venerdì 14 febbraio 2014

Tortini di zucca di Daniela


Ingredienti:
zucca gialla mantovana già pulita  gr. 350
mollica di pane raffermo*  gr. 30
parmigiano grattugiato  gr.  60
mezzo bicchiere di latte -  1 uovo intero e un albume – burro – pane grattugiato - olio evo – sale – pepe – noce moscata

Imburrare 6 stampini di alluminio poi passarli con il pane grattugiato facendolo aderire bene. Mettere in una ciotola il pane spezzettato e ricoprirlo con il latte, schiacciando bene con una forchetta per farlo imbibire tutto. Tagliare a pezzetti la zucca, quindi farla rosolare in una padella con poco olio, salare, pepare e grattugiarvi sopra un bel po’ di noce moscata, mescolare e portare a cottura. La zucca deve essere morbida. Metterla nel bicchiere del mixer o del frullatore, aggiungere il pane strizzato, l’uovo e l’albume, poi il parmigiano. Frullare, assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale e di pepe. Versare questo composto negli stampini riempiendoli per tre quarti, metterli su una teglia e passare in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti (fare la prova stecchino, se esce asciutto sono pronti). Servirli come accompagnamento ad un piatto di carne o di pesce oppure da soli con una salsa al formaggio o una salsa di pomodoro alleggerita con poca panna.

*io ho usato tre fette di cane in cassetta integrale, senza crosta.
In uno dei tortini ho aggiunto un cucchiaino di nocciole tritate, ci stanno proprio bene.

Sformatini zucca, spinaci e... di Fiorella

300 gr, polpa di zucca cotta al forno
3 patate lesse ( erano nella pentola del brodo di carne) schiacciate
1 pugno di spinaci lessi tritati 
1 avanzo di gambetto di prosciutto di san daniele, macinato
1/2 caprino semistagionato
1 cucchiaio di mascarpone
1 uovo
pane grattugiato
parmigiano grattugiato
maggiorana

in una ciotola mescolare il prosciutto con del pane grattugiato, in modo che non si 
ammalloppi nell'impasto. 
aggiungere le patate e la zucca schiacciate e amalgamare bene.
aggiungere anche gli spinaci e la maggiorana, amalgamare di nuovo.
ridurre a carema il caprino con il mascarpone e aggiungere agli altri ingredienti, sempre
amalgamando bene.
aggiustare di sale e pepe.
sbattere lievenente l'uovo e aggiungerlo all'impasto, mescolare ed aggiungere anche un 
pugno di pane grattugiato e parmigiano fino ad ottenere un impasto morbido.
oliare degli stampini spolverizzandoli di pane grattugiato.
mettere il composto, schiacciandolo leggermente e livellarlo.
nel frattempo portare il forno a 200°
mettere gli stampini in una teglia da forno, con acqua fino quasi al bordo degli stampani.
infornare per circa 50 minuti

Riso, zucca e funghi di Daniela


Ingredienti:
zucca gialla già pulita     gr. 600
Riso Carnaroli  gr. 300
burro  gr. 40
1 manciata di funghi secchi – una piccola cipolla gialla – un litro e mezzo  circa di brodo vegetale –  una cucchiaiata di mascarpone – grana padano grattugiato - sale.

Tagliare a pezzetti la zucca.  In un capace tegame sciogliere il burro e farvi rosolare la cipolla affettata sottilmente; non appena sarà trasparente aggiungervi la zucca e farla insaporire per bene, poi unire un pizzicone di sale, mescolare e far cuocere unendo un poco di brodo vegetale bollente. Aggiungere i funghi secchi ammollati e spezzettati, cuocere alcuni minuti quindi unire il riso e farlo tostare un poco. Versarvi sopra del brodo bollente e portare a cottura unendo il restante brodo poco alla volta. Togliere dal fuoco e mantecare il risotto con il mascarpone e un po’ di grana. Servire in ciotole accompagnando con altro grana grattugiato.

torta di ricotta, uvetta e cioccolato di Mamylaura


300 gr. farina
280 gr zucchero
250 gr ricotta
3 uova
una manciata abbondante di uvetta
due cucchiai di gocce di cioccolato
100 gr burro fuso
1 bicchiere di latte
1 bustina di lievito


mettere nel ken  (o nel mixer) prima uova e zucchero, poi la ricotta, la farina, il latte, il burro fuso (io ho messo anche due gocce di aroma di limone) alla fine il lievito e le gocce di cioccolato con l'uvetta (non ammorbidita)
cuocere per circa 30/40 minuti a 180° forno in statico.


la ricetta di base l'ho presa da una di quelle del tgcom veloci, ma poi ho fatto delle mie modifiche... !!!

