domenica 12 luglio 2015

Fichi grigliati con crema di Azalea


6-8 fichi sodi

100 g ricotta fresca

2 cucchiaini miele

2 cucchiai zucchero

150 ml acqua

Tagliare a metà i fichi senza sbucciarli, metterli in una padella antiaderente calda con la parte tagliata verso il basso, cuocere per un paio di minuti, poi unire zucchero e acqua. Far cuocere per 4 minuti, poi girateli e continuate la cottura per altri 4 minuti.

Nel frattempo amalgamate la ricotta col miele fino ad ottenere una bella crema dolce.

Distribuite i fichi nei piattini individuali, mettete accanto una cucchiaiata di crema di ricotta e servite.

Torta di crema al limone e fragole di Maria Pia

1 rotolo di pasta brisè , io uso la Vallè senza grassi idrogenati
crema di limone di mia mamma
ho usato uno stampo a cerniera da 24 cm non avendo acetato
1 cup di zucchero, 3/4 di cup di farina 00, 1 cup di acqua, 3 tuorli, 100g di burro occelli, 1 pizzico di sale
1/2 cup di succo di limone e la buccia grattugiata di 1 limone alle fragole
crema di fragole
500g di fragole, 100g di zucchero, 4 fogli di colla di pesce
pasta brisè
ritagliare la pasta brisè mettendo sopra lo stampo, trasferirla sulla  carta forno  dello stampo, bucherellare con una forchetta e cuocere a 155° per 12 minuti Forno ventilato.

Crema di limone

mescolare la farina con lo zucchero in una casseruola, aggiungere i tuorli e l'acqua, mescolare bene unire il burro e mettere sul fuoco.Si cuoce fino a che la crema si addensa, sempre mescolando. Fare raffreddare in frigo.
Quando la crema è fredda passarla con il minipimer e aggiungere il succo di limone e la buccia.

frullare con il minipimer le fragole con lo zucchero, unire la colla di pesce strizzata e sciolta  per qualche secondo a mo.
Preparare il dolce
Foderare lo stampo alla base e al bordo con carta forno, porre la base di pasta brisè
mettere sulla base la crema di limone lasciandone un po' per le guarnizioni usando il sac a poche, pareggiare, e porre in congelatore x 1 ora
riprendere e versare  la crema di fragole.
Porre in freezer x 2 ore
Togliere lo stampo e mettere la torta sul piatto da portata fare le decorazioni

Flamiche di porri rivisitata di Mariella

volevo fare la flamiche ma non avevo in casa la panna l'ho fatta a modo mio.

Per i guscio ho usato della pasta sfoglia surgelata che ho messo in una teglia con i bordi alzati, poi coperta con carta cucina e riempito di fagioli per non farla gonfiare. Ho cotto in forno a 200° fino a quando non si è dorata. Nel frattempo ho preparato i porri tagliati a rondelle e fatte cuocere con un po' d'acqua e dell'olio d'oliva, non avendo in casa panna da cucina ho mescolato alle uova sbattute un po' di yogurt greco e qualche goccio di latte, salato, pepato, ho aggiunto i porri oramai freddi e ho riempito il guscio di sfoglia con questo composto. Ho infornato sempre a 200° fino a doratura. Ci è piaciuta molto, adesso la farò sempre così

Frittelle di zucchine leggerissime di Aurora

2 Zucchine grattugiate a julienne
1 cucchiaino di zucchero (facoltativo, ma serve a far scaricare l'acqua)
1 cucchiaino di sale (facoltativo, vedi sopra)

pastella fatta con farina 00, semola, birra fino ad avere la consistenza dello yogurt
Olio di arachide
sale alla fine

Grattugiare come detto le zucchine a julienne, metterle in una ciotola e aggiungere un cucchiaino di zucchero e di sale. Mischiare per bene con le mani e lasciare da parte.
Prepare la pastella e metterla in congelatore per mezz'ora.
Dopo mezz'ora prendere la ciotola dal congelatore, aggiungere ancora un po' di birra e semola ammorbidendo la pastella congelata.
Mettere sul fuoco un tegame non molto largo, ma alto e mettere a scaldare l'olio.
Strizzare bene con le mani le zucchine, fare uscire quanta più acqua possibile (e ne esce parecchia anche in pochissimo tempo), tamponarle con carta assorbente e metterle nella pastella. Mescolare per bene e mettere il composto a piccole cucchiaiate nell'olio bollente.
Si cuociono in un minuto e diventano croccanti come patatine... leggere e buone.

giovedì 9 luglio 2015

Biscotti alla lavanda di Azalea

Buonissimi! non pensavo che questa piantina, oltre a essere profumata, potesse dare un aroma così speciale ai biscotti...


