lentamente, aggiungendo o i pezzetti di cioccolato o l'uvetta o tutti e due. Formnare delle palline e rotolarle nei corn flakes.
In forno a 180° per 15 minuti

Panna cotta di Maruzze'



1 litro di latte scremato,
400 cl di panna
1 scatola di 400g latte condensato, (sostituisce lo zucchero)
Il succo di un limone e alcuni pezzetti di buccia
Un cucchiaino di vanillina,
1 cucchiaio di gelatine in polvere o 2 fogli
Cioccolato o sciroppo di fragole per decorare
Oppure, un ciuffo di panna montata con sopra una ciliegia …boh! Fate voi!

Sciogliete la gelatine in un po di acqua calda

In una ciotola sbattere assieme il resto degli ingredienti
Con la frusta a mano, non elettrica
Altrimente vengono troppi bollicini,
Levate le buccie di limone
Mettetela in un pentolino a fuoco dolce (molto lento) deve stare
In infusione per 10 minuti, continuate a mescolare con la spatula o un cucchiaio di legno,
quando incomincia a bollire , levatela dal fornello aggiungete la gelatine, continuate a mescolare
affinche la gelatine e sciolta per bene, lasciate riposare e freddare per qualche mezzora, abbiamo bagnato con acqua fresca e preparato 8 tazze da the
Li abbiamo riempiti a meta’, conservate in frigo,
il giorno dopo svuotate sul piattino, Stefy si e sbizzarrita a fare dei disegnini
con un filo di cioccolata

Mostarda di albicocche di Tizimi

1 kg di albicocche
500 g di zucchero
1 limone
olio essenziale di senape

Lavare ed asciugare molto bene le albicocche e disporle in un unico strato in una larga pentola, ricoprirle con lo zucchero mischiato alla buccia del limone grattugiata. Unire anche il succo del limone.
Coprire con un canovaccio e lasciare riposare 24 ore, trascorso questo tempo portare ad ebollizione e far bollire per 5 minuti, ricoprire ancora con un canovaccio e far riposare ancora per 24 ore. Questa operazione deve essere ripetuta per altre due volte riducendo il tempo di bollitura a 3 minuti, in pratica si effettuano tre bolliture di 5-3-3 minuti con un riposo di 24 ore tra una e l'altra.
Dopo l'ultima bollitura invasare in barattoli sterilizzati unendo dalle 15 alle 20 gocce di olio di senape per barattolo, raffreddare i barattoli lentamente avvolgendoli in una copertina.

Peperoni verdi ripieni di MariaPia


10 peperoni verdi
1 panino ammollato in acqua
1 spicchio d'aglio
foglie di basilico e prezzemolo
pecorino morbido 100g
1 uovo
sale e pepe
olio exv

Togliere il picciolo dei peperoni, fare un taglio verticale, togliere i semi.

ripieno
Tagliare 4 peperoni a pezzetti, io ho usato il qb, una caccavella molto utile per cubettare le verdure.
Mettere un filo d'olio in una padella, versare i cubetti di peperone, cuocerli a fuoco vivace x 10 minuti circa
In una ciotola versare i cubetti
nel mixer versare l'aglio, il panino ammollato, il prezzemolo, il basilico, il pecorino a pezzi e frullare.
Versarel tutto nella ciotola , aggiungere 1 uovo, sale e pepe,mescolare bene.
Riempire con un cucchiaio i peperoni, distribuendo il ripieno per tutta la lunghezza.
Allineare i peperoni in una teglia da forno con un filo d'olio,cuocere a 180°per 30 minuti,o fino a che sono cotti e dorati.
Sono ottimi tiepidi

Brownies di Cris



ingedienti
1 etto di burro
1 etto di cioccolato fondente
1 etto di farina
1 etto di mandorle
1 etto di uvetta
2 uova intere
2 etti di zucchero ( la ricetta direbbe 3 etti di zucchero di canna, io non lo avevo)

sciogliere burro e cioccolato a bagnomaria, poi aggiungere le uova, la farina e poi lo zucchero mescolando rapidamente. Aggiungere quindi le mandorle tagliate grossolanamente e l'uvetta.
Io ho usato le formine di silicone, ma i Brownies dovrebbero essere messi in una teglia rettangolare e l'impasto dovrebbe essere di circa 3 cm. per poi tagliarlo a quadrotti.
Se si usa la teglia consiglio di mettere la carta forno.
Cuocere 30 minuti a 180°

Marmellata di pesche di Karlin


Ingredienti
Pesche mature
Zucchero in ragione di gr. 300 per kg. di polpa scolata(ved. Procedimento)

Lavare le pesche, specie se arrivano direttamente dai campi, per togliere l’eventuale polvere o altre impurità.
Togliere la buccia e il nocciolo e tagliarle a pezzetti, mettere dentro ad una pentola con fondo spesso e porre al fuoco facendo bollire fino a cottura della frutta.
Non si possono indicare i tempi perché dipende dalla grossezza dei pezzi e dalla vivacità del fuoco.

