giovedì 27 settembre 2012

Semifreddo ai fichi di Azalea

Semifreddo ai fichi

16 fichi
200 g mascarpone
2 albumi
succo di mezzo limone
5 amaretti
zucchero a velo
maraschino

Lavorare il mascarpone a crema con 4 cucchiai di zucchero a velo e il succo di limone, poi aggiungervi gli amaretti sbriciolati, gli albumi montati a neve e 3 cucchiai di maraschino.
Sbucciare e tagliare a metà i fichi.
Foderare uno stampo da plum-cake con pellicola trasparente e fare uno strato di fichi, uno di crema fino ad esaurire gli ingredienti.
Battere un po' lo stampo sul tavolo per assestare il tutto, poi mettere in freezer per una notte.
Passarlo un'ora in frigo prima di capovolgerlo su un piatto da portata, sformarlo e servirlo a fette.

Zucchine gratinate di Cristina

6 zucchine media grandezza
10 pomodorini a gigliegina
pangrattato
parmigiano
prezzemolo
maggiorana
formaggio tipo fontina
olio e sale
(Tutto ad occhio)
ho steso della carta forno su di una teglia e ho sparso un po di pan grattato prima di stendere le fette di zucchina tagliate con la mandolina ma leggermente spesse.
A parte ho messo in una terrina il pan grattato il formaggio grana e un altro tipo di formaggio, il prezzemolo, la maggiorana e il sale. Io gli ho dato un giro di frullino per comodità.
Ho tagliato a pezzetti i pomodori e li ho messi sulle zucchine. Ho quindi sparso il composto
su tutto, abbondando e poi ho versato un filo d'olio.
Messe in forno caldo a 180 gradi per 15 minuti

Ciambella alle more con salsa vaniglia e salsa marsala di Tizimi

150 g di farina 00
150 g di farina di farro
4 uova
250 ml panna
150 g zucchero di canna
1 bustina di lievito per dolci

composta di more (250 g more+100 g zucchero - cuocere il tutto e poi passare al setaccio per eliminare i semini delle more)

Salsa vaniglia: 2 tuorli - 4 cucchiai di zucchero - 1 cucchiaio abbondante di farina - 750 ml latte - 2 baccelli di vaniglia
Salsa al marsala: 2 tuorli - 4 cucchiai di zucchero - 1 cucchiaio scarso di farina - 3 dosi di marsala (usare i mezzi gusci delle uova come misurini) - 3 dosi di latte

In una ciotola battere le uova con lo zucchero, aggiungere a cucchiaiate le farine setacciate con il lievito alternandole con la panna.
A composto omogeneo versarne 2/3 in uno stampo a ciambella ed al rimanente aggiungere la composta di more e distribuire il composto nello stampo a cucchiaiate.
Cuocere in forno a 180° per circa 45/50 minuti, fare la prova stecchino prima di sfornare il dolce. (io ho cotto nella Petronilla sul fornello per 1h20 minuti :oops: )
Mentre cuoce il dolce preparare le salse di accompagnamento.
Salsa vaniglia: mettere a bollire il latte con i baccelli di vaniglia per circa 5 minuti quindi spegnere il fuoco e spremere i baccelli per ricavare tutti i semini. In un tegame montare i tuorli con lo zucchero, unire la farina quindi il latte a filo e cuocere la crema finchè sparisce il gusto della farina.
Salsa al marsala: montare i tuorli con lo zucchero, unire la farina ed il latte portare a bollore quindi aggiungere il marsala

Servire la torta accompagnata da una cucchiaiata di ciascuna salsa.

Varenike,ricetta ucraina di Skorpio

Non chiedetemi le dosi perchè anche Tania le ha fatte ad occhio.
Ha fatto una sfoglia con farina, due uova e mezzo bicchiere d'acqua.
Lessate circa mezzo chilo di patate, schiacciate ed amalgamate con un bel pezzo di burro e un po' di sale(praticamente un puré senza latte, ben sodo)
Ha tirato la sfoglia non sottilissima, ha tagliato dei dischi con un bicchiere, farciti con un cucchiaino di puré e chiusi a mezzaluna.
Ha fatto appassire una cipolla con l'olio.
Lessato le varenike, scolate e condite con la cipolla. Ha detto che il ripieno si può fare anche con i fagioli lessati e schiacciati.

Torrette estive farcite di Azalea



4 mozzarelle (400 g)
150 g prosciutto cotto
150 g panna da cucina
2 pomodori tondi grandi
1 spicchio d'aglio
erba cipollina
olio
sale
pepe

Tagliare a fette i pomodori (4 fette per ognuno), salarli, irrorarli con un filo d'olio e far riposare per 10 minuti.
Affettare ogni mozzarella in 4 fette e farla asciugare su carta da cucina.
Frullare il prosciutto cotto con l'erba cipollina (4 o 5 steli), il pepe, la panna, il sale e l'aglio.
Su un piatto da portata sistemare 4 fette di pomodoro (quelle centrali che sono piatte), saranno le basi per le torrette, coprirle con un po' di crema, una fetta di mozzarella, altra crema e così via fino a finire il formaggio.
Fare un ultimo strato di crema, completare con le calotte dei pomodori, metter in frigo per almeno mezz'ora, poi servire.
Dose per 4 torrette.