Pasta e fagioli di casa mia di Danielagriner

Ingredienti:
300 gr. di fagioli secchi borlotti
200 gr. di pasta maltagliati fatta in casa o tagliatelle secche o altra pasta corta (tipo i ditalini)
100 gr. di lardo in un pezzo solo o cotenna di maiale  o osso di prosciutto
una cipolla – una carota – una costa di sedano - sedano - olio evo – parmigiano grattugiato - sale - pepe nero macinato al momento.

Mettere a bagno i fagioli la sera prima dell'uso con un pizzico di bicarbonato. Il giorno dopo scolare i  fagioli e sciacquarli poi metterli in una capace pentola di terracotta con  il pezzo di lardo (se si usa la cotenna raschiarla, lavarla e tagliarla a pezzetti) o l’osso del prosciutto e le verdure, mondate, lavate e affettate; coprire con abbondante acqua e cuocere, a fiamma bassa, sino a quando i fagioli saranno teneri ma non spappolati. A questo punto toglierne una buona metà e passarli al passaverdura con il disco grosso, facendo cadere il passato nella pentola. Assaggiare a salare. Riportare a bollore e mettervi la pasta dopo aver tolto il pezzo di lardo o l’osso (la cotenna invece si lascerà). Portare a cottura la pasta e nel frattempo tagliare il lardo a pezzettini rimettendoli nella pentola all’ultimo minuto. La pasta e fagioli dovrà risultare densa. Servirla nei piatti fondi, guarnirla con un giro di olio e una macinata di pepe e servire, accompagnando a parte con grana padano grattugiato.

Variante: al posto del lardo o della cotenna si può mettere un pezzo di pancetta stesa o una grossa fetta di prosciutto crudo con il suo grasso. Quando i fagioli iniziano a cuocere si possono unire delle croste di parmigiano che si tengono da parte apposta per questa preparazione o per rinforzare una normale minestra o per il risotto con le croste.
La pasta e fagioli da noi si mangia sia d’inverno, bollente, sia d’estate, appena intiepidita, preparata però con i borlotti freschi.
Volendo si può evitare di mettere la pasta e allora si parla di zuppa di fagioli. In questo caso si mettono nelle fondine delle fette di pane casereccio abbrustolite in padella o tostate in forno.
La pasta e fagioli è buonissima riscaldata.

Crème Fraîche di Rosetta


Ingredienti
panna: 100 ml
yoghurt magro greco: 100 ml
succo di limone: 1 cucchiaio
sale: qb

Versare in una ciotola lo yogurt greco e la panna, mescolare bene e poi aggiungere un pizzico di sale ed il succo di limone.
Mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti.
Coprire la panna acida o Crème Fraîche con la pellicola trasparente e lasciare  rassodare in frigorifero per 30

Crema di broccoletti di Donatella

2 broccoli
una confezione di ricotta
Curry indiano
poco brodo

Ho frullato i broccoli con la ricotta, aggiunto curry indiano e brodo sino a quando è diventata una crema morbida.
Servire tiepida con una spolverata di pecorino grattugiato.

sabato 1 febbraio 2014

Pancakes di Daniela



Ingredienti:
farina bianca 00    gr. 300
burro  gr. 30
zucchero finissimo  gr. 20
lievito di birra in cubetto  gr. 20
latte   dl. 3
3 uova – un pizzicone di sale fino – burro per la cottura

In un pentolino scaldare 4 cucchiaiate di latte e appena tiepido farvi sciogliere il lievito. In un altro pentolino sciogliere il burro e lasciarlo intiepidire.
In una ciotola mettere la farina con lo zucchero e il sale, mescolare, fare un buco al centro e versarvi il burro freddo, le uova intere e il lievito sciolto nel latte. Iniziare a mescolare con una frusta unendo il latte rimasto poco alla volta. Badare che i grumi si sciolgano bene, al caso passare l’impasto al setaccio fine. Lasciar riposare la pasta in luogo tiepido e al riparo da correnti d’aria (forno spento) per circa due ore stando attenti che cresce molto.
Ungere un padellino con poco burro e appena è bollente versarvi una mestolata di impasto girando bene e ottenendo una frittellona rotonda. Cuocere bene da una parte poi girarla e cuocerla dall’altra. Procedere così con tutto l’impasto.
Si possono mangiare sia con il dolce sia con il salato.