Biscotti alla lavanda

170 g farina 00
100 g burro
100 g zucchero
1 uovo
un cucchiaino lievito vanigliato
2 cucchiai fiori di lavanda freschi o essiccati

Impastare il burro ammorbidito con tutti gli altri ingredienti.
Fare una palla e metterla per mezz'ora in frigo a rassodare, dopodichè stenderla in una sfoglia spessa 6-7 mm e ritagliare i biscotti con le formine o con un bicchiere da liquore.
Mettere sulla placca del forno coperta con carta forno e cuocere in forno già caldo a 180° per 20 minuti.
Io con questa dose ho fatto 3 infornate e ho ottenuto circa una quarantina di biscotti.
Tra una infornata e l'altra, ho messo la pasta avanzata in frigo.

Calamari ripieni di riso di Fiorella

4 calamari grandini
1 bicchiere e mezzo di riso basmati
un zuccina di ariis
un piccolo peperone arancione
1 bicchiere di gamberetti sgusciati
una fondina di vongole ( surgelate, perchè in pesceria le avevano finite)
2 acciughe sott'olio
2 spicchi di aglio
peperoncino ( a piacere)
olio evo
prezzemolo
due dita di vino bianco
un po' di succo di limone.

lessare al dente il riso basmati.
niel frattempo pulire i calamari , mettere da parte le sacche e tritare a coltello i tentacoli.
tagliare a cubettini piccoli la zucchina ed il peperone
in un wok far colorare l'aglio nell'olio. levare l'aglio e
aggiungere le verdure a lascaire insaporire  a fuoco vivace.
aggiungere le acciughe e farle sciogliere.
aggiungere anche i tentacoli tritati, e le vongole, lasciando cuocere per una decina di minuti.
aggiungere i gamberetti,  alzare la fiamma e sfumare col vino.
salare, aggungere il peperoncino.
aggungere il succo di limone.
cuocere per altri 10 minuti. o fino a che il sugo non si sia ben ristretto.
scolare il riso, raffreddarlo sotto l'acqua corrente ed aggiungerlo al
sugo di verdure e pesci.
cospargere di prezzemolo tritato e mescolare bene.
con il composto riempire le sacche di calamaro, chiuderle con uno stecchino e
arrostirle nel bbq o su una piastra caldissima.
cuocere per una quindicina di minuti rigirandole un paio di volte.
sistemare nel piatto da portata, facendo un paio di tagli alle sacche

Alici 'ndurate e fritte di Aurora

Calde. tiepide o fredde sono sempre e comunque squisite.
La ricetta è unica, non mi pare esistano altri modi di prepararle e quindi non c'è niente di nuovo sotto il sole, ma se non le avete mai fatte provatele almeno una volta nella vita.

300 g di alici fresche
2 uova intere
farina 
olio di arachide
sale
limone

Togliere testa e interno delle alici. Poi aprirle con un dito e cercando di non rompere il dorso togliete la spina centrale lasciando la coda (ma se si rompono amen son buone lo stesso). Sciacquarle e lasciarle scolare per bene.
Mettere l'olio di arachide in una padella e accendere il fuoco.
Mettere la farina in un piatto, in un secondo piatto rompere e sbattere due uova.
Prendere le alici passarle una alla volta nella farina, nell'uovo e poi in padella dove l'olio avrà già raggiunto un bel grado di calore... pochissimi minuti, forse un paio, girarle sotto sopra e quando sono dorate da entrambi i lati adagiare su un foglio di carta assorbente. Salare e spremerci sopra un limone.

Zucchine ripiene di cous cous di Rosetta

3 zucchine tonde
1 piccola cipolla ramata
1 gambetto di sedano privato dei filamenti
1 piccola carota
buccia di limone grattugiata
1 cucchiaio di pane grattugiato
1 goccio di pinot grigio
80 g di cous cous
olio q.b.
1 manciata di montasio grattugiato
1 vasetto di vongole al naturale
sale q.b.

Preparare il cous cous come da istruzioni sulla confezione e tenerlo a parte.
Togliere un pezzo di calotta delle zucchine, svuotarle con un cucchiaino e conservare la polpa in una padella antiaderente con un poco di olio.
Versare un goccio di olio nell'incavo delle zucchine scavate e cuocerle al dente al vapore, scolarle e conservarle a parte dopo la cottura.
Intanto cuocere la polpa delle zucchine conservate, tritare grossolanamente le verdure e unirle per la cottura unica.
Sfumare con il vino bianco e cuocere finchè la polpa si è ben spappolata e le verdure rimaste croccanti.