Mazzancolle alla pirata di Rossjam



500 gr di mazzancolle (anche gamberoni vanno bene)
400 gr polpa di pomodoro o pelati
olio di oliva
aglio
prezzemolo
sale (o insaporitore vegetale)
peperoncino (a piacere...ma un po' piccante rende meglio!). si può sostituire con pepe nero...a gusto personale!!
panna da cucina (sostituibile con il latte) 200 cl circa (sarebbe un brick)

In un tegame largo e basso soffriggete leggermente l'aglio nell'olio senza arrivare alla doratura. Versate il pomodoro con il sale o il dado vegetale e il peperoncino e fate cuocere 15 minuti circa. Aggiungere acqua se il sugo si è ristretto troppo Unire le mazzancolle, private delle "antenne" ma non della testa che da tanto sapore!!! Cospargere di prezzemolo e portare ad ebollizione ed abbassare la fiamma. Fate cuocere circa 20 minuti a fuoco lento. Aggiungere la panna ( o il latte) ...amalgamate bene scuotendo il tegame e lasciate sobbollire ancora per 5 minuti...et VOILA'...servite calde!!

mercoledì 26 settembre 2012

Melanzane ripiene di Rossjam


-Melanzane rotonde (una a persona!)
-patata schiacciata lessa (serve per tener morbido il ripiano...potete anche usare, come faccio io spesso, i fiocchi del purè reidrizzati con acqua calda)
-formaggio grattugiato
-un uovo (per tre melanzane!)
-due salcice magre di prosciutto
-prezzemolo
-aglio (anche quello in polvere)
-sale
-pepe

tagliare le melanzane a metà verticalmente. Svuotarle con un coltellini fino e metterle a bollire con acqua leggermente salata per qualche minuto (mettere anche qualche pezzetto della parte svuotata. il resto di può tagliare a listarelle, insaporire con erbette e far diventare croccanti in padella...è un buon contorno...della serie NUN SE BUTTA NIENTE!!). Mettere a sgocciolare le melanzane. Impastare assieme la carne delle salsicce svuotate, le patate schiacciate, la polpa che avevate messo a lessare assieme alle "barchette", l'uovo, il formaggio, l'aglio, il sale, il prezzemolo e il pepe.
Riempire le "barchette di melanzane" ben colme e sistemarle in una teglia leggermente unta di porcellana o pirex o da forno a seconda come si vuole cuocerle. Io, visto il caldo estivo le ho cotte nel MO a temperatura max per minuti 15+9 (intervallo è per il controllo) e poi le ho passate a gratinare al grill del forno per 5 minuti...il mio MO vecchio non è dotato e il nuovo non l'ho ancora montato! D'inverno però sono ottime al forno...ma ci vuole più tempo di cottura!!!

Panada dell'orto di Rosetta

per 3 porzioni

pane raffermo 2 mantovane
1 hg pancetta coppata affettata
1 dado per brodo
1/2 dado ai funghi Star
1 grossa cipolla rossa dell'orto
2 gambe di sedano dell'orto con foglie
4 ciuffi di basilico dell'orto
timo a piacere sempre dell'orto
2 pezzettini di burro
formaggio grattugiato montasio o quello che preferite
giro di olio finale e pepe

Tagliare il pane raffermo.
Affettare la cipolla e dividerla in tanti pezzi (non tritata)
Tagliare a rondelline il sedano con le sue foglie fresche - il basilico e lasciare il timo con le sue foglioline intere.
In una pentola antiaderente (sarebbe meglio una pentola di coccio ... ma non ce l'ho)
appoggiare i pezzetti di burro, e a strati un poco di verdure mescolate insieme, la pancetta, il pane e un poco di formaggio grattugiato.
Qualche pezzetto di dado e ritornare a fare un altro strato di verdure, pane, pancetta, formaggio, dado.
Terminare con pane e abbondante formaggio.
Coprire a filo con acqua bollente, attendere che sia stata assorbita e aggiungerne altra a filo, finchè la superficie rimane leggermente coperta dall'acqua.
Preparo il tutto al mattino, copro con il coperchio e nel pomeriggio porto a bollore, tolgo il coperchio e lascio sobbollire a fuoco molto basso per un'ora circa.
Con cautela smuovo il fondo con un cucchiaio di legno per non lasciarla attaccare, spengo e lascio riposare.
Buonissima sia calda che fredda.
Nei piatti aggiungere un filo di olio e pepe se garba.

Pomodori con il riso al forno di LaGebo



Dosi per 4 persone

8 pomodori tondi e abbastanza grandi
3-4 patate grosse
9 cucchiai di riso
5 cucchiai di olio
1 spicchio d'aglio (anche 2-3,ma anche senza va bene)
sale, un po' di pepe
basilico, origano maggiorana (ci sta bene anche il timo)

tempo di preparazione 20 min + almeno 3-4 ore di riposo
tempo di cottura 40-50 min

Preparazione (preferibilmente la sera prima)

Incidere la sommita' dei pomodori in modo da ricavarne una specie di cappuccio, e svuotarli con un cucchiaino, raccogliendo il contenuto nella ciotola del frullatore
Mettere un pizzichino di sale in ciascun pomodoro e richiudere. In questo modo il pomodoro rilascera' dell'acqua di vegetazione che useremo dopo

Aggiungere alla polpa dei pomodori lo spicchio d'aglio, l'olio e gli odori. Frullare e regolare di sale: deve risultare un po' salato, ma non troppo