Mostrotti...mostri biscotti di Simov

  • 225g burro morbido
  • 110g zucchero
  • 275g farina
  • buccia di 3 lime
  • pizzico di sale
  • colorante
  • smarties
  • glassa per fare le vene

Sbattere il burro finché è bello morbido, aggiungere lo zucchero (e la punta di sale), aggiungere la farina setacciata e il colorante e la buccia di lime. Preriscaldare il forno a 170°C e cuocere per 15 minuti. Una volta cotti mettete subito lo smarties e premete un pochino per farlo scendere e poi lasciate raffreddare il biscotto. una volta freddo finire di decorare.

Risotto alla milanese di Rosetta

per 6 porzioni

400  g riso Vialone, Arborio o Carnaroli
90 g di burro
midollo di bue
½ cipolla bianca o ramata
½ cipolla
1 bicchiere di vino bianco secco
1 bustina di zafferano ... a volte me ne scappano due per dare un bel colore giallo
50 g di parmigiano grattugiato
brodo di carne più buono è e meglio è.

In una casseruola dai bordi alti inserire la cipolla affettata sottilmente, il midollo tritato e 60 g circa di burro.
Rosolare a fuoco basso ed evitare che la cipolla prenda colore.
Aggiungere il riso e lasciarlo tostare con i grassi, mescolando spesso con un cucchiaio di legno per qualche minuto.
Versare il vino e appena è evaporato unire brodo bollente pieno piano man mano che il precedente brodo è stato assorbito.
Il risotto deve cuocere “all’onda”, ovvero i chicchi devono essere cotti al dente e non devono essere attaccati uno all’altro.
Il risultato finale deve essere un riso cremoso.
Aggiungere lo zafferano solo poco prima di togliere il riso dal fuoco, il burro rimasto a pezzetti e il parmigiano per la mantecatura.
Servire molto caldo con formaggio grattugiato per chi ne gradisce ancora.

Castagne al miele di Daniela

La ricetta che segue è tipica della Valle di Gressoney, in Valle d'Aosta, e normalmente è servita calda come antipasto, accompagnata da fette di lardo che si mettono sopra la preparazione e si lasciano sciogliere prima di consumarle. Io servo il piatto anche da solo, come dolce, accompagnato, a piacere, con panna semimontata.


castagne lessate e sbucciate gr. 300
miele di tiglio o millefiori.

In una padellina antiaderente mettere tre cucchiaiate di miele, scioglierlo con un bicchiere di acqua calda e aggiungere le castagne. Porle su fuoco e far prendere il bollore; abbassare la fiamma e cuocere per una decina di minuti controllando che l'acqua non si asciughi, eventualmente aggiungerne. Deve risultare uno sciroppo denso. Servire con lardo o panna o da sole, a piacere.

Stinco di maiale alle cipolle di Danielagriner


Ingredienti:
due stinchi di maiale interi - 4 cipolle bionde - vino bianco secco - sale - pepe - bacche di ginepro - una foglia di alloro - olio evo

Mondare le cipolle, tagliarle a grosse fette e farle rosolare in una teglia da forno con poco olio evo, quando sono ammorbidite unite gli stinchi e far rosolare anche loro da tutte le parti. Bagnare con un bicchiere di vino bianco, unire alloro, qualche bacca di ginepro, sale e pepe, poi passare la teglia in forno già caldo a 180° e cuocere per due ore girando la carne ogni 20 minuti. Se necessario unire del brodo vegetale. A cottura terminata spolpare gli stinchi, mettere la carne sopra le cipolle e servire.

Melanzane a’ pacchetelle simil "parmigiana" di Patrizia


Melanzane a’ pacchetelle
Questo è un contorno gustosissimo, profumato di basilico e parmigiano .
A’ pacchetelle indica il modo in cui si tagliano le melanzane, in lungo della grandezza di un dito mignolo.
Ingredienti
1 Kg melanzane, preferibilmente lunghe
Olio di arachidi per friggere
Olio extra vergine
Pomodorini  freschi o in scatola
Aglio
Parmigiano grattugiato
Basilico
Ho tagliato le melanzane e le ho messe a bagno in acqua e sale.
Ho preparato il sughetto  (in una padella ) facendo soffriggere l’aglio in poco  evo  poi ho tolto l’aglio e ho aggiunto i pomodori.
Dopo un’ora ho sciacquato , strizzato e asciugato le melanzane e le ho fritte nell’olio di arachide .
Poche alla volta, devono colorirsi da tutti i lati.
Ho unito le melanzane al sughetto nella padella, ho aggiunto il basilico , abbondante parmigiano  e ho cotto per 2-3 minuti per far sciogliere il formaggio.