Aggiustare di sale e pepe se è gradito.
Unire il cous cous, il formaggio grattato, dei quadrettini di montasio se lo desiderate e le vongole.
Mescolare per bene e riempire le zucchine.
Spolverare con un poco di pane grattugiato mescolato a raspadura di limone, condire con un goccio di olio e posare le zucchine coperte con la loro calotta, in una piccola teglia foderata con carta forno spennellata di olio.
Terminare la cottura nel forno caldo a 180° per 15-20 minuti.

Torta di zucchine e cacao di Rosetta

300 g zucchine grattugiate o frullate
230 g farina 00
180 g zucchero
120 g succo di mela
80 g olio di mais o di altri semi
50 g cacao amaro
1 bustina di lievito
1 cucchiaino di miele
2 cucchiai di granella di nocciole a piacere
2 cucchiai di gocce di cioccolato (non le ho messe perchè non le avevo)
1 pizzico di sale

Grattugiare le zucchine e metterle in una terrina insieme a tutti gli altri ingredienti.
Foderare una tortiera con carta forno e cuocere in forno caldo a 180° per 40 minuti.
* ho usasto una teglia della cuki di alluminio

Cous cous estivo di Daniela

Cous cous estivo
Ingredienti: dose per due persone
cous cous gr. 100
acqua  gr. 100
succo di mezzo limone - 6 code di gambero (anche surgelate) - una scatoletta di Mix mediterraneo Bonduelle (o una falda di peperone rosso, una cucchiaiata di mais lessato, qualche oliva verde e nera) - una zucchina piccola - un pomodoro maturo ma sodo - olio evo - sale - pepe.

Far scaldare l'acqua con un pizzico di sale poi versarla bollente sul cous cous, aggiungere una cucchiaiata di olio e il succo del limone, mescolare bene, coprire e lasciare gonfiare per 10 minuti. Nel frattempo mondare e lavare la zucchina, ridurla a dadolini. Fare altrettanto con il pomodoro dopo averlo privato dei semi. Mettere in una insalatiera, unire le vendurine scolate (o ridurre peperone e olive a cubetti). Lessare le code di gambero, lasciarle raffreddare, levare il guscio poi tagliarle a dadini e aggiungerle alle verdure. Quando il cous cous sarà freddo amalgamarlo alle verdure e ai gamberi, salare, pepare, mettere un giro di olio e mescolare. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di condimento. Tenere in frigorifero sino a 10 minuti prima di servire. Riportarlo a temperatura ambiente, mescolare di nuovo, assaggiare e se è il caso aggiungere un po' di olio poi servire.

Polpettone di tonno bis di Valentina

Non c'è foto.

Polpettone di tonno BIS perché ne avevo già postato uno, ma questo è diverso.

Ingredienti:
400g di tonno in scatola sgocciolato (io ho usato tonno sott'olio, ma la prossima volta provo con quello al naturale)
10 cucchiai di grana
8 cucchiai di pangrattato
3 uova
prezzemolo
1 patata lessa grande

Mettere tutti gli ingredienti nel kenwood e azionare con la frusta K fino a che sia briciola tutto e ammappazza bene. Mettere su carta forno o alluminio e dare la forma del polpettone. Chiudere il foglio e cuocere a vapore per 40' (io ho usato la fazione vapore del mitico). Servire ben freddo, anche il giorno dopo.

Molto molto buono e si affetta benissimo.

Insalata di polpo e patate di Daniela



Ingredienti:
1 polpo verace, circa    kg 1
4 patate rosse – una cucchiaiata di prezzemolo – uno spicchio di aglio – succo filtrato di un limone – un grosso pomodoro - olio evo ligure - sale.
 
24 ore prima di preparare il piatto acquistare il polpo, lavarlo, togliere il becco e gli occhi e metterlo nel congelatore. Passato questo tempo mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua e quando bolle mettervi il polpo congelato lasciandolo cuocere per 30 minuti da quando riprende il bollore. A questo punto salare e continuare la cottura per altri 30 minuti o poco più: il polpo sarò diventato tenerissimo. Farlo raffreddare nella sua acqua di cottura. Levarlo dall’acqua e spellarlo aiutandosi con un asciugamano ruvido, tagliarlo a pezzetti e metterlo in una ciotola. Mentre il polpo cuoce preparare il condimento mescolando insieme il prezzemolo, lo spicchio d’aglio tritato finissimo, il succo di limone e due o tre cucchiaiate di olio. Irrorare il polpo, salare se necessario. Si saranno anche lessate e sbucciate le patate, che poi saranno tagliate a fette spesse e messe in un largo piatto. Si adagierà sopra il polpo e si servirà immediatamente, caldo o tiepido, cospargendolo con dadini di pomodoro spellato e privato dei semi. Volendo di potrà sminuzzate nell’emulsione un pezzetto di peperoncino.
Al posto delle patate si possono mettere i cannellini (una scatola), ben scolati e risciacquati. Se fatti con questi legumi si mischieranno i pezzetti di polpo con i cannellini, si condiranno con pepe macinato fresco, pochissimo sale, qualche goccia di tabasco e di Worcester e un bel giro di olio evo. Mescolare e lasciare riposare una mezz'oretta prima di servire