Versare questo condimento in una ciotola, aggiungere il riso e lasciarlo riposare in ammollo nella polpa di pomodoro per almeno 3-4 ore in modo che il riso assorba un po' d'acqua e cuocia meglio in seguito.
Pelare le patate, tagliarle a spicchi non troppo grossi e metterle a bagno in acqua fredda salata. Lasciarle riposare in frigo


Passato il tempo di ammollo riprendere i gusci di pomodoro e lasciar cadere l'acqua di vegetazione nella ciotola con il riso
Mettere i pomodori in una teglia (anche quelle di alluminio usa e getta...) appena unta di olio e riempirli con il riso fino a 3/4. NON buttare il poco sughino avanzato.
Mettere le patate attorno ai pomodori e coprire il tutto con il sughino avanzato nella ciotola. Se credete potete aggiungere un filo f'olio

Infornare a 180-200 gradi, fino a che le patate non sono cotte

Lasciare intiepidire. Sono buoni tiepidi, e sono ancora piu' buoni riscaldati appena il giorno dopo

frittelle affumicate non fritte di fiorella


5 patate medio-piccole
1 uovo
1 cucchiaio di latte
una nocciola di burro
scamorza affumicata
sale qb
pane grattugiato

cuocere le patate tagliate e tocchetti nel mo con il latte.
schiacciare con una forchetta, aggiungere il burro e lasciare intiepidire.
aggiungere l'uovo, mescolando fino a che non si è completamente
amalgamato.
grattugiare la scamorza in maniera grossolana
salare leggermente e aggiugnere il formaggio.
il composto deve risultare morbido, ma lavorabile cone le mani
prelevare un cucchiaio di composto e dare la forma di una frittella, passare nel pane grattugiato
e tenere da parte. procedere con le latre frittelle, fino ad esaurimento del composto.
scaldare un padellino antiaderente appena unto e far cuocere le frittelle
fino a che non prendono colore da ogni parte.

martedì 25 settembre 2012

Insalata di moscardini di Azalea


Insalata di moscardini

1 kg moscardini puliti
prezzemolo
olio
succo di un limone
pepe
aglio
sale
aceto

Lessare i moscardini in acqua salata acidulata con un cucchiaio d'aceto (io uso la pentola a pressione e con 10 minuti di cottura sono pronti!).
Poi scolarli, farli raffreddare e condirli con un po' di prezzemolo tritato, mezzo bicchiere scarso d'olio, succo del limone, sale, abbondante pepe e uno spicchio d'aglio affettato sottile.
Mescolare bene e mettere in frigo per almeno un'ora prima di servirla.

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 10 minuti

Linguine con broccoletti di Maria48

Ingredienti:
200g di linguine spezzate
2 manciate di broccoletti (non li ho pesati sono andata ad occhio)
3 pomodorini tipo pachino,
1 spicchio di aglio tritato,
sale pepe olio qb,

Ho messo la pasta a lessare, a metà cottura ho aggiunto i broccoletti quando la pasta era quasi cotta, l'ho scolata.
Nel frattempo ho soffritto l'aglio leggermente, ho aggiunto i pomodorini tagliati a cubetti, ho lasciato insaporire per qualche minuto, salato, pepato.
Aggiungete la pasta e broccoli alla salsa appena preparata, saltateli in padella quanto basta per mescolare bene, servite con un po' di parmiggiano e peperoncino se piace.

Pappa al pomodoro di Maria Pia


400g di pane raffermo
3 spicchi di aglio
1 cipolla
1 mazzetto di basilico
1/2 kg di pomodori freschi o pomodori pelati
1 litro di acqua bollente
olio exv
sale e pepe nero
Tagliare la crosta del pane e tagliare a dadini
In una casseruola bassa mettere aglio e gambetti basilico, poi cipolla tritata sottile, fiamma al minimo
Si tagliano i pomodori pelati a pezzi.
Si eliminano gli spicchi d'aglio e i gambetti e si aggiungono i pomodori.
Aggiungere il pane, mescolare e versare l'acqua bollente 4 mestoli, il sale e cuocere x 15-20 minuti
Alla fine basilico tritato, pepe nero e filo di olio a crudo

Insalata rustica di Azalea


Insalata rustica di tonno, fagioli e pomodoro

1 lattina di fagioli (borlotti o cannellini)
mezza cipolla
160 g tonno sott'olio
1 pomodoro cuore di bue
olio
sale

Scolare i fagioli, metterli in una insalatiera con la cipolla a rondelle sottili, il pomodoro affettato grossolanamente, il tonno sbriciolato e condire con olio e sale.
Se la mettete in frigo per qualche ora è più buona.

Trote al limone sotto sale di Rosetta

trote d'allevamento
limoni sotto sale fatti da me, vedi sotto il link
alloro a volontà
1 limone normale

1 teglia con la gratella
poca acqua che non deve superare il livello della gratella.

Ho pulito e lavato per bene le trote.
Ho messo un pò di acqua nella teglia.
sulla gratella ho messo un bel ramone di alloro tagliato in tre parti, sino a formare un letto uniforme.
Il limone l'ho tagliato a fettine sottili e l'ho distribuito sopra all'alloro.
Le pance delle trote pulite, le ho riempite con i limoni che ho messo sotto sale.
Forno a 325°, finchè l'occhio delle trote è diventato bello bianco (segno che il pesce è cotto bene).
In cottura non ho messo altro sale, i limoni sono già salati a sufficienza.