Spegnere il fornello e lasciare leggermente intiepidire, poi mettere il tutto dentro ad uno scolapasta in modo da separare il succo dalla polpa. Pesare quest’ultima e calcolare il peso di zucchero occorrente che andrà messo nella pentola insieme, approssivamente, ad 1/3 del succo raccolto.
Far bollire fino a che si riduce ancora della metà, ora versarvi dentro la polpa tenuta da parte e terminare la cottura. La marmellata è pronta quando, versandone un cucchiaio sopra un piattino freddo (magari tenuto qualche minuto dentro al congelatore), questa solidifica e la parte liquida non scorre.
Invasare bollente, rovesciare i vasetti sopra un panno e coprire con una copertina fino a completo raffreddamento. Rimetterli in piedi e si sarà formato il sottovuoto. Consumare dopo almeno un mese dalla preparazione.

Con il succo restante si può preparare uno sciroppo per il gelato, oppure per “stregare l’acqua” quando si vuole preparare una bibita fresca.
Metterlo in un pentolino sul fornello e aggiungere qualche cucchiaio di zucchero semolato; farlo ridurre, quindi imbottigliare, fare raffreddare e conservare in frigorifero.

SUMMER PUDDING di Anna_ra




(da preparare il giorno prima di servirlo)
foto della preparazione di Aurora

Occorrente per 4 persone:
½ kg abbondante di frutti di bosco misti a piacere (funziona anche con quelli surgelati)
100 gr di zucchero (ma la quantità in realtà va a gusto)
pane a cassetta, meglio naturalmente se fatto in casa, ma viene decente anche con quello comprato
una pirofila rotonda o ciotola di vetro profonda circa 12 cm
1 piattino di diametro di poco inferiore a quello della bocca della ciotola
un peso (batticarne, grosso peso di bilancia, ecc.)

Mettere i frutti di bosco in una casseruola, aggiungere lo zucchero, mercolare brevemente e mettere su un fuoco medio-basso. Portare a bollore e far sobbollire per non più di 3-5 minuti: quanto basta perché lo zucchero si sciolga completamente e si formi un bel po’ di sciroppo. Spegnere e lasciar raffreddare.
Affettare il pane a cassetta in fette dello spessore di un dito scarso e rifilarle tagliando via la crosta. Ritagliare da una fetta un disco grande abbastanza da coprire il fondo della pirofila e adagiarvelo dentro. Foderare le pareti della ciotola con le altre fette, ritagliandole opportunamente in modo che non vi siano spazi vuoti. Per farle aderire bene alle pareti della ciotola può servire immergere brevemente un lato nello sciroppo. Le fette devono essere alte almeno quanto la ciotola.
Mettere da parte mezzo bicchiere di sciroppo e versare i frutti di bosco nella ciotola riempiendola fino a circa 1 cm dal bordo. Disporre altri ritagli di fette di pane a mo’ di coperchio (a contatto coi frutti di bosco), sempre senza lasciare vuoti, e rifilare le fette di pane verticali tutt’intorno al bordo della ciotola.
Posare il piattino sul coperchio di pane e metterci su il peso, premendo un poco in modo che lo sciroppo, che già in parte impregna il pane, lo impregni ancor di più. Non occorre farlo impregnare del tutto, perché a questo punto si mette tutto in frigo, peso compreso, lasciandolo fino al giorno dopo, quando tutto il pane sarà impregnato.
Scalzare leggermente il bordo del pudding con un coltello e capovolgerlo in un piatto piuttosto profondo. Versarvi su il mezzo bicchiere di sciroppo messo da parte e servire. È ottimo da solo, ma anche bene accompagnato da panna liquida o gelato.

Lasagnette di pane carasau di MariaPia



fette di pane carasau ammollate con qualche cucchiaio di passata di pomodoro molto diluita
olive verdi denocciolate e tagliate a pezzetti
scamorza affumicata a julien
3 pomodori a dadini conditi con sale e pepe e basilico
basilico una decina di foglie
olio exv
Tagliare in 2 ogni fetta di pane e ammollarle

in una tortiera foderata di carta forno costruire la lasagne facendo in ogni strato pane, pomodori, formaggio, olive
io ne ho fatti 3 di strati e 2 porzioni
Forno caldo a 200° x 5 minuti, deve fondere il formaggio

Lingua col bagnet di Azalea

200 g di lingua affettata
2 acciughe sotto sale
10 capperi
mezzo panino raffermo
1 uovo sodo
1 cucchiaio di rubra
1 mazzetto prezzemolo
sale
olio
aceto

Ammollare il panino nell'aceto.
Pulire e disliscare le acciughe, metterle nle mixer con i capperi, l'uovo sodo sgusciato, la rubra, il prezzemolo e il pane strizzato e frullare il tutto.
Se è troppo denso diluire con un filo d'olio d'oliva e regolare di sale.
Disporre le fette di lingua su un piatto da portata e ricoprirla con la salsa preparata.