Fagioli al forno di Daniela

Fagioli al forno
Ingredienti:
fagioli cannellini secchi   gr. 400
pancetta tesa a cubettini   gr. 70
una piccola cipolla dorata – basilico – salvia – olio evo – un dado per brodo – emmentaler grattugiato – sale - pepe.
La sera prima dell’utilizzo mettere i fagioli a bagno con un pizzico di sale (eviterà alla buccia di rompersi) e lasciarli così per almeno 12 ore. Il giorno dell’utilizzo scolarli e sciacquarli bene sotto acqua corrente. Metterli in una pirofila che vada in forno, unire un litro di acqua, il dado, 4 cucchiaiate abbondanti di olio, 2 /3 foglie di salvia, poco sale e pepe macinato fresco. Tritare 5 foglie di basilico con la cipolla e la pancetta, poi aggiungere questo trito ai fagioli e mescolare bene con un cucchiaio di legno. Passare la pirofila in forno già caldo a 180° per circa un’ora e mezza, il liquido dovrà essere stato assorbito completamente. Se necessario aggiungere poca acqua bollente per volta, nell’ordine di una cucchiaiata alla volta.
Togliere la pirofila dal forno, spolverizzare la preparazione con due o tre cucchiaiate di formaggio e servire in tavola.

Vitello al limone di Daniela

Vitello al limone
Ingredienti:
noce di vitello o magatello kg. 1
burro gr. 50
3 limoni succosi – una costa di sedano bianco – olio evo – vino bianco secco – Cognac – sale – pepe.
 
In una casseruola che contenga la carne a misura versare il burro con due cucchiaiate di olio, farli sciogliere quindi aggiungere la carne e sigillarla bene da tutti i lati. Quando sarà colorita bagnarla con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciarlo evaporare a fiamma vivace poi abbassare il fuoco e cuocere per circa 20 minuti girandola una volta. Spremere il succo di un limone, filtrarlo e irrorare la carne, salare, quindi proseguire la cottura per altri 50 minuti girando spesso la carne e unendo, se necessario, dell’acqua bollente. Mentre la carne cuoce lavare e pulire il sedano levando i filamenti, tagliarlo a pezzettini e metterlo nel mixer con il succo filtrato dei rimanenti limoni, la scorza di mezzo limone, pepe, poco sale e una cucchiaiata scarsa di Cognac; frullare e tenere da parte. Quando la carne sarà cotta levarla dalla casseruola conservando il sugo di cottura. Avvolgere la carne in carta di alluminio e lasciarla riposare 5 minuti, poi affettarla. Nel fondo di cottura versare la salsina frullata, farla amalgamare bene scaldandola, quindi versarla sulle fette di carne e servirla.

martedì 7 luglio 2015

Bulgur di verdure di Donatella

- bulgur gr. 400
- ceci lessi gr. 200
- una carota tagliata a dadini
- una manciata di pisellini lessati
- 2 pomodori da insalata tagliati a cubetti
- una scatolinadi mais lessato
- sei foglioline di menta fresca tritata fine fine
- succo di un limone (grande)
- sale
- pepe
- olio evo

Ho messo il bulgur in acqua bollente salata (l'acqua era il doppio del peso del bulgur) ed ho lasciato bollire circa 15 minuti con coperchio, poi ho scoperchiato e fatto evaporare il liquido sino a che il bulgur è risultato asciutto.
Una volta raffreddato ho aggiunto le verdure , un giro d'olio, sale, pepe, succo di limone, la menta. Ho fatto riposare in frigorifero per qualche ora e poi servito temperatura ambiente.
E' piaciuto molto.

Gamberi al curry e zenzero con riso basmati di Daniela

Ingredienti: dose per due persone
16 code gamberi grosse, anche surgelate
80 g. di riso basmati
curry in polvere - zenzero fresco o in polvere - uno yogurt bianco, intero - vino bianco secco - olio evo - sale.