Questo arduo compito spetta sempre a me ... spelato, spinato per bene e messo la polpa nei piatti con della buona insalatina dell'orto.

Limoni sotto sale di Rosetta


LIMONI sotto SALE
per i 3 vasi della foto

4 limoni di Sorrento
sale di Maldon ho fatto a occhio
magic rost è una miscela di sale, rosmarino, salvia e altro

Lavare e asciugare molto bene i limoni.
Affettarli uno per volta e versate nei vasi il sugo che si forma sul tagliere.
Sul fondo del vaso appoggiare un pizzicone di sale di Maldon e una spruzzata di magic rost.
Sistemare uno strato di fette di limone senza sovrapporle e mettere di nuovo, per ogni strato, sale e magic rost sino alla fine.
Pressare bene i limoni e riempire bene gli spazi vuoti.
Terminare con sale e magic rost.
Chiudere il vaso e asdpettare ... piano piano i limoni rilasciano tutto il loro succo.
Riporre in dispensa e ricordarsi di capovolgerli di tanto in tanto, in modo che anche i limoni in superficie, si sciolgano piano piano.

Zucchine a forno di Azalea


Zucchine al forno (microonde)

1 kg zucchine
rosmarino
timo
salvia
menta
aglio
sale
pepe
pangrattato
olio

Tagliare le zucchine a bastoncini di circa 3 cm.
Tritare finemente tutti gli odori (naturalmente ognuno vede quali usare in base a quello che ha o che trova), mescolarli in una insalatiera insieme alle zucchine con sale, pepe, pangrattato e un filo d'olio, poi versare nel piatto crisp foderato con carta forno e cuocere alla funzione crisp per 20 minuti, mescolando dopo metà cottura.
Altrimenti se volete usare il forno tradizionale, metterle sulla placca del forno oliata e infornare a 180°C per 40 minuti.

Preparazione: 15 minuti
Cottura: 20 minuti al microonde o 40 minuti in forno normale

domenica 23 settembre 2012

La mia ratatouille di Aurora

Si differenzia dall'originale credo per la presenza delle patate e la mancanza delle cipolle... ma solo per una mera questione di gusto.
L'ho cotta nel forno tradizionale perchè il mio MO qui è piccolo, ma penso che venga benissimo al microonde come ha suggerito LaGebo.

2 zucchine
1 melanzana grande
1 peperone
2 carote
2 patate
prezzemolo e maggiorana
dado casalingo o biologico
olio exv
aglio

Tagliare a pezzi più o meno uguali le prime 5 verdure.
In una larga pentola mettere l'olio exv con l'aglio a pezzetti piccoli.
Dopo qualche minuto, aggiungere le verdure a pezzi, aggiungere il dado e far cuocere cercando di non rompere troppo i pezzi, aiutandosi con un cucchiaio di legno e scuotendo la pentola.
Le verdure devono cuocere, asciugarsi, ma non si devono disfare, spolverare con il prezzemolo e la maggiorana tritata finissimi e spegnere il gas.
In una teglia versare due mestoli di salsa abbastanza liquida, versarci sopra tutte le verdure e ricoprire con altra salsa.
Versare in forno a 200° fino a quando la ratatouille è abbastanza asciutta.

Uova con i funghi di Aurora



Funghi freschi anche misti
uova
un mix di profumi tritati nel mixer con un spicchio di aglio (io ho usato prezzemolo, origano fresco, maggiorana e basilico greco)
dado granulare
latte
un po' di formaggio gratugiato grosso (io ho usato il montasio)
olio exv
sale e pepe
Fette di pane strofinate con l'aglio e olio exv

(tutta la ricetta si può fare anche senza aglio)

Pulire e tagliare a fettine i funghi e farli cuocere con un pochino di olio exv, il dado e le erbe aromatiche.
Intanto in una scodella mescolare (NO SBATTERE) le uova intere con il formaggio, qualche cucchiaio di latte e un pizzico di sale e pepe.
Quando i funghi si sono asciugati e cotti, versarci dentro il composto di uova.
Mescolare con un cucchiaio di legno in modo da far rapprendere le uova, ma lasciandole morbide.
Mettere le fette di pane nei piatti, versarci sopra le uova e servire.

Risotto con le zucchine angerose di Aurora

Ecco il risotto che è il prodotto dei suggerimenti di Angela e Rosetta.

Riso vialone nano
zucchine a bastoncini
zucchine a julienne ( o mixer)
mezza cipolla tagliata sottile sottile
Olio exv
formaggio grattugiato
una noce di burro
vino bianco
poco prezzemolo tritato finissimo
brodo

Ho rosolato per benino le zucchine tagliate a bastoncino in un po' d'olio di oliva. Le ho scolate e tolte e nella stessa padella ho messo le zucchine tagliate a julienne (oppure frullate grossolanamente) e fatte rosolare insieme alla cipolla. Ho aggiunto il riso, l'ho fatto tostare e poi ho sfumato con vino bianco.
Quando è sparito l'odore del vino, ho versato il brodo fino a coprire il riso mescolando solo all'inizio.
Quando il brodo si è assorbito ne ho aggiunto altro e così via fino a cottura del riso mescolando solo alla fine e intanto scaldare sul fuoco o nel microonde le zucchine rosolate e messe da parte.
Spegnere il gas sotto il risotto, aggiungere la noce di burro e il formaggio e mettere nei piatti adagiando sopra un po' di zucchine cotte a parte.