Cavolini di bruxel con l'orzo di Maruzze'


1kg di cavolini di bruxell
2 cucchiai di orzo perlato
1 carota
1 cipolla rossa
1 spicchio d'aglio
un pomodoro
1 patata grossa o 2 medie
poco olio evo,

mettete a bagno x un paio di ore l'orzo
tagliate la cipolla e il pomodoro a cubetti,
la patata, la carota tagliata a cubi grande quanto i cavolini,

tenete questi ingredienti da parte, ungete la teglia con l'olio, quando e calda buttateci dentro i cavolini, la cipolla, l'aglio tritato, il pomodoro cuocere x 5 m' nel frattempo avete cucinato l'orzo in 2 tazze di acqua x 10 minuti al MO aggiungetelo ai cavolini inclusa l'acqua continuate a cuocere x 2-4 m' aggiungete la carota, salate pepate a piacere altre 3 m' di cottura aggiungete le patate quando sono cotti, la minestra e pronta, l'orzo le da' un sapore unico e contiene molta fibr

mercoledì 18 agosto 2010

Torta dolce di zucchine di Alma

Dosi per 6 persone:

· 400 g di zucchine piccole e sode· 3 uova· 150 g di zucchero· 150 g di farina· 100g di fecola · 100 g di noci tritate · 1 cucch.ino e mezzo di lievito in polvere· 1 cucch.ino di sodio bicarbonato . 1 cucch.ino di cannella . 150 gr. di burro o un bicchiere di olio. 50 gr. di uva sultanina (facoltativa). buccia grattugiata di un limone . 2 cucch.ini di succo di limone . farina per lo stampo· · un pizzico di sale . zucchero a velo
Lavate le zucchine, togliete i piccioli e riducetele a julienne o grattugiarle (non usare il mixer perché diventano una poltiglia). Mettetele in uno scolapasta, salatele leggermente e lasciatele a perdere acqua per un'ora.
Montate le uova a crema con lo zucchero, fino a che saranno gonfie e spumose, aggiungere il burro o l’olio poi unitevi la farina e la fecola il lievito mescolati insieme e setacciati, le noci tritate il bicarbonato sciolto in un pochino di limone, la cannella, l’uva sultanina, la buccia grattugiata del limone .
Sgocciolate bene le zucchine, tamponatele con carta assorbente da cucina e unitele alla preparazione, mescolando bene. Imburrate e infarinate uno stampo da 24 cm di diametro, rovesciatevi dentro il composto e fate cuocere il dolce a 180° per circa 50 minuti (fare la prova stecchino, io con il mio forno l’ho dovuta cuocere un’ora)
Levatela dal forno, rovesciatela su una gratella a raffreddare e servitela cosparso di zucchero a velo.

Torta alle banane di Gisella

500 g farina 00
4 banane ben mature, schiacciate e spruzzate bene col succo di mezzo limone
250 g di zucchero (se di canna, è meglio)
130 g di burro a pomata
il succo di mezzo limone e la buccia grattugiata dell'intero limone
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Amalgamare il burro con lo zucchero, a crema ) unire le uova uno alla volta, quindi la farina addizionata al lievito. Mescolare bene, quindi aggiungere le banane, la buccia eil succo del mezzo limone, il pizzico di sale. Mescolare bene e versare in tortiera ben imburrata ed infarinata.
Cuocere in forno già caldo a 180° per circa un'ora (dipende dal forno, quindi, a 45' minuti, cominciare a controllare con lo stecchino).
Sfornare e raffreddare su gratella. Spolverare con zucchero a velo.

Melanzane intere aglio e prezzemolo di Giusi

melanzane lunghe (quelle piccole e strette, credo siano siciliane)
trito di aglio prezzemolo e olio
sale

tagliare di netto il picciuolo alle melanzane, lavarle e disporle intere in una padella, un giro d'olio, un pizzico di sale, coprire e far cuocere a fuoco medio basso, ogni tanto girarle, quando vi renderete conto che sono cotte, trasferitele in un piatto da portata, praticate su ogni melanzana un taglio per il lungo e condite con il trito di prezzemolo
sono buone sia calde che a temperatura ambiente

Peperoni all'acciuga di Anna_ra

peperoni
olio, aglio
acciughe sott'olio
capperi
uvette

Mettere i peperoni interi in forno a 250° finché la buccia non è abbrustolita (15-20 minuti). Toglierli, lasciarli raffreddare, togliere torsolo, buccia e semini. Affettarli a strisce large a piacere.

Scaldare l'olio in una padella, far dorare l'aglio. Aggiungere le acciughe tagliate a pezzetti. Quando sono semisciolte, aggiungere i peperoni, i capperi e l'uvetta. Far amalgamare il tutto per qualche minuto.
Togliere dal fuoco e servire freddo.

Zucchine o peperoni all'angela di Anna_ra

1 kg zucchine o peperoni affettati a piacere
½ bicchiere di olio
½ bicchiere di aceto
½ bicchiere di aceto balsamico
trito di carote, cipolla e sedano
sale, pepe, salvia, basilico
1 cucchiaio di zucchero

Mettere in padella il tutto a freddo e cuocere per 5-7 minuti.