Mettere il riso in un colino e lavarlo bene sotto acqua corrente, poi versarlo in una pentola, unire acqua sino a due dita sopra il riso (praticamente il doppio di peso del riso), aggiungere una cucchiaiata di olio e poco sale e mettere sul fuoco. Portare lentamente a bollore, abbassare la fiamma al minimo, coprire la pentola e cuocere sino ad assorbimento dell'acqua, occorreranno 10/14 minuti. Fare attenzione che il riso non si attacchi.
Nel frattempo preparare i gamberi: sgusciarli, levare il budello nero, lavarli e asciugarli con carta da cucina. In una larga padella mettere due cucchiaiate di olio, farlo scaldare poi versarvi una bella cucchiaiata di curry, una di zenzero (se fresco grattugiarlo), poco sale e far scaldare bene, Aggiungere i fgamberi, lasciarli rosolare pochi secondi, bagnare con un goccio di vino, mescolare poi unire lo yogurt e portare a cottura, basteranno pochi minuti. tenere in caldo. Mettere il riso in due stampini, versarlo sui piatti, dividere in essi i gamberi, nappare il riso con il sughetto e servire.

zucchini grigliati saporiti di Asiul

Ingredienti:
Zucchini
Cipolla
Olio
Aceto bianco
Sale
Salvia

Tagliare le zucchine a strisce per il lato lungo e grigliarle. Accomodarle in un contenitore largo col coperchio. Preparare la marinatura con un po' di cipolla, qualche foglia di salvia, una mezza tazzina di olio e una di aceto bianco. Fa cuocere per qualche minuto la marinatura e poi versarla sopra le zucchine grigliate. Far riposare in frigo per una notte.

lunedì 6 luglio 2015

Spaghetti.. senza vongole di Aurora

...ma gli spaghetti non lo sanno che le vongole non ci sono.

Ingredienti:
Burro alle acciughe preparato con il burro lavorato con un cucchiaio insieme a un paio di acciughe sott'olio. Quanto è diventato una crema, mettere la ciotola in frigo.
Salsa alla marinara prepara con passata di pomodoro (ho usato la mia) olio, prezzemolo tritato, aglio, sale e pepe.
Pasta integrale (spaghetti o altro) preparata da me, ma ovviamente si può comperarla pronta oppure usare la pasta di semola.

Quando il sugo è pronto, io lo faccio cuocere pochissimo, spegnere il gas e mettere dentro il burro d'acciuga già pronto.
Versarci sopra la pasta e mantecare il tutto.

Tortine di formaggio e ricotta di Maria Pia

Per il momento non c'è la foto.

Pasta frolla 
250g di farina, 50g di burro, 6 cucchiai rasi di olio exv, 25g di zucchero, 1 uovo, , 1 cucchiaino di lievito, poco latte qb

Ripieno
125g di ricotta, 125g di formaggio pecorino morbido,50g di zucchero, 2 uova, la buccia di limone e arancia tritati

la frolla l'ho lavorata nel ken . l'ho tenuto in frigo x 1 ora
Il ripieno l'ho montato  con le fruste elettriche, il formaggio l'ho grattugiato
si ritagliano cerchi  del diametro di una tazza da tè, al centro 1 cucchiaio di ripieno, bisogna lasciare 1 cm  per pizzicare e formare le tortine
Cottura a 180° per 30 minuti

Pesche dolci abruzzesi di Azalea

400 g farina
100 g burro
100 g zucchero
2 uova
4 cucchiai di latte
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina

Per la farcitura:
Crema pasticcera o nutella a piacere
Alchermes (liquore aromatico)
zucchero semolato

Con le fruste elettriche montare bene le uova intere con lo zucchero e la vanillina.
Poi aggiungere il burro morbido e lavorare fino ad ottenere una bella crema.
Unire la farina, il latte e il lievito, amalgamare bene e quando il composto sarà ben omogeneo, con le mani inumidite (altrimenti l'impasto si attacca) formare delle palline grandi come una noce (se le volete grandi, altrimenti più piccole se volete farle più piccole).
metterle su una placca da forno coperta con carta forno ben distanziate (occorreranno 3 infornate).
Cuocere per 15-20 minuti a 180°C e verificate che abbiamo preso un po' di colore.
Fatele raffreddare, quindi passatele un paio di volte nell'alchermes, poi nello zucchero semolato.
Mettere quindi un cucchiaino di crema pasticcera o nutella ed unire le due metà.
Se usate la nutella fatela riscaldare prima per un minuto al microonde e usatela tiepida, così quando si solidificherà incollerà meglio i biscotti.
Con questa dose escono circa 20 pesche complete.
Se volete renderle più gustose scavate l'interno del biscotto in modo da posizionare una quantità maggiore di crema.