Tortino di zucchine e patate di Aurora


zucchine e patate in egual peso
1 uovo intero
parmigiano
olio
sale
maggiorana e prezzemolo tritati finissimi



Sull'idea del polpettone genovese (ma è tutta un'altra cosa), ho grattugiato le zucchine e le ho rosolate in poco olio, riducendole in poltiglia.
Ho lessato e schiacciato le patate e in una ciotola ho messo le zucchine, l'uovo, il parmigiano e le patate, le erbe aromatiche
In una padella adeguata, ho versato un filo di olio e ho unto il fondo, ho spolverato di una buona dose di pane grattugiato e ho versato tutto l'impasto allargandolo nella padella con il dorso di un cucchiaio bagnato.
Quando sotto ha fatto a crosticina, quindi non bisogna toccarlo per un po', l'ho girato sotto sopra come una frittata con l'aiuto di un coperchio.
Ho tracciato la griglia con una forchetta e ho finito di cuocere facendo fare la crosticina anche sopra.

Casarecce zucchine e pomodori secchi di Aurora


zucchine
1 manciata di pomodorini secchi reiidratati o sott'olio
mezzo spicchio di aglio, se gradito
parmigiano
olio exv
maggiorana
Casarecce

Tagliare le zucchine a cubetti e farle rosolare con la maggiorana in un po' di olio exv.
Tagliare a pezzetti piccoli i pomodori secchi e l'aglio e aggiungerli alle zucchine continuando a cuocere.
Nel frattempo mettere a lessare le casarecce e quando l'acqua contiene un po' di amido rilasciato dalle casarecce, mettere un mestolino di acqua sulle zucchine e pomodori.
Scolare la pasta, spadellarla con le zucchine e i pomodorini, spegne il gas, aggiungere il parmigiano e mettere nei piatti

Semifreddo al caffe' di MariaPia

per uno stampo da 24 cm con cerniera questa è la ricetta

150cc di caffè forte, 175 di zucchero, 140g di tuorli, 1 cucchiaio di caffè solubile nescafè, 1/2 bacca di vaniglia, 500g di panna fresca

Scaldare il caffè o farlo immediatamente.
Cuocere i tuorli con lo zucchero a 80°, se non si ha il termometro mescolare e aggiungere il caffè poco per volta, si forma una schiuma, quando scomparirà la crema va tolta dal fuoco e va messa nella planetaria a forte velocità, in mancanza della planetaria versare in una ciotola con ghiaccio e usare le fruste elettriche, aggiungere il nescafè e i semi di vaniglia e continuare a montare.
Montare la panna morbida e incorporare la crema di caffè con movimento dal basso verso l'alto.

Imburrare lo stampo e eventualmente fare dei fili con cioccolato fondente sulla carta forno tagliata a cerchio preciso, versare la crema e sbattere lo stampo per togliere le bolle d'aria.
Porre in freezer x 2 ore o anche più.
Con un coltello staccare i bordi, togliere la carta forno, il disegno del cioccolato è impresso
Mettere su piatto da portata guarnire la base con panna montata usando un sac a poche e chicchi di caffè

sabato 1 settembre 2012

Gelato al pistacchio di Alma


Gelato al pistacchio

Montare due tuorli d'uovo con 2 cucchiai di zucchero,
aggiungere poco alla volta mezzo bicchiere abbondante di latte,
portare ad ebollizione a fuoco lento
(deve restare una crema abbastanza densa).
Frullare a parte 100 g di pistacchi con un cucchiaio di latte e
aggiungerlo alla crema appena fatta.

A parte : un grosso cucchiao di cacao (io metto cioccolato
fondente grattugiato) 3-4 cucchiai di zucchero, due cucchiai
di latte e portare anche qui ad ebollizione.
Lasciare raffreddare il tutto.
Montare a neve gli albumi
Montare due etti di panna con 2 cucchiai di zucchero.

Aggiungere alla panna montata la crema , mescolando bene, poi gli albumi montati a neve.
Prendere un po' di questo composto ed aggiungerlo nel casseruolino del cioccolato e rimestare bene.
Versare alternativamente i due composti in un recipiente adatto e metterlo in frigorifero .
Prima di servirlo lasciarlo un po' a temperatura ambiente perchè si ammorbidisca.

Risotto con le zucchine di Angela


in un tegame metto olio evo, sale, cipolla tritata fine e lascio imbiondire un paio di minuti.
Poi aggiungo le zucchine tagliate a rondelle se non devo prepararle anche per i bambini sfumo con un goccio di vino bianco altrimenti passo alla mossa successiva e cioè aggiungo un po' d'acqua, un pizzico di dado granulare e chiudo con il coperchio. Lascio a cuocere per una decina di minuti, controllando sempre che l'acqua non sia evaporata del tutto e poi aggiungo il riso e continuo come si fa con tutti i risotti, bagnando all'occorrenza con brodo vegetale (oppure, se non ne ho, con il bordo fatto con il dado vegetale), mescolando di tanto in tanto. A fine cottura aggiungo una noce di burro e una spolverata di parmigiano e porto in tavola. Qua a a casa mia in genere non ne rimane neppure una briciola anche perchè mescolando di continuo le zucchine finiscono con lo "sfarsi" e quindi diventano un tutt'uno con il risotto (non so se sono riuscita a rendere l'idea) e quindi anche i riluttanti alle verdure (leggasi: i miei nipoti :mrgreen: ) se lo sbafano lo stesso.

Torta di patate di Giusi

Far lessare con la buccia 4/5 patate, pelarle quando sono ancora calde e schiacciarle, lasciar freddare un pochino,
intanto preparate un trito aromatico con le erbe che più vi piacciono, io solitamente metto, rosmarino, timo, erba di san pietro, salvia, erba cipollina,
amalgamare bene con le patate,
aggiungere 1 o 2 cucchiari di pan grattato,
3 uova, a volte 2 bastano,
aggiustare di sale,
ungere abbondantemente una pirofila, mettere il composto livellandolo bene, cospargere la superficie di salsa di pomodoro e infine spolverare di formaggio grattugiato, solitamente uso parmigiano, ieri invece avevo del pecorino sardo e ho usato quello

Cous cous dell'orto di aurora

Le dosi vedetele voi, io ho usato 500 g di cous cous e 500 g di acqua per una ventina di persone:

Verdure:
2 melanzane
2 zucchine (se grandi altrimenti 3 o 4 piccole)
3 peperoni gialli belli carnosi
2 barattoli di ceci
olive nere e olive verdi snocciolate.

Versare il cous cous in una teglia molto grande in modo da poterlo allargare per bene.
Versarci sopra l'equivalente in peso di acqua calda e salata.
Aspettare circa 5 minuti e poi aggiungere un pezzo di burro e rimestrare con una forchetta per sgranarlo bene.
Se non avete una teglia grande, va bene anche la teglia del forno.
(Il burro non è un'eresia, nel magreb, soprattutto in Tunisia, il burro era ed è molto usato, forse è un retaggio francese, ma si usa. Ciò non toglie che si può usare olio exv).
Smettere di mescolare e sgranare quando tutto il cous cous è tutto ben separato chicco per chicco.

Ridurre le melanzane a dadini e metterle in una padella molto larga facendole rosolare in un po' d'olio exv di oliva. Quando sono ben rosolate e colorite, scolarle e metterle da parte.
Fare la stessa cosa con le zucchine rosolandole per bene.
Abbrustolire 3 peperoni, togliere la pellicina e tagliarli a quadretti piccoli e condirli con un po' di olio exv e origano.

Scolare in ceci e tenerli da parte

Versare in una grande ciotola un po' di tutti gli elementi, olive comprese che io ho lasciato intere e mescolare, ricominciando da capo e andando avanti fino a esaurimento ingredienti. Assaggiare e correggere di sale se serve.
Se non si serve subito mettere a riposare in frigo.
Quando si porta in tavola aggiungere olio exv e rimestare, sempre sgranando bene il cous cous.

Acciughe imbottite e gratinate di Padinuova


700 gr di acciughe pulite,
2 uova,
100 gr di mollica di pane,
 pecorino grattugiato,
 olio, prezzemolo e aglio, sale e pepe.
Preparazione:
Pulire le acciughe e aprirle a libro. Preparate il ripieno impastando la mollica di pane sbriciolata, prezzemolo e aglio tritati, uova, metà pecorino, sale e pepe . L’impasto deve essere mediamente sodo eventualmente aggiungere altro formaggio o mollica.
Mettere della carta da forno in una teglia, sistemare la metà delle alici in uno strato, disporre il ripieno e incoperchiare con le altre alici, schiacciando un pò per farle aderire. Se dovesse avanzare del ripieno disporlo qua e là nella teglia.
Irrorare le acciughe con un filo di olio e un po’ di succo di limone, cuocete in forno per 20 minuti circa.
Mescolate pecorino e mollica di pane sbriciolata, spolverizzate le alici ripiene con questo composto. Irrorate con un filo di olio e mettere in forno.
prima della cottura

Brioche farcita alla frutta di Azalea



4 brioches tipo cornetti vuoti (cioè non farciti)
4 albicocche
4 prugne rosse
1 cucchiaio raso di zucchero
succo di mezzo limone
150 g panna montata

Tagliare a spicchietti la frutta, metterla in una ciotola con lo zucchero, il succo di limone, 1 cucchiaio d'acqua e lasciar macerare per 5 minuti.
Tagliare a metà le brioches nel senso della lunghezza e bagnare la parte inferiore con una cucchiaiata del sughetto di macerazione della frutta.
Distribuire la panna e la frutta sulla base delle brioches, coprire con la parte superiore e far riposare un minuto prima di servire.
Si può sostituire la panna montata con gelato e variare la frutta con quella che si ha disposizione.

Semifreddo di frutta estiva di Azalea



4 pesche
4 albicocche grandi
2 banane
4 prugne
2 tuorli
mezzo litro latte
5 cucchiai zucchero
1 cucchiaio farina
mezzo litro di panna montata
50 g zucchero a velo

Tagliare la frutta a cubetti e farla macerare cosparsa di zucchero a velo in una terrina per mezz'ora.
In un pentolino montare a crema i tuorli con lo zucchero, incorporarvi la farina e diluire col latte tiepido.
Mettere il pentolino sul fuoco, portare a ebollizione e far addensare la crema, sempre mescolando.
Quando sarà fredda unirvi la panna montata e la frutta, amalgamando bene il tutto.
Versare il composto in una coppa di vetro o in una tortiera (o nello stampo che avete a disposizione), foderata con carta oleata, e mettere nel freezer per un paio d'ore.

Torta di carote di Maria


2 tazze di farina,
1 bustina di lievito,
1 cucchiaino di zucchero di vanillina o vanilla essene
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaino di bicarbonate di soda,
Un pizzico di sale, un ‘ino’ di noce moscata,
Mezza tazza di zucchero marrone,
3 uova, ¼ di tazza di noci o mandorle affettate
o tritate grossolane,
2 tazze di carote grattuggiate non troppo fine
Io li trito a juilienne con il robot,
…………………………….

Sbattere le uova con lo zucchero e gli aromi
Aggiungere, la farina , impastare x 30 secondi, deve rimanere
come una pastella, aggiungere I lieviti, sbattere per 20 secondi aggiungere le carote e amalgamare bene con il cucchiaio di legno.
mettere in un stampo da plum cake gia’ imburrato e infarinato, o meglio rivestirlo di carta forno bagnata e strizzata
spruzzare sopra le noci o le mandorle, spennellare con un po di uovo ,
cucinare a 180gr, per 35-40 minuti fare la prova stecchino,
lasciare freddare su una griglia,

Zuppa inglese della mia mamma Zina di Fiorella

è il dolce piu' buono e piu' facile che io abbia imparato dalla mia
mamma.
ve lo do a spanne, perchè dosi non ne ho.
si fa una crema pasticcera bianca ed una nera ( fondente, mi raccomando )
servono dei savoiardi o del pan di spagna, che devono essere passati
nell'alchermes e/o, a piacere, con aggiunta di liquore: cognac, grappa, sassolino
poi si fanno gli strati, come per le lasagne.

biscotto, crema bianca, biscotto, crema nera, biscotto.

mia mamma che era un'artista quando era in onda, lo costruiva a zuccotto.

guarnire con cioccolato fuso

Insalata di pasta orto-mare di Azalea

400 g pipe rigate
300 g melanzane
400 g merluzzo
300 g pomodorini ciliegia
1 spicchio d'aglio
capperi
peperoncino
basilico
olio
sale

Tagliare a cubetti le melanzane, metterle in uno scolapasta, cospargerle di sale e farle riposare per almeno 30 minuti, poi sciacquarle e rosolarle in padella con un filo d'olio e sale.
ridurre il merluzzo a tocchetti e rosolarlo in un tegame con un filo d'olio, regolando di sale.
In una insalatiera riunire i pomodori tagliati a metà, l'aglio (spremuto con lo spremiaglio), i capperi, il basilico spezzettato, peperoncino a piacere, sale e olio.
Amalgamare bene il tutto e far riposare il tempo di lessare, scolare e far raffreddare la pasta, poi unirla al sugo nell'insalatiera.
Aggiungere le melanzane e il merluzzo ormai raffreddati, mescolare bene e mettere il frigo per qualche ora prima di servirla.

Insalata di riso allo yogurt di azalea



200 g di riso per insalata già lessato e raffreddato
300 g di carote lessate
1 costa di sedano
2 mele verdi
150 g parmigiano a lamelle
50 g yogurt naturale denso tipo greco
maionese
succo di un limone
sale

Con una frusta incorporare bene due cucchiai di maionese con lo yogurt, il succo di limone e sale (se piace si può aggiungere qualche goccia di
Tabasco).
Tagliare a listarelle le carote, il sedano e le mele.
Unire il riso già lessato, il parmigiano e condire il tutto con la salsa allo yogurt.
Mettere in frigo per qualche ora, poi servire.
Ottima la presentazione su foglie di lattuga.

Farinata ligure di Elena

Ricetta per tegame di rame da 70 cm

450 g di farina di ceci
1400 g di acqua
1 cucchiaio di olio
2 cucchiaini di sale

1 mestolo d'olio per il tegame (circa 20 ml per ogni farinata che si inforna)

Mescolare la farina di ceci con acqua olio e sale in modo da ottenere una pastella bella liquida e lasciarla riposare per un bel po'.
L'ideale è farla la mattina per la sera.
Ungere bene il tegame d'olio e versarvi dentro la pastella, mescolare con un cucchiaio in modo che la pastella si emulsioni con l'olio.
Mettere il tegame nel forno molto caldo e lasciar cuocere per 15/20 minuti fino a quando sarà ben dorata e croccante

Tozzetti etruschi della mia amica Lorena, di Padinuova

TOZZETTI ETRUSCHI (LORETTA)
5 uova
250 gr di burro
700 gr di nocciole frullate
700 gr di zucchero
1 bicchiere di alchermes
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
cioccolata tritata a piacere
farina quanta ne prende
Impastare tutto e fare dei salami piccoli (ne vengono 4). Cuocere in forno, far far raffreddare e tagliare senza ripassare in forno. In questo modo vengono più morbidi. Se si vogliono croccanti ripassare nel forno.

Carpaccio di zucchine e gamberetti di Azalea



3 zucchine piccole
200 g gamberetti lessati
scaglie di parmigiano
olio
succo di limone
sale
pepe

Tagliare a fettine sottili le zucchine, metterle in uno scolapasta cosparse di sale e far fare loro l'acqua di vegetazione per un'ora.
Asciugarle e sistemarle in un piatto da portata, mettervi sopra i gamberetti e il parmigiano.
Condire con citronette (olio, succo di limone, sale e pepe, il tutto ben sbattuto).

pure' di zucchine di Rosetta


Mai pensare di buttare le zucchine maturate troppo … c’è chi le lascia invecchiare come le zucche ……….
Ebbene, provare per credere !, il buon vecchio maestro del mio paesino, lascia maturare una parte delle zucchine, come le zucche e alla fine, ne ricava un ottimo purè da leccarsi i baffi.


Zucchine maturate quanto le zucche
Aglio
Cipolla
Olio
Sale e pepe q.b.
Tagliare le zucchine, togliere la corteccia come la zucca e togliere l’anima interna (semi e parte spugnosa).
Tagliarle a pezzetti e tenerle pronte.
In una teglia che le contenga bene, soffriggere un battuto di aglio e cipolla.
Aggiungere le zucchine, rosolarle un attimo, salarle, mescolarle e coprirle con il coperchio.
Cuocerle piano piano con la sola acqua che rilasciano le zucchine.
La cottura deve essere lenta e prolungata.
Quando l’acqua si sarà asciugata completamente e le zucchine inizieranno a disfarsi come un purè, pepare ed eventualmente aggiustare di sale.
Proseguire la cottura finchè il purè prenderà un bel colorito rossiccio … questo è il segreto della buona riuscita del “negrest”.


Insalata fredda di fusilli e polipo di Azalea


1 polpo da 1 kg già pulito
2 limoni
1 spicchio d'aglio
olio
peperoncino
aceto bianco
prezzemolo tritato
300 g fusilli
10 pomodori ciliegino

Mettere in infusione lo spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato in un bicchiere d'olio con un peperoncino e lasciar macerare per un paio di giorni, poi filtrare.
Lessare il polpo in acqua bollente salata e aromatizzata con un bicchiere d'aceto bianco; spellarlo finchè è caldo e tagliare i tentacoli a tocchetti e la tasca a julienne.
Raccogliere il polpo in una insalatiera e condirlo col succo dei due limoni, l'olio aromatizzato filtrato e 2 cucchiai di prezzemolo tritato.
Lessare la pasta al dente, scolarla, passarla sotto l'acqua fredda e farla asciugare su un telo, poi versarla nell'insalatiera col polpo, unire i pomodori tagliati a metà, mescolare bene e mettere in frigo per qualche ora prima di servirla.

Budinetti di riso di Tizimi

120 g riso piccolo per minestra
750 ml latte
vaniglia (bacca o estratto)
5 cucchiai di sciroppo di agave (80 gr)
5 fogli di gelatina (colla di pesce)
250 ml panna da montare

Lavare il riso e metterlo in una pentola coperto a filo con acqua, portarlo a bollore e cuocerlo finchè ha assorbito tutta l'acqua. Nel frattempo portare a bollore il latte con il baccello di vaniglia e farlo bollire per un paio di minuti, lasciare in infusione per circa un'ora.
Unire il latte al riso bollito e riportare a bollore continuando la cottura finchè tutto il latte è assorbito ed il riso risulta una pappetta, raffreddare il tutto.
A questo punto eliminare il baccello di vaniglia, o aggiungere l'aroma se non avete utilizzato il baccello, frullare tutto fino ad ottenere una crema omogenea.
Sciogliere la gelatina in due cucchiai di panna inriepidita ed unirla alla crema di riso e latte, montare la restante panna ben soda ed unirla delicatamente al composto.
Suddividere in stampini monoporzione e raffreddare per almeno 4/5 ore o meglio tutta la notte, servire in purezza o decorato con una salsa di cioccolato fondente (cioccolato+due cucchiai di latte fuso al MO).

Tiramisù esotico estivo di Azalea



savoiardi
250 g mascarpone
2 uova
succo tropicale o di ananas
4 banane
2 limoni
5 cucchiai zucchero
20 g burro
cocco grattugiato o gocce di cioccolato

Lavorare i tuorli con lo zucchero finchè saranno spumosi, poi mescolarvi il mascarpone, e dopo averli montati a neve, gli albumi.
Tagliare a rondelle le banane sbucciate e pennellarle col succo dei limoni, poi sciogliere il burro in una padella e rosolarle per 1 minuto per lato finchè saranno dorate in superficie.
Passare i savoiardi nel succo tropicale e farne uno strato in una pirofila, coprire con un po' di crema e poi con le banane.
Continuare gli strati fino ad esaurire gli ingredienti e completare con le rondelle di banana.
Se piace cospargere la superficie con cocco grattugiato o gocce di cioccolato.
Tenere in frigo almeno mezza giornata.
Se non volete consumare uova crude in estate, preparate una crema pasticcera e mescolatela a 200 ml di panna montata zuccherata. Utilizzate questa crema al posto di quella classica al mascarpone.

Preparazione: 20 minuti
Cottura: 6 minuti

Spumone Piemonte di Azalea



2 uova
zucchero
100 g mascarpone
rum
un pezzetto di cedro (o limone o arancio) candito
4 ciliegine candite o sottospirito o sciroppate

Sbattere i tuorli con 2 cucchiaiate di zucchero e, quando saranno ben montati e soffici, incorporare il mascarpone, il rum, il candito a filetti sottilissimi, gli albumi montati a neve unendoli delicatamente alla crema.
Versare in 4 coppette, mettere in frigo per almeno tre ore, poi sistemare al centro di ognuna una ciliegina (a scelta tra quelle consigliate) e